Home / Senza categoria / I giovani e la politica secondo Tortora europea

I giovani e la politica secondo Tortora europea


In una nota illustrato il progetto del movimento politico-culturale tortorese. Ruolo centrale dei giovani per svecchiare la politica.


TORTORA ” In questi giorni di rinnovamento del sistema politico sia a livello nazionale che locale,il movimento politico e culturale Tortora Europea rende noto un suo progetto dal nome I giovani e la Politica.
In un chiaro rimando all’esigenza… da pi๠parti ventilata di contrastare la gerontocrazia vigente all’interno dell’attuale sistema, le giovani leve cittadine vengono messe al centro dell’attenzione.
“Il progetto ” recita una nota diramata in questi giorni dal direttivo di Te – si rivolge alla cittadinanza tutta, ma individua nei giovani i protagonisti principali dei prossimi due anni e mezzo nel processo di svecchiamento della politica in ambito comunale. Siamo sempre pi๠convinti che Tortora ha bisogno di volti nuovi, impiegati in prima linea con le loro idee e capacità , dotati di intraprendenza, lungimiranza e soprattutto di grande spirito di servizio perché la politica è un servizio di pubblica utilità  e non una professione o un mestiere da imparare.
Non solo facce nuove nelle speranze espresse dal progetto ma anche capacità , e recupero di diritti, doveri e valori. “L’amministrazione comunale del futuro ” insiste la nota – dovrà  essere composta nella maggior parte da giovani che puntino sulla valorizzazione del proprio comune nel pieno rispetto dei diritti e delle aspettative dei cittadini, facendosi garante di alcuni principi fondamentali dell’uomo. Punteremo alla moralizzazione della politica amministrativa, ovvero ad un uso non eccessivo dei ruoli, dei poteri e delle cariche amministrative. Siamo fermamente convinti che un consigliere comunale, un sindaco o un assessore, puಠdare il suo contributo anche a costo zero per le casse comunali, soprattutto quando poi si raggiungono risultati apprezzabili, sia in termini di impegno che di utilità  e/o servizi per il cittadino.
Particolare attenzione Te rivolge nel dipingere i tratti del “nuovo” amministratore: “La carica elettiva non puಠdiventare una professione o un lavoro, ma deve essere solo ed esclusivamente una missione che si svolge ad esclusivo vantaggio della collettività . La carica elettiva, che contribuisce anche al prestigio e all’immagine dell’uomo, deve essere “utilizzata” con molta umiltà  e disponibilità , nei confronti del cittadino; non come strumento di potere. Tortora Europea, invita cittadini e giovani ad una riflessione su queste considerazioni che sono principi ispiratori su cui è stato fondato il movimento stesso. Facciamo in modo che “il comune” non diventi una meta di arrivo, ma solo ed esclusivamente un punto di partenza da dove iniziare una nuova stagione amministrativa che punti a seri modelli di sviluppo sostenibili nei vari settori nevralgici dell’economia cittadina, con un’attenta razionalizzazione della spesa pubblica.

Andrea Polizzo

logoquot


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

In Calabria è stata prodotta una grappa allo Zibibbo

Nata grazie allo sforzo produttivo e imprenditoriale di Cantine Benvenuto con sede a Francavilla Angitola.

2 comments

  1. Io siceramente credo che il segnale lanciato da questo progetto debba essere ritenuto positivo ma va valutato anche che non si tratta di nulla di originale, rappresentando solo l’ennesima voce spesa a favore del coinvolgimento dei giovani nella politica, dello svecchiamento delle facce (vedi caso De Mita). La speranza di vedere realizzati gli obbiettivi di cui sopra dovrebbe invece essere tutt’altro che una speranza. Dovrebbe essere una certezza. Bisognerebbe che alle belle parole seguano dei fatti.

  2. Ho letto e riletto la nota: “I giovani e la politica secondo Tortora europea” con la quale viene illustrato il progetto del movimento politico-culturale tortorese. Senza dubbio c’è da riconoscere e, a mio avviso, condividerne l’obiettivo, ossia: il ruolo centrale dei giovani per svecchiare la politica. Tortora-Europea, pur non appartenendo a un preciso partito nazionale, regionale o provinciale, assume l’impegno di riparlare di politica con i giovani, per i giovani incoraggiandoli a fare politica sebbene i Soci-componenti del movimento locale appartengono, per quelli (amici) che direttamente conosco da sempre, a forze politiche diverse ma che si rifanno comunque ai valori della libertà, della democrazia e di tanti altri valori morali, etici e non esclusa “forza” eterogenea di cui fanno parte imprenditori, commercianti, professionisti, autonomi, artigiani, dipendenti pubblici e privati, lavoratori-operai con spiccato senso del dovere morale, sociale e consentiteni libertario che molti di Essi hanno quale caratteristica peculiare nel tessuto sociale tortorese.
    A proposito di giovani voglio segnalare, ma senza voler infastidire, invadere il campo delle iniziative di Tortora-Europea, l’iniziativa che il partito PS-PSE casentino, a cui appartengo, sta portando avanti con i giovani calabresi: “la semina dei giovani socialisti in tour”, iniziata da oltre tre mesi e che prosegue ancora con a capo l’On. Giacomo Mancini, l’On. Salvatore Magari – Consigliere Regionale e tanti tanti giovani che sicuramente sono e saranno i nuovi talenti della politica non solo calabrese ma anche a livello nazionale. Nei giorni prossimi sarà deciso a livello provinciale se il tour potrà interessare l’alto tirreno casentino e quindi fare tappa a Tortora. Non mi dilungo ma segnalo, per chi è interessato, a saperne di più, di leggere l’articolo su La Provincia Cosentina: “Iniziativa – prosegue la “semina” dei giovani socialisti in tour” o su altri quotidiani provinciali. Un augurio quindi a Tortora-Europea di proseguire in favore della politica a favore dei giovani che sono il “sale” della società e a guardare anche a chi, oggi meno giovani, ha contribuito e contribuisce in maniera spesso determinante a scrivere ed a fare la storia civile e politica del nostro paese. Auguri e forza ai giovani.
    Franco Guerrera.