Home / COMUNI / TORTORA / Tortora, San Sago unisce il Consiglio

Tortora, San Sago unisce il Consiglio


Documento trasversale per chiedere maggiori controlli sull’area
Maggioranza e minoranza unite puntano alla videosorveglianza

green multiservice disinfezione

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – Un documento ufficiale e condiviso trasversalmente da tutto il Consiglio comunale di Tortora per chiedere maggiore sorveglianza sugli impianti di depurazione speciale e di compostaggio presenti nell’area di San Sago.

È quanto emerso da un incontro avvenuto venerdì mattina nel Comune di Tortora alla presenza dell’amministrazione e delle forze di minoranza con i consiglieri dei gruppi NuovaMente Tortora, Tortora nel cuore e Tortora città democratica.

Il tavolo di concertazione si è reso necessario a seguito dei recenti risvolti messi in luce da un articolo pubblicato nei giorni scorsi da Il mattino, noto quotidiano della Campania, e che, come ha sostenuto il sindaco Pasquale Lamboglia, hanno indotto “Un maggior convincimento nel sollecitare le autorità preposte ad effettuare controlli sugli impianti di San Sago”.

Sulle pagine del quotidiano campano il giornalista Gigi Di Fiore, in riferimento agli illeciti smaltimenti del percolato prodotto dalle discariche campane, ha citato “Tortora, in provincia di Cosenza”.

Nelle ore scorse, l’amministrazione comunale ha chiarito che gli impianti in questione sono dotati di regolari autorizzazioni per lo smaltimento di rifiuti speciali come il percolato, ma anche ribadito i propri timori per incidenti che recherebbero danno all’ambiente. Sempre a seguito della pubblicazione dell’articolo in questione, da via Panoramica al Porto sono stati contattati gli organi provinciali competenti in materia ambientale e gli enti territoriali come il Parco marino Riviera dei Cedri.

Il richiamo alle istituzioni è stato dunque concretizzato nel corso dell’incontro di venerdì mattina.

“Tutte le forze presenti in Consiglio comunale – ha dichiarato il sindaco Lamboglia – hanno sottoscritto un documento ufficiale diretto agli organi preposti per sollecitare maggiori controlli sull’area di San Sago, area di forte pregio naturalistico incastonata nella valle del Noce”.

Sempre nel corso del meeting in Comune da parte di NuovaMente Tortora è stata avanzata la proposta di provvedere all’installazione, nei pressi degli impianti interessati, di telecamere di sorveglianza anche sulla base di una ordinanza comunale del 2006 che stabilisce la possibilità di conferire rifiuti negli stessi esclusivamente nelle ore di luce.

“La proposta – ha aggiunto il primo cittadino tortorese – è stata positivamente recepita e a breve avvieremo le pratiche per concretizzarla e dunque procedere all’installazione”.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Tortora, un progetto per la creazione di Cantieri culturali

Bando Borghi Mibact: Tortora partecipa con un progetto per creare uno spazio a disposizione dei …

2 comments

  1. http://www.pugliantagonista.it/openarea/9nov2008.htm

    E’ necessario che la gente sappia e conosca il rischio che c’è dietro la discarica di san sago, dietro le persone che gestiscono questa discarica, affinchè il nostro primo cittadino, colui che ha il dovere di tutelare la salute dei suoi cittadini, si senta protetto nel portare avanti ogni più dura battaglia. Dietro una discarica come quella di san sago girano troppi interessi, interessi che devono andare avanti, difesi e mascherati dai poteri politici regionali e nazionali. Solo con una cittadinanza informata e coesa si può dare fiducia, coraggio, tranquillità e determinazione al nostro sindaco che ha il dovere di proteggerci e tutelare la nostra salute , poi facimu puru u portu canali.
    Saluti
    Luigi Rotondaro

  2. Tutti uniti per salvare l’ambiente, il territorio cittadino…………..Tutti uniti!!!! Benissimo. Così sarebbe bello sempre per tutto!!!!!!!!!!!Collaborazione e a volte opposizione costruttiva!!!!!!!!!!!! Che Tortora sii di esempio ad altri Comuni viciniori, alla Comunità Montana, alla Provincia di Cosenza, alla Regione Calabria e, non per ultimo perché di minore importanza, anzi, di primaria importanza: al Parlamento italiano.
    Civico Consesso maturo!!!!!!!!! Si continui così: Maggioranza e minoranze, bene Lamboglia ed Altri, bene Giovannino Pagano e Giuseppe Chiappetta, bene Raffaele Papa ed Emilio De Filippo, bene Biagio Benvenuto. Così, per il bene di Tortora, ciò dimostra: democrazia, partecipazione democratrica e riformismo del nuovo per le prossime generazioni.
    Viva Tortora!!!!
    Franco Guerrera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright