Home / COMUNI / TORTORA / Tortora, passa la rendicontazione: “Altro che dissesto”

Tortora, passa la rendicontazione: “Altro che dissesto”


Il Consiglio comunale approva il rendiconto finanziario 2009
B. Benvenuto vota con la maggioranza. Astenuti Nmt e Tnc

green multiservice disinfezione

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – 256mila euro di avanzo a fronte di debiti fuori bilancio per circa 310mila.

Sono questi i dati salienti del rendiconto finanziario approvato venerdì scorso dal Consiglio comunale di Tortora.

“Conti alla mano – ha tuonato all’unisono l’opposizione – il buco nelle casse comunali è poco più di 50mila euro”. Tutt’altro, secondo la minoranza, che il dissesto economico paventato dall’assessore al Bilancio, Filippo Matellicani (foto), e che ha influito sulle linee programmatiche esposte nel precedente consesso ed ispirate dalla politica del sacrificio.

“Queste cifre vanno lette nel giusto modo – ha ribattuto Matellicani –. La situazione economica dell’ente è precaria perché si deve tenere conto del patto di stabilità sforato nel 2009 e che l’attendibilità dell’avanzo è ancora tutta da verificare. Inoltre – ha proseguito Matellicani – il commissario prefettizio, che ci ha preceduti nella gestione dell’ente, ha disposto la ripianificazione di questi debiti con risorse da prelevare dai bilanci futuri fino al 2012. Solo per l’anno in corso – ha concluso – peseranno per 180mila euro”.

L’opposizione è comunque rimasta critica sul documento economico attenendosi al dato freddo del deficit contenuto e sostenendo che, stando così le cose, dalla politica di “lacrime e sangue” inaugurata dalla Giunta Lamboglia potevano essere esentati alcuni capitolati di spesa.

“Ad esempio per la programmazione degli spettacoli estivi”. Ha sottolineato il capogruppo di NuovaMente Tortora, Giovanni Pagano. “Il ridimensionamento del budget – ha proseguito – provocherà perdita di turisti e di economia”. Sempre dai banchi di Nmt, il consigliere Giuseppe Chiappetta ha aggiunto che una pratica virtuosa “Consisterebbe nell’investire addirittura zero negli spettacoli e molto, invece, nei servizi al turismo assenti a Tortora”.

Dello stesso tenore gli interventi del gruppo Tortora nel cuore. Il leader, Raffaele Papa, ha sottolineato che una delle voci più consistenti è quella degli stipendi comunali a fronte di marcate carenze dei servizi.

Dalla terza componente dell’opposizione, il gruppo Tortora città democratica, rappresentato dal consigliere Biagio Benvenuto, si è registrata una difesa dell’operato economico del sindaco uscente, Giuseppe Silvestri, ma anche il voto di approvazione della rendicontazione fornita dalla maggioranza. Al momento della votazione, sul punto, si sono invece astenuti gli altri 4 componenti della minoranza.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Tortora, un progetto per la creazione di Cantieri culturali

Bando Borghi Mibact: Tortora partecipa con un progetto per creare uno spazio a disposizione dei …

3 comments

  1. Francesco Martino

    A questo punto è evidente come si stà allungando il naso a chi si dannava a paventare disavanzi di bilancio catastrofici, specie i campagna elettorale e da parte anche di coloro che oggi siedono tra i banchi della minoranza oltre che della maggioranza stessa ovviamente.

  2. @ Nino:

    volevo rammentarti questa regola della discussione in vigore su blogtortora.it: “Sarebbe buona norma evitare di inserire commenti chilometrici e costituiti da “copia ed incolla” di testi da altri siti. Sarebbe bene limitarsi all’inserimento del link alla pagina web nell’apposito spazio” corredato – aggiungo – da due righe di commento sull’articolo in questione. Grazie comunque per le segnalzioni. il Gestore, Andrea Polizzo

  3. La Giunta Provinciale di Cosenza riunitasi sotto la presidenza dell’on. Mario Oliverio, ha denunciato, in una nota, la pesante situazione economica provinciale ulteriormente aggravatasi a seguito dei pesanti tagli previsti dalla Manovra Finanziaria annunciata dal Governo Nazionale. Tali misure, infatti, comportano una ulteriore diminuzione di trasferimenti e di risorse che vanno ad assommarsi a quelle già consistenti dell’anno precedente e che, come prima, grave conseguenza, provocheranno una notevole difficoltà nella erogazione dei servizi ed una fortissima compressione degli investimenti.
    L’Esecutivo Provinciale ha stigmatizzato, inoltre, la drammatica situazione che si è venuta a creare su tutto il territorio provinciale a seguito del grave dissesto idrogeologico che ha colpito nei mesi scorsi gran parte della provincia di Cosenza provocando oltre 250 milioni di danni e determinando l’interruzione di 32 strade provinciali: dalla Protezione Civile nazionale, che aveva assunto precisi impegni per far fronte all’emergenza, sono venute solo risposte irrisorie ed il programma definito a suo tempo dalla Regione a cui erano stati destinati 800 milioni di euro, è rimasto a tutt’oggi ancora in gran parte disatteso.
    “Di fronte alla grave situazione venutasi a determinare –si legge nella nota della Giunta Provinciale- la mobilitazione delle nostre strutture e dei nostri mezzi, nonché la nostra disponibilità economica e finanziaria, non bastano. Sono necessarie risposte ed interventi adeguati da parte dello Stato e della Regione. Le scelte assunte dal Ministero dell’Economia e le direttive della Cassa Depositi e Prestiti ci impediscono, tra l’altro, anche di intervenire direttamente attraverso investimenti con fondi provinciali
    Se, quindi, per un ente sano come il nostro, che ha sempre presentato i propri conti in ordine ed ha sempre rispettato tutti i parametri, compresi quelli previsti dal Patto di Stabilità, si pongono problemi e difficoltà rispetto ad una situazione che diventa sempre più grave, c’è da immaginarsi la dimensione dei sacrifici che sono costretti ad affrontare i comuni, in particolare quelli piccoli, che costituiscono oltre l’80% del territorio provinciale e calabrese, i cui bilanci oggi non consentono di garantire nemmeno i servizi minimi ed essenziali!”.
    “Di fronte a questa situazione difficile –si legge, ancora, nella nota- esprimiamo forte e seria preoccupazione ed auspichiamo che gli Enti Locali siamo messi al più presto nelle condizioni di poter operare per far fronte adeguatamente ai problemi del territorio. In conseguenza di ciò chiediamo una modifica radicale delle misure assunte dal Governo attualmente all’esame del Parlamento ed il ripristino delle risorse già destinate alla Calabria attraverso i fondi per le Aree Sottoutilizzate (FAS).
    Esprimiamo piena e convinta adesione alla manifestazione di tutti i rappresentanti degli Enti Locali del Paese in programma a Roma per mercoledì prossimo davanti al Senato della Repubblica he ha l’obiettivo di sollecitare radicali modifiche alla manovra economica correttiva del Governo.
    Allo stesso tempo auspichiamo una iniziativa forte ed adeguata da parte del Presidente della Regione, on. Giuseppe Scopelliti e lo invitiamo ad assumere iniziative adeguate, che avranno il nostro pieno sostegno, per tutelare il territorio e le popolazioni calabresi”.
    “Nei prossimi giorni, comunque –ha concluso la Giunta Provinciale- convocheremo un’assemblea generale dei sindaci e degli amministratori locali dell’intera provincia per mettere a punto un programma di iniziative e per affrontare una situazione che è diventata sempre più insostenibile e che vede numerose realtà locali completamente isolate e territori in gravissima sofferenza, ma soprattutto per prevenire situazioni ancora più gravi che senz’altro potrebbero determinarsi in un prossimo futuro se non si opera tempestivamente per predisporre i necessari interventi richiesti”.

    ultimo aggiornamento:
    22/06/2010 12:06 da Francesco Dinapoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright