Home / Senza categoria / Chiusura di Via Vespucci

Chiusura di Via Vespucci



Commercianti preoccupati: poca chiarezza, mancanza di tutela
Mancherebbe un serio progetto organico dell’intervento


di Andrea Polizzo

PRAIA A MARE ” I commercianti di via Amerigo Vespucci, nel pieno centro di Praia a Mare, esprimono il loro disappunto e le loro preoccupazioni nei confronti della chiusura del traffico nella suddetta arteria cittadina operato in questi giorni.
Via Vespucci è uno stretto budello che collega via Longo a via Lungomare, ma il tratto interessato da chiusura va dalla prima fino a via Colombo. Su questo insistono due attività  commerciali su di un lato e il Sindacato dei balneari ed altri uffici sull’altro. La chiusura è prevista da ordinanza comunale nell’ambito di una generale riorganizzazione del flusso veicolare con fini di sicurezza. Essa prevede, oltre alla chiusura della Vespucci, l’istituzione di una serie di sensi unici in altre strade cittadine.
Il primo rilievo dei commercianti interessati dal provvedimento è che dei sette interventi sulla rete stradale comunale previsti dall’ordinanza è stato effettuata solo quello di via Vespucci per di pi๠con una fretta eccessiva.
L’accento viene posto sulle modalità  con cui il comune si è mosso che, nel loro insieme, evidenzierebbero una carenza di tutela degli interessi dei commercianti e di chiarezza.
A detta dei negozianti il comune ha proceduto senza la benché minima richiesta di parere da parte loro e l’ordinanza è stata semplicemente ‘messa in giro a mano’ senza una regolare affissione presso gli esercizi commerciali.
Seri dubbi inoltre vengono espressi sull’esistenza di un reale progetto organico d’intervento. Al momento ci si è semplicemente preoccupati di chiudere l’accesso ai veicoli in maniera descritta come approssimativa. Prima con una fioriera del tipo rettangolare presente sotto il viale della Libertà  poi, evidentemente su segnalazione, rimpiazzata da alcuni paletti metallici. Contemporaneamente è stato posto un segnale di divieto d’accesso all’imbocco della Vespucci. Tuttavia la chiusura cosଠeffettuata presenta diversi pericoli. Provenendo da via Longo non è segnalato il divieto di svolta a sinistra e l’area è tutt’altro che presidiata da vigili tanto che, sostandovi anche solo per mezzora, è possibile osservare molti veicoli a due ruote aggirare l’ostacolo dei paletti e percorrere ugualmente la Vespucci a tutto rischio di quei pedoni convinti di percorrere una zona totalmente chiusa al traffico.
Nelle intenzioni dell’amministrazione comunale il tratto interessato dovrebbe trasformarsi in un ‘salotto cittadino’ dove svolgere manifestazioni artistiche di tipo espositivo a tutto vantaggio dei commercianti che vedrebbero incrementato il flusso pedonale.
Ma anche su questo punto sono stati espressi seri dubbi. Pur ritenendola buona, i commercianti fanno notare che per una tale idea la strada necessiterebbe di un sostanzioso restyling a partire dal manto stradale in pessime condizioni, tanto quanto i marciapiedi, fino all’illuminazione che ad oggi consta in un solo lampione. In definitiva bisognerebbe trasformare la Vespucci in un cantiere proprio nel periodo estivo con conseguenti e facilmente ipotizzabili danni alle attività  commerciali.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

In Calabria è stata prodotta una grappa allo Zibibbo

Nata grazie allo sforzo produttivo e imprenditoriale di Cantine Benvenuto con sede a Francavilla Angitola.