Home / IN PRIMO PIANO / Sanità, Scopelliti: “In Calabria serve nuova classe dirigente”

Sanità, Scopelliti: “In Calabria serve nuova classe dirigente”


Intervento del governatore Giuseppe Scopelliti sulla sanità calabrese
Censore e Guccione (Pd): “Ok ma neutralizzi forze sua maggioranza”

DI GESTIONE

CATANZARO – “Nella sanità serve una nuova classe dirigente perché quella che andava bene sia per il centrodestra che per il centrosinistra forse era funzionale alle logiche politiche ma non a quelle della collettività”.

A sostenerlo è il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti (foto) che ha inoltre ribadito gli obiettivi principali del suo governo, in particolare quello relativo ai tre nuovi ospedali che entro il 2011 saranno aggiudicati, e sul piano di rientro, fornendo una serie di date e di obiettivi che saranno raggiunti in tutto il nuovo anno.

“Siamo pienamente d’accordo con Scopelliti su quanto ha dichiarato sulla classe dirigente nella sanità – hanno commentato i consiglieri regionali del Pd, Bruno Censore e Carlo Guccione –. Se il governatore intenderà perseguire con fermezza questo obiettivo – hanno aggiunto – avrà il nostro sostegno incondizionato, ma siamo convinti che per realizzare questa svolta Scopelliti debba innanzitutto neutralizzare alcune forze che all’interno della sua stessa maggioranza non lavorano nella stessa direzione”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Richiesta danni Jova Beach Party: De Lorenzo: “Punto di non ritorno”

L’assessore dissenziente commenta scelta di sindaco e Giunta. Promozione ed economia locale polverizzate da mossa …

2 comments

  1. Anch’io sono convinto che la Calabria ha bisogno di una nuova classe dirigente, soprattutto dopo aver letto la biografia di Scopelliti di cui vi allego uno stralcio tratto da wikipedia:
    Nel novembre 2009 è stato condannato dalla Corte dei conti a risarcire l’erario per 1.300.000 euro, in solido con un tecnico comunale, in seguito all’acquisto di una ex fabbrica per la lavorazione degli agrumi, “Italcitrus”, che il Comune di Reggio Calabria ha acquistato per 2.536.000 euro al fine di trasformarla in centro di produzione della Rai. La Corte ha accertato che il prezzo di acquisto era più che doppio rispetto ad una precedente valutazione (1.141.876,50 euro) realizzata dal Tribunale di Reggio in un altro procedimento.[5][6]

    il resto potete leggerlo cliccando:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Scopelliti

  2. Addio a Tullia Zevi
    voce dell’ebraismo italiano
    La giornalista e scrittrice è morta a Roma, fra poco avrebbe compiuto 92 anni. La gioventù in esilio dopo le leggi razziali, l’esperienza americana e il ritorno in Italia con l’impegno politico e il giornalismo militante. Nel 2007 aveva pubblicato l’autobiografia “Ti racconto la mia storia”. Napolitano: “Grande personalità antifascista e democratica.
    prelevato da: http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/22/news/tullia_zevi-11542155/?ref=HREC1-2
    Tullia Zevi era impegnata molto nel campo del funzionamento degli ospedali e amava la Calabria.
    Franco Guerrera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright