Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, ultimi al primo giro di boa

Tortora, ultimi al primo giro di boa


Loscrivitu: duro intervento del movimento Tortora nel cuore
Dopo un anno dalle elezioni l’attacco alla Giunta Lamboglia

DI TORTORA NEL CUORE

TORTORA – “Benvenuti a Tortora, alle porte della cultura”, è lo slogan ricco di aspettative che l’amministrazione comunale tarda a mettere in atto.

Un anno di attività amministrativa è ormai passato, ma l’attuale gestione comunale continua a deludere, anzi a dormire e non solo perche siamo ad aprile.

Tortora è peggiorata e l’attuale maggioranza non ha ancora prodotto nulla, tutti i lavori in corso e gli altri che dovrebbero essere in cantiere sono frutto della gestione Silvestri. Ci sembra giusto rendere giustizia a chi ne ha il merito.

Quindi, le diverse opere pubbliche ricevute in eredità dalla precedente gestione, tanto bistrattata in campagna elettorale soprattutto dagli attuali amministratori, sono state iniziate in più luoghi, al centro storico come alla Marina, ma tali lavori iniziano, si fermano, riprendono e non arrivano a conclusione.

In via Marconi e nelle strade vicine si trovano cumuli di sabbia, materiale di risulta, mezzi di cantiere in sosta, marciapiedi in costruzione pieni di sporcizia, eppure si continua ad aprire cantieri su altre strade senza alcuna sicurezza, né per chi lavora, né per i pedoni.

Eppure l’anno scorso l’attuale sindaco affermava: “Entro fine mese, o al più tardi per metà giugno, i lavori su via Marconi saranno consegnati. Stiamo anche pensando di apportare alcune piccole modifiche che comunque non stravolgeranno la progettazione né comporteranno altri ritardi”.

La situazione non è diversa se si sale al centro storico: i cantieri sono senza controllo e semi abbandonati. Le strade che conducono alle frazioni montane, dissestate, piene di buche e senza alcuna manutenzione.

In località Poiarelli, invece, “colpo di gesso” e la piazza Madonna delle Grazie diventa parcheggio: nata male e finita peggio.

Questa amministrazione ha immaginato un’altra Tortora ma nei fatti quella attuale è peggiore di quella precedente.

I cittadini continuano a pagare un prezzo troppo alto per avere in cambio niente, pensiamo alla gestione dei rifiuti, di fronte ad un aumento della tassa del 30 percento il servizio è sempre più scadente, addirittura non vengono distribuiti nemmeno i sacchetti per l’immondizia. Ma questo è il meno! Rischiamo ancora una volta di essere coperti da cumuli di rifiuti. Mentre tanti comuni vicini si sono attivati per procedere alla raccolta differenziata ed alla costruzione di isole ecologiche, a Tortora si continua a sonnecchiare.

Ma dove sono i “già pronti” ed “esperti”? A cosa serve aver loro assegnato una delega e corrispondente indennità?

Il silenzio la fa da padrone, nei fatti ed anche nelle parole, non si ode assessore o consigliere delegato che promuova iniziative, programmi, progetti ed in Consiglio comunale a malapena rispondono all’appello.

Cosa fanno? Perché non mettono in atto i tanti buoni propositi pomposamente annunciati appena un anno fa?

Altra nota dolente la significativa assenza della vigilanza. Se alla Marina qualuno lo si vede, al centro storico sarebbe opportuno affiggerci dei manifesti con foto, anche solo per ricordare che esistono, specie in periodi di “lavori in corso”, alla montagna invece è dalle ultime elezioni amministrative che non si fanno notare.

Non si comprende il perché questa parte importante del comune non riesce a fornire i dovuti servizi alla collettività, sarà forse una matassa non facile da riordinare considerato che anche il consigliere appositamente delegato, pare, abbia gettato la spugna.

È stata così a lungo trascinata la soluzione al problema “randagismo” che si è arrivati alle polpette avvelenate. Del resto da “qualcuno” era stata paventata come unica soluzione possibile anche perché sicuramente più economica. Certo è che i cani randagi bivaccano liberamente per tutto il territorio con grave pericolo per la circolazione e per la sicurezza dei pedoni.

Apprezziamo la posizione assunta dal sindaco a tutela dell’ambiente, in particolare per l’adesione al Manifesto per il Fiume Noce, nonché per la questione San Sago che ci ha visto convinti sostenitori delle ragioni atte a limitare i danni derivanti da un particolare insediamento industriale, troppo vicino al corso del fiume ed in zona da sviluppare a fini turistici anche perché inserita nel progetto Parco fluviale bacino del Noce.

Nel contempo però, lamentiamo lentezza e scarsa incisività politico-amministrativa nel portare alla massima attenzione e soluzione le problematiche derivanti dall’impianto di depurazione, dal quale sorgono le vere preoccupazioni della cittadinanza tutta e dei comuni limitrofi, specie dopo l’inchiesta pubblicata sul quotidiano Il mattino di Napoli.

Siamo in procinto della stagione estiva e non ci è dato sapere se esiste un minimo di programmazione. Se c’è, che venga fatta conoscere per essere condivisa o almeno partecipata dai cittadini e soprattutto dagli operatori. Se invece non c’è, si è già fuori tempo massimo ad ulteriore danno che compromette la possibilità di rendere economicamente produttivo il periodo estivo.

Invitiamo quindi l’amministrazione comunale ad un salto di qualità. Le battaglie tra maggioranza ed opposizione sono politiche e non personali, ed hanno un solo ed unico obiettivo: il bene di Tortora.

Nel precedente manifesto avevamo indicato suggerimenti e proposte rimaste inascoltate. Ci facciano almeno conoscere le loro, se ci sono e, soprattutto, producano fatti che facciano crescere l’intero Comune di Tortora.

Alla forza delle donne del comitato Il corso in festa manifestiamo la nostra solidarietà e diciamo: “Andate avanti”. L’entusiasmo non deve essere smorzato o spento ma sostenuto ed incoraggiato affinché possa contagiare ogni area del territorio comunale. Ne abbiamo davvero bisogno.

Con l’occasione auguriamo a tutta la collettività tortorese i migliori auguri di buona Pasqua.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Richiesta danni Jova Beach Party: De Lorenzo: “Punto di non ritorno”

L’assessore dissenziente commenta scelta di sindaco e Giunta. Promozione ed economia locale polverizzate da mossa …

4 comments

  1. Ma bravi,
    è passato un anno, e logicamente state a lamentare il resoconto della maggioranza, e a parer mio oltre ad aver fatto qualcosa, comunque non hanno fatto danni come si stavano facendo prima, e mi riferisco a San Sago.
    Il verde è migliorato tantissimo, il lungomare è sempre pulito, P.zza Stella Maris sempre ordinata, P.zza Lanzini a dir poco eccellente, Manifestazioni Culturali non se ne vedevano da un bel po ( Archeologia, scavi ecc. ecc.), segnaletica migliorata, Articoli di giornale che iniziano a parlare finalmente di Tortora in Positivo, (Il quotidiano), molte più manifestazioni, anche se al Centro Storico si lasciano a desiderare le presenze, (vedi San Biagio 10 Tortoresi e 500 forestieri), è cambiata finalmente la società che fa la raccolta dei rifiuti, Finalmente asfaltata la prima strada dopo 5 anni, molti contributi a famiglie disagiate e molte borse lavoro, La presenza costante del Sindaco nel comune dalla mattina fino alla sera, amministratori come Gabriele, Praino, La Villetta, che sono sempre presenti sul territorio, un bilancio risanato in meno di un anno, iniziative e collaborazioni con le associazioni presenti sul territorio, e tante altre cose che all’occhi di Tortora nel cuore non si vogliono notare.
    Ma ……..quello che dico io eccetto il giornalista che per lavoro gironsola nel paese, a Voi di tnc chi vi ha detto che nel Nostro paese ci sono questi disagi, se non vi vediamo da quasi un anno circolare nel paese, mai in piazza, mai nelle manifestazioni, mai in un bar a prendere un caffè, mai in una pizzeria, eccetto la vostra, mai in una manifestazione, ma chi siete, dove vivete, ci siamo accorti della vostra presenza solo quando si parlava di ricorsi, ricorsi che hanno portato un ulteriore impoverimento delle tasche dei cittadini, perchè mentre voi cercavate contributi ai vostri elettori per pagarvi l’avvocato, l’amministrazione comunale si è dovuta difendere a spese dei contribuenti.
    Per cosa, per niente.
    Quindi concludo dicendo, che se i marciapiedi sono da completare, davanti la casa del presidente di tnc, e se le strade devono ancora essere completate, vuol dire che ci sono delle motivazioni valide.
    Poi nel dire che volete la collaborazione, be cosa vi devo dire, se non ve la danno vuol dire che non hanno fiducia in voi.
    ciao

  2. a me tnc nn mi stà molto simpatico come movimento politico, ma effettivamente tortora in quest’ultimo anno nn ha fatto nessun passo avanti, la piazza al bivio trasformata in parcheggio è semplicemente ridicola (ma poi tutti sti parcheggi a chi servono????) ma fate 2 parchi per i bimbi che ne abbiamo uno solo e per giunta sulla statale …. e tutte ste sa-rc??? facciamo ridere per 3 cantieri anni di lavori e poi giudichiamo le autostrade s.p.a!!! tutte le colpe nn sono di lamboglia&company ma ci stanno mettendo l’impegno per non cambiare nulla!!

  3. beaèto lei sign caruso che insieme ad i nostri amministratori si accontenta e risolve i problemi con un semplice cartellone oppure con due feste che non portano nessun beneficio economico al paese ma solo un costo per le casse comunali(soldi nostri) la loro utilità qualche è solo per far divertire gli amministratori o familiari a seguito vedi presenze.
    Mi pare che niente è cambiato infatti:
    i cani randagi ora sono aumentaiti pure e nessuna soluzione è stata presa;
    Spazzatura sole disservizi ed aumenti mentre ci tocca aspettare con tutta la calma le decisioni ma noi dobbiamo invece pagare subito;
    Piazza stella maris prima scassavano oggi ancora di piu’, bancarelle e paninari prima oggi ancora di piu’;
    Strade appaltate da due anni ed ancora da completare e finire tanto i cittadini possono aspettare;
    Invece mi sembra che i nostri amministratori si pagano e come tanto i cittadini possono fare beneficenza ed assistenzialismo prima campavamo altri oggi campiamo questi. Cari signori i tempi si sono fatti difficili per tutti quindi anche noi pretendiamo che chi ci amministra si svegli perchè non ci possiamo piu’ permettere di posticipare le cose altrimenti chi non è in grado si faccia da parte .

  4. Quanta amarezza in queste parole… quanta amarezza nel non aver nulla da dire, quanta amarezza quando per non dire il nulla c’è bisogno di mandare avanti altre persone. La politica di Papa ormai la conosciamo fin troppo bene: parole, cuore, amore e fatti nulla! Invece di criticare l’operato della maggioranza il secondo classificato farebbe bene a criticare la sua opposizione, che a differenza di Nuovamente Tortora è il nulla per l’appunto.
    E pensare che questa lettera parte con l’attacco ad un manifesto che da il benvenuto ai nostri Turisti, un manifesto figlio di un accordo a costo zero che questa amministrazione ha stilato con una società pubblicitaria.
    Egregio signor Sindaco, per tacere alcune critiche la prossima volta chieda a questa società che in cambio dell’istallazione di pannelli pubblicitari provvedano alla soppressione dei cani randagi o alla realizzazioni di qualche marciapiede, così forse saranno contenti!
    Suvvià signori miei, lasciate amministrare coloro che in un anno hanno fatto davvero tanto come Nicola Caruso nel precedente commento descrive.
    Mi chiedo dove sarebbero state le competenze della lista di tnc nell’affrontare determinate problematiche, tolto il signor Iorio 49 e qualche raro elemento, mi sarebbe piaciuto sapere come avrebbe spartito quelle deleghe di cui il volantino parla… E poi ragionier Papa proprio lei parla di collaborazione, lei che i suoi collaboratori li ha venduti per un piatto di lenticchie???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright