Home / COMUNI / TORTORA / Ingombranti: degrado nel paese

Ingombranti: degrado nel paese



La Marina
invasa da mobili, materassi ed elettrodomestici

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

Controllo nullo, disservizio della ditta e inciviltà  dell’utenza

 

di Andrea Polizzo

TORTORA ” Le strade della Marina di Tortora sono invase dagli ingombranti. Una conclusone a cui è facile giungere dopo un attento giro per le strade cittadine.

Questo fine settimana è stato da pi๠parti segnalato come la prima puntata dell’esodo finale che riporterà  nei luoghi di residenza i molti turisti giunti nelle località  alto tirreniche. I giorni prima della partenza sono interpretati come il momento buono per disfarsi del superfluo. In questo momento l’ingombrante lascia le abitazioni. Le destinazioni sono le isole ecologiche o determinati punti pi๠o meno ‘nascosti’ del paese.

Il campionario dell’ingombrante è piuttosto assortito. Gli elettrodomestici comandano la classifica. Lavatrici, televisori, fornetti, frigoriferi. I materassi non mancano quasi mai al pari di sedie e sdraio che hanno un significato sulle spiagge in estate ma che in città  evidentemente sarebbero solo d’impiccio. A chiudere l’elencazione troviamo risultanti di potature e addirittura materiale di risulta da demolizione. Spesso questo materiale, oltre che nei pressi dei cassonetti superstiti, finisce sui marciapiedi ostacolando il percorso dei pedoni che, a loro rischio e pericolo, sono costretti a contendere la carreggiata alle automobili.

Queste mini discariche di rifiuti ingombranti sono sparse un pಠovunque. I punti nevralgici perಠrisultano essere via Sirimarco, sulla quale troviamo l’hotel pi๠importante del paese. Via Resistenza, dove un sottopasso sbarrato diventa manna dal cielo per disfarsi della vecchia cucina. Via Preti, dove una turista, a proposito del cumulo di ingombranti, commenta cosà¬: “Quei rifiuti sono li da Luglio. Forse aspettano settembre per pulire? Questo vuol dire che chi di dovere non vede l’ora che noi turisti andiamo via. Alta densità  di “isole non-ecologiche” si registra infine nel quadrato racchiuso dalle vie Preti, Pucci, Guarasci e Cilea.

Come per quanto già  riportato da queste pagine a proposito dei rifiuti oggetto del servizio porta a porta, anche nel caso degli ingombranti si è al cospetto di una problematica che mina alla base la credibilità  dell’accoglienza turistica del paese e per la quale le responsabilità  vanno ricercate, ed equamente divise, tra il disservizio della ditta Alto Tirreno Cosentino Spa, la mancata vigilanza dell’amministrazione comunale e l’inciviltà  di alcuni abitanti ed ospiti di Tortora.

 

Guarda la fotogallery:

 


Via Fratelli Bandiera 1

Via Fratelli Bandiera 2

Via Panoramica al Porto

Via Mattia Preti 1

Via Mattia Preti 2

Via Mattia Preti 3

Via Galileo Galilei

Via Guarasci

Via Lanzillotti

Via Sirimarco 1

Via Sirimarco 2

Via della Resistenza


 


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Tortora, un progetto per la creazione di Cantieri culturali

Bando Borghi Mibact: Tortora partecipa con un progetto per creare uno spazio a disposizione dei …

2 comments

  1. ..finalmente qualcuno che denuncia il degrado a cui tutti oramai siamo abituati…vergogna!!

  2. Per due giorni il sito blogtortora non è stato online. Ciò a causa di problemi del server indipendenti dalla volontà della gestione del blog. Ci scusiamo con tutti gli utenti per il disservizio. Il Gestore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright