Home / BLOGTORTORA / Breaking news[?] bt.it dice “no” al bavaglio

Breaking news[?] bt.it dice “no” al bavaglio

Cronaca: famigliola di papere attraversa la strada, traffico in tilt! Esteri: una nuova fiamma per il presidente francese? Eroi moderni: pompiere salva gattino bloccato su un ramo. Report estate: bikini o costume intero? Calcio: capelli lunghi, tatuaggi e i-pod, ecco le nuove tendenze.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

Sono solo alcuni dei titoli che potrebbero strutturare un giornale, un tele-radio giornale, un sito internet se non verrà arrestata la stretta sull’informazione che negli ultimi anni ha reso l’Italia uno dei paesi del mondo con il più basso indice di libera informazione.

L’approvazione della cosiddetta “Legge bavaglio” è solo l’ennesimo step di questo processo. I più maliziosi sostengono che dietro a questo andamento si nascondano nostalgici aficionados del Piano di rinascita democratica (le analogie sono quanto meno curiose). Io non lo so. So solo che più guardo il Tg1 e più soffre quel lato di me che ama questa professione/passione.

Blogtortora.it aderisce allo sciopero nazionale indetto dalla Fnsi. L’infopinione riprende domani.

Il Gestore (foto), Andrea Polizzo

“Buonanotte… e buona fortuna”
Edward R. Murrow


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Post elezioni comunali, Lorito: “Auguri sindaci”

Con l’esito delle urne alle spalle il giornalista e assistente universitario Egidio Lorito pone una …

3 comments

  1. Ciao Andrea, apprezzo molto questo tuo articolo èd il fatto che questo organo di infopinione partecipi allo sciopero di categoria contro la legge bavaglio.
    Stiamo vivendo un momento storico molto particolare senza rendercene conto, qualcuno ci sta lentamente togliendo le nostre libertà, ma la maggiorparte delle persone resta in una quasi totale indifferenza, come se la cosa fosse di poco conto. In realtà non è così. Ci stiamo incamminando verso la strada del non ritorno, verso un sistema perverso e dovremmo aprire gli occhi, protestare duramente contro coloro che vogliono fare i loro porci comodi senza farsi scoprire.
    Non intercettare un delinquente significa automaticamente garantirgli la libertà, ma la sua libertà sara il prezzo che dovranno pagare i cittadini onesti.
    Vi allego questo link che documenta una delle proteste dei poliziotti contro la predetta legge: http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_luglio_1/polizia-protesta-tagli-intercettazioni-legge-bavaglio-1703306176509.shtml
    Saluti.

  2. Hai ragione Pino, ma bruttura per bruttura … melius abundare … 😉

  3. giuseppe maceri

    Poli’ gia’ la notizia è brutta, poi ci metti pure la tua faccia !!!!!!!!!!!!!