Home / COMUNI / PRAIA A MARE / Praia a Mare con… la cultura

Praia a Mare con… la cultura


Al via la rassegna culturale inserita nell’ Estate Praiese
Attenzione per autori di opere su giornalismo giudiziario


di Andrea Polizzo

PRAIA A MARE ” Svago, rilassatezza e divertimento. Basterebbero questi ingredienti per ‘cucinare’ una buona estate. Ma, viene da chiedersi, in vacanza rimane tempo anche per la cultura?
Per venire incontro a questo interrogativo l’ “Estate praiese” organizzata dall’amministrazione comunale ha predisposto per residenti e visitatori una ricca gamma di appuntamenti che non tralasciano i momenti di arricchimento culturale.
È il caso della rassegna “Praia a Mare con…”, una serie di incontri con autori di vari generi letterari invitati a presentare le proprie opere e ad intrattenersi dibattendo con gli spettatori. Nella rassegna di quest’anno sono previste serate distribuite lungo tutto l’arco estivo e da godere in quella Piazza Italia che i praiesi hanno da qualche anno restaurato e sempre pi๠tendono a identificare come il proprio ‘salotto culturale’.
Quanto ai protagonisti ce n’è per tutti i gusti. Sabato 5 luglio verrà  presentato il libro “Se non ci fosse l’amore” nel quale l’autore Rolly Marchi, giornalista veterano e grande sportivo, appassionato di montagna, propone i sentimenti di protagonisti reali e immaginari mescolando al sentimento dell’amore il suo amore per la montagna. Il 22 luglio sarà  la volta della romanziera rosa Antonella Boralevi che presenterà  “Il lato luminoso. Il 3 agosto verrà  invece presentata l’opera “L’età  dell’incertezza” dell’autrice Vera Slepoj, esperta di problemi dell’adolescenza. Il 19 agosto sarà  invece la volta di Enrica Bonaccorti. Nota principalmente come volto televisivo arriva all’esordio letterario con “La pecora Rossa”, una storia forte e al contempo tenera su una maternità  prematura. Ancora la maternità  sotto la lente di ingrandimento nell’appuntamento del 21 agosto con “Il figlio giusto” di Stefano Zecchi, volto noto del Maurizio Costanzo Show, che descrive la storia di una coppia che si confronta con la difficoltà  di avere un figlio nell’era della gravidanza programmata. Ancora le donne protagoniste il 30 agosto con la presentazione di “La pi๠bella del mondo” di Lucrezia Lerro. Anche in quest’opera la maternità  è protagonista ma dal versante degli aborti clandestini.
Molti gli appuntamenti con autori legati a vario titolo al mondo del giornalismo d’inchiesta e giudiziario e a quello della politica. Si inizia lunedଠ7 luglio con la biografia di Giorgio Almirante. Il noto leader della destra italiana rivive nei racconti della moglie Assunta, presente in Piazza Italia, e raccolti dal giornalista della Gazzetta del Sud Domenico Calabrಠnel libro “Giorgio, la mia fiamma. Assunta Almirante racconta. Poi il 7 luglio con il giornalista e politico Piero Badaloni autore di “Tutti pazzi per Berlino. Un viaggio attraverso la vita, la cultura e le tendenze della città  tedesca sempre pi๠capitale culturale d’Europa. Il 30 luglio l’ospite sarà  il giornalista Lino Jannuzzi con il libro “Lo sbirro e lo stato. Il caso contrada” un libro-inchiesta il cui soggetto è il potere.
Molta attesa per gli ospiti del 12 agosto quando il giornalista de La Stampa Antonio Massari presenterà  il volume di cui è autore “Il caso De Magistris. Un excursus sulle inchieste ‘Poseidone’, ‘Why Not’, ‘Toghe lucane’ condotte dal Pm partenopeo e sulle vicende giudiziarie personali che queste hanno comportato. Con Massari e lo stesso De Magistris, saranno presenti il Pm Clementina Forleo, il giornalista Sandro Ruotolo e l’esperta di problematiche giuridiche connesse alla professione giornalistica Caterina Malavenda.
All’insegna del ricordo di uomini/martiri di giustizia il 25 agosto verrà  presentato il libro “Chi ha paura muore ogni giorno. Il titolo riprende una celebre frase del giudice Borsellino. L’autore è il magistrato Giuseppe Ayala, Pm di fiducia ed amico fraterno di Falcone. In quest’opera offre un sentito ricordo dell’amicizia con il giudice ucciso dalla mafia a Capaci il 23 maggio del ‘92.
“Estate Praiese” propone molto sotto il profilo del divertimento. Ma alla domanda iniziale sembra rispondere che, anche in estate, val bene la pena di trovare un pಠdi tempo per la cultura.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

incidente parapendio maratea

Turista tedesco in vacanza a Praia a Mare muore dopo incidente in parapendio a Maratea

Incidente in parapendio a Maratea fatale a un uomo che soggiornava in Riviera dei Cedri …

One comment

  1. Tanto di cappello al bellissimo e ricchissimo programma estivo di Praia, ma mi piacerebbe tanto sapere che tipo di cultura si pratica quando si decide di invitare la signora Assunta Almirante nonchè “illustre” moglie del defunto Giorgio, forse abbiamo nostalgia dei vecchi tempi, ma non mi sembra che siano così tanto lontani?!!