Home / COMUNI / SAN NICOLA ARCELLA / Le nostre vie

Le nostre vie



Concluso il progetto per i giovani alla riscoperta dell’identità 
Voluto da Comune,Provincia e Amici di San Nicola Arcella

di Andrea Polizzo

SAN NICOLA ARCELLA “ Giunge al termine “Le nostre vie” progetto finanziato dagli Assessorati alla Pubblica Istruzione della Provincia di Cosenza e del Comune di San Nicola Arcella e curato dalla onlus Amici di San Nicola Arcella, che mira alla riaggregazione delle nuove generazioni intorno al recupero dell’identità  e della cultura locale.
Il progetto, destinato ai giovani della scuola media inferiore, aveva l’intento di arginare problematiche e disagi giovanili indicando forme di aggregazione intorno a valori laici, quali la storia e la cultura locale.
Nello specifico, sette gruppi di giovani studenti erano impegnati nella realizzazione di un blog in internet sui temi della cultura e della storia locale, della emigrazione, dell’accoglienza, della conoscenza del territorio cittadino e sul tema della consapevolezza. Ora che il progetto è concluso, i suoi animatori tirano le somme.
La giornata conclusiva del progetto “Le nostre Vie” si è svolta nella sala consiliare del comune di San Nicola Arcella alla presenza delle autorità  locali. L’assessore Barabara Mele ha consegnato gli attestati di partecipazione ai ventuno giovani della locale scuola media statale che, coadiuvati da otto Tutor, hanno dedicato a “Le nostre vie”, volontariamente e fuori dell’orario scolastico, circa ventiquattro pomeriggi per un totale di settecentocinquanta ore di lavoro. Tra le attività  svolte incontri con testimonials sul tema dell’accoglienza, con gli anziani sul dramma dell’emigrazione, con l’Università  di Cosenza sul tema della consapevolezza, sulle opportunità  della crescente immigrazione interna, oltre a lavori di ricerca sui temi della Storia e delle cultura locale, sulla riscoperta delle antiche vie del commercio e la costruzione di uno specifico stradario.
Quest’ultimo è una sorta di ‘tuttocittà ‘ dedicato alla conoscenza del luogo di appartenenza la cui realizzazione ha necessitato di lunghe passeggiate per il territorio e un certosino lavoro di ricostruzione al computer della cartografia locale finora mai approntata dalle istituzioni locali.
Il tema della partecipazione ha meritato il primo premio grazoe alla presentazione al Sindaco di una circostanziata proposta per denominare alcune vie ancora oggi senza nome.
I giovani, protagonisti a pieno titolo della giornata, hanno cosଠpotuto presentare, con la sicurezza di consumati oratori, il proprio lavoro ed il blog che li presenta (www.lenostrevie.blogspot.com) ad un folto pubblico presente per l’occasione.
“I risultati concreti del progetto ” sostengono gli animatori del progetto ” sono stati la conoscenza e la partecipazione intorno al recupero dell’identità  e della cultura locale, messi in campo grazie all’impegno umano e finanziario delle istituzioni locali come il comune di San Nicola Arcella, la Provincia di Cosenza e l’associazione Amici di San Nicola Arcella, uniti nel raggiungere l’obiettivo di creare una occasione e un momento di aggregazione sana e costruttiva per le nuove generazioni sannnicolesi.

Indirizzo del blog: http://www.lenostrevie.blogspot.com


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

San Nicola Arcella, si perde in montagna: ritrovato dai soccorritori

Un giovane di San Nicola Arcella esce per un giro in moto e si perde. …

One comment

  1. Franco Guerrera

    Diventa subito realtà la normativa di riordinamento e assestamento delle professionalità psico-socio-pedagogico-medico che la Regione Calabria – Assessorato ai servizi Sociali e alla Salute ha adottato.
    A farne le spese sono i Comuni che così “perdono” le migliori professionalità” che nel corso degli anni (circa venticinque) hanno usufruito delle qualità prestate ai servizi sociali.
    Così anche Tortora, sulle nuove politiche per l’occupazione regionale, sebbene con difficoltà, dovrà rinunciare alla D.ssa Nunzia Boccardo – ottima professionista resasi sempre disponibile e meritevolmente impegnata al servizio della cittadini meno abbienti ma anche nel settore culturale, museo, archeologia e apprezzata anche nella predisposizione e disposizione dei parchi comunali e distintasi, in proposito, nella realizzazione del Parco intitolato a “Roberta Lanzino”.
    Pertanto il Comune di Tortora – a partire dal prossimo 1° luglio, dovrà fare a meno nell’investimento in politiche di sviluppo delle competenze professionali, in cultura e lavoro, in percorsi di inclusione sociale e per progetti finalizzati al sociale, con particolare riferimento ai giovani, alle donne e a tutti i cittadini residenti e non.
    Stamattina nell’ufficio di segreteria è stato dato un saluto e un ringraziamento da parte di tutti i dipendenti comunali, lsu, lpu e collaboratori vari, e non sono mancati commozioni da parte della Stessa D.ssa Nunzia Boccardo e dei colleghi.
    Da parte mia un saluto e un augurio per altri successi professionali va a Nunzia che, insieme, nel lontano 1983, incominciammo il percorso lavorativo nel Comune di Tortora.

    Franco Guerrera – collega di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright