Home / COMUNI / PRAIA A MARE / Parco marino riviera dei Cedri

Parco marino riviera dei Cedri


Palmiro Manco
Palmiro Manco

Adesso si attende il varo dell’Ente Gestore
Praia a Mare si offre per ospitare la sede

 

COMUNICATO STAMPA

 

SCALEA – Durante l’incontro del 15 Novembre, nella sala convegni dell’Hotel Sea Breeze di Scalea, sulla tematica del Parco Marino della Riviera dei Cedri, di fronte ad un folto pubblico è emersa da subito l’importanza, in prospettiva, dell’occasione legislativa offerta dalla proposta dell’ex assessore all’ambiente Diego Tommasi, promotore attivo delle tematiche del programma della Federazione dei Verdi regionale, Autunno Ecologista.

La legge sui parchi marini, approvata il 31 marzo del 2008, accolta all’unanimità dal Consiglio Regionale della Calabria, ha istituito ben 5 aree protette regionali, evidenziando il primato della proposta in tutto il territorio nazionale. Appena approvata la legge che ha sancito realmente, dopo venti anni di proponimenti e dibattiti, il Parco Marino della Riviera dei Cedri, i Verdi di Scalea proposero da subito, all’amministrazione comunale di Scalea, di attuarsi per una disponibilità di una sede, proponendo come sede degli uffici del Parco i locali del vecchio “Palazzo di Città” sito in via Roma, nel centro storico.

Durante il convegno di sabato 15 Novembre, è emersa l’assenza degli amministratori comunali di Scalea, si è registrato, però, l’intervento dell’assessore all’ambiente del comune di Praia a Mare, Bernardino Marsiglia. L’amministratore comunale di Praia, presente al convegno come rappresentante del comune, ha dato disponibilità di locali alla Regione Calabria per la sede del Parco nella sua città e quindi dopo che l’amministrazione regionale, nominerà l’Ente Gestore cioè il commissario ed il direttore del Parco Marino della Riviera dei Cedri, deliberazione questa prevista, fra l’altro, per fine anno, (volontà questa comunicata a Tommasi dal Presidente Agazio Loiero in un loro precedente incontro ) concederà i locali per la sede del Parco.

In seguito all’incontro il dirigente dei Verdi di Scalea, responsabile degli enti locali, Giorgio Delle Tasse, si è dichiarato soddisfatto, soprattutto per la partecipazione del pubblico e delle associazioni intervenute al convegno Autunno Ecologista ed ha dichiarato: “ l’incontro, che ha visto la presenza importante di Diego Tommasi, promotore della legge sui Parchi Marini, non solo dimostra che vi è la presenza di un gruppo dirigente che cresce sempre di più, ma anche l’attenzione dei cittadini verso questa possibilità offerta dalla proposta ambientale per il turismo, per la valorizzazione delle risorse, per una nuova condizione di sviluppo che la risorsa stessa ha per l’economia del territorio e soprattutto per l’opportunità di creare nuova occupazione ”.

Alcuni imprenditori hanno dichiarato: “L’assenza degli amministratori di Scalea si spera non sia di cattivo auspicio sull’apertura di questa grande occasione per i cittadini e si augurano che il comune, per il futuro, persegua e valorizzi le politiche del Parco marino della Riviera dei Cedri, come sta già facendo l’amministrazione di Praia a Mare, con la disponibilità dei locali per la sede del parco. L’idea dei verdi di Scalea sull’ex palazzo comunale di via Roma come sede del parco era una grande opportunità, sia per il percorso del Parco Marino, ma soprattutto per la stessa cittadina”.

 

Scalea lì 20/11/2008

 

Ufficio stampa Verdi – Scalea


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Arrestato il sindaco di Scalea Gennaro Licursi

Operazione Ghost work della procura di Paola e della guardia di finanza di Scalea. Truffa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright