Home / COMUNI / TORTORA / Tortora. L'Apica interroga il sindaco

Tortora. L'Apica interroga il sindaco



L’associazione chiede quali misure per restituire decoro al paese
Sfruttato il tam tam virtuale reso possibile in internet da Facebook


 

DI ANDREA POLIZZO

 

TORTORA – L’Associazione professionisti, imprenditori, commercianti ed artigiani di Tortora, pur se neonata, si sta segnalando da subito per alcune sue iniziative.

 

Anche attraverso Facebook, il social network più in voga del momento, i responsabili dell’Apica stanno attirando l’attenzione di buona parte della popolazione, particolarmente nelle fasce giovanili, sulle loro iniziative riguardanti problematiche del territorio comunale.

 

Proprio recentemente, in collaborazione con altre realtà associative di Praia e Tortora, ha dato un contributo nel far nascere un comitato civico di controllo per i lavori di ripascimento dell’arenile che dovrebbero a breve partire a Tortora.

 

Sempre attraverso il tam tam virtuale reso possibile da Facebook, si apprende di una nuova iniziativa. Nella mattinata del 4 febbraio il presidente dell’Apica, Claudio Sirimarco, ha protocollato presso il municipio cittadino una lettera indirizzata al sindaco Giuseppe Silvestri.

 

Nella missiva della neo formata associazione, che tra i suoi scopi annovera la sorveglianza del territorio, vengono espresse preoccupazioni di carattere ambientale dettate dalle recenti mareggiate che hanno funestato la Marina di Tortora.

 

“Le ultime mareggiate del 24 e 25 gennaio – si legge nella lettera indirizzata al sindaco tortorese – hanno creato seri problemi alla viabilità ma, se si escludono i danni sulle vie Fratelli Bandiera e Giovanni XXIII, e i consueti danni agli immobili a sud del fiume Noce, hanno lasciato sul territorio soltanto sabbia e detriti.

 

La buona volontà si è vista con un intervento dei mezzi comunali che hanno ripulito la carreggiata del lungomare Sirimarco ma null’altro abbiamo potuto apprezzare”.

 

In effetti a distanza di dieci giorni la passeggiata che caratterizza il litorale tortorese è in condizioni impresentabili. Stesso dicasi per alcuni tratti stradali e per parte di piazza Stella Maris.

 

“Le strade parallele e perpendicolari del Lungomare e la passeggiata – si legge ancora nella missiva a firma Apica – sono ancora a testimoniare il passaggio della bufera. Vi sono anche evidenti danni alle rampe di discesa della passeggiata che necessitano di un intervento strutturale definitivo per non dover ad ogni mareggiata chiuderne l’accesso.

 

In sostanza signor Sindaco quello che chiediamo è il ripristino urgente delle condizioni di vivibilità del paese, anche e soprattutto per l’arrivo, nelle prossime settimane, di famiglie che passano da noi la stagione estiva”.

 

La missiva si conclude con un invito a tenere un incontro atto ad illustrare le misure che Silvestri intende predisporre per restituire decoro a questa porzione urbana del territorio comunale.

 

Puoi commentare questo articolo anche su Forum permanente erosione e mareggiate


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

tortora incidente cavalcavia

Tortora, automobile sbanda sul Cavalcavia e finisce contro la ringhiera: automobilista ferito

Ennesimo incidente sul Cavalcavia di Tortora. Il veicolo è finito contro la protezione metallica e …

3 comments

  1. il mio negozio lo pulisco tutti i giorni, non vedo perchè la Ns spiaggia, l’unica risorsa economica attiva non merita pulizia tutti i giorni e sopratutto prima di Pasqua, momento turistico non indifferente e biglietto da visita per il Ns prodotto unico e solo rimasto a Tortora per chi ancora ci crede, purtroppo Tortora non è un paese di marinai e allora non si pensa al mare se non a Luglio e Agosto solo per i fitti di case. Ogni concessione demaniale anche in inverno dovrebbe interessarsi alla pulizia, ripeto la spiaggia è l’unico biglietto da visita che possiamo mostrare. Pulito

    Nota del Gestore. Gentile Vincenzo 2. Alcune parti del tuo messaggio erano in MAIUSCOLO e sono state trasformate in minuscolo. Assicurati di disattivare il blocco delle maiuscole quando scrivi in questo sito. In caso contrario i tuoi commenti vengono spostati in coda di spam e rischiano l’eliminazione. Il tuo nickname è stato trasformato in vincenzo 2 in quanto il nickname ‘vincenzo’ è già in uso da un altro utente. Grazie

  2. ma che proposte facciamo noi dell’Apica…..ha ragione il martino ciano…..propongo a tutti di pulirci dopo pasqua….una volta l’anno basta e avanza…poi una nuova mare……

  3. Se la memoria non m’inganna la stagione delle “pulizie” a Tortora comincia verso Maggio, quindi ancora è presto per avanzare proposte del genere… solo dopo Pasqua è giusto parlarne e poi chi lo sa, magari una mareggiata nuova arriverà e pulirà tutto!!!