Home / COMUNI / TORTORA / Spazzatura ed ingombranti

Spazzatura ed ingombranti


Il punto di vista di Legambiente e Comitato diritti dei Cittadini
Critiche alla gestione della raccolta e agli importi della Tarsu

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

di Andrea Polizzo

TORTORA ” La gestione dei rifiuti, in particolare nel periodo estivo, è uno dei principali temi di dibattito tra l’opinione pubblica tortorese.
Raccolta differenziata e smaltimento degli ingombranti sono stati oggetto di disservizi e, di conseguenza, di aspre critiche. Al pari dell’altra grande problematica dell’estate tortorese, il depuratore mal funzionante,  sono coinvolte le scelte dell’amministrazione comunale e l’operato della ditta appaltante, l’Alto Tirreno Cosnetino Spa. A ciಠsi aggiunge l’inciviltà  di alcuni cittadini.
Sull’argomento ha voluto far sentire la propria voce Antonio Lacava, rappresentante di Legambiente e del Comitato diritti dei cittadini. “C’è rammarico ” spiega Lacava ” per la disastrosa gestione della  raccolta  dei  rifiuti. Richiamo alle proprie responsabilità  l’amministrazione comunale  che  non  ha  vigilato  sull’operato di Alto Tirreno Cosentino Spa, alla quale ha conferito l’incarico a caro prezzo e consegnandogli tutto il nostro parco macchine.
Dato che l’amministrazione è indifferente ai problemi del territorio, esprimo le mie scuse ai villeggianti che anche quest’anno hanno scelto di trascorrere le vacanze nella nostra cittadina. Credo sia il pensiero di tutti i cittadini di Tortora. I turisti cominciano ad  essere  stufi di  portare  risorse  al  nostro  territorio  e  vedere  spesso il mare sporco, le spiagge e le strade in uno stato di degrado allarmante e, in particolare sul lungomare, con l’aria irrespirabile per  il maleodore.
Lacava scende nei particolari del problema rifiuti: “Per ciಠche riguarda la raccolta differenziata voglio precisare che, oltre al disservizio, noi cittadini stiamo pagando un costo salatissimo per questo servizio inefficiente. I costi sono lievitati del 40 per cento per il 2006 e del 20 per cento circa per il 2007. Alla domanda sul perché degli aumenti, a novembre 2007, in sala consiliare, l’amministrazione aveva risposto che era costoso il trasporto per il conferimento nella discarica di Crotone. Visto che ora quest’ultima è stata sequestrata ed i rifiuti vengono conferiti alla discarica di Scalea, il risparmio derivante dalla riduzione dei costi di trasporto dove sono andati a finire? Perché la Tarsu è stata aumentata per il 2007 del 20% circa? L’assessore Altamura, nello stesso frangente, affermಠche, avendo ottenuto dei fondi dalla Regione Calabria, con l’avvio della raccolta differenziata il comune avrebbe dovuto obbligatoriamente ridurre il costo della Tarsu almeno del 10 per cento. Pena la restituzione del contributo regionale. Voglio precisare che sull’80 per cento del territorio la raccolta differenziata non viene assolutamente effettuata. Ciಠè stato anche ripreso dalla stampa il 23 agosto dove si evidenziava con foto sacchetti della spazzatura appesi come trofei sulle ringhiere, sui cancelli o buttati sui marciapiedi per la mancanza dei bidoni volontariamente ritirati dall’amministrazione di Tortora. Vorrei  sapere ” conclude Lacava ” se  gli  organi  che debbono vigilare su tali comportamenti  del  comune aspettano altre manifestazioni popolari perché i cittadini possano far valere i  propri diritti.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Personale positivo ma in servizio? Sindaco sporge querela

Il particolare nello sfogo del dipendente di una Rsa in quarantena obbligatoria dopo il primo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright