Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, i quesiti di Nmt

Tortora, i quesiti di Nmt


Tre interrogazioni di NuovaMente Tortora all’amministrazione comunale
Lumi su Parco nazionale Pollino, Cooperativa Artemisia e Borse lavoro

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – A che punto è l’iter di riperimetrazione del Parco del Pollino? Quali compiti sta svolgendo il personale della cooperativa sociale Artemisia? Come sono state assegnate le Borse lavoro?

Sono le domande che si pongono i componenti del movimento politico culturale Nuovamente Tortora e che i rappresentanti in Consiglio comunale, i consiglieri di minoranza Giovanni Pagano e Giuseppe Chiappetta, hanno rigirato all’amministrazione comunale tortorese.

Il tutto, attraverso tre distinte interrogazioni protocollate presso il municipio di via Panoramica al porto con richiesta di risposta scritta  ed orale nel prossimo Consiglio comunale.

Il Comune di Tortora ricade nel Parco nazionale del Pollino attraverso le frazioni montane di Acqualisparti, Melara, Sant’Elia, Piani del Carro, San Nicola, Massacornuta e Massadita. Per le popolazioni di questa porzione di territorio comunale il Parco non ha ancora incarnato il ruolo di strumento di sviluppo e sin dalla sua nascita, nel 1993, si sono susseguite richieste di revisione dei confini.

L’ultima, risale al marzo del 2009, è stata recepita dalla Comunità dell’ente Parco, organo consultivo e propositivo, e adottata il mese successivo dal Consiglio direttivo, organo di gestione nominato dal ministro dell’Ambiente.

L’adozione ha avviato l’iter istituzionale di verifica della fattibilità della riperimetrazione con il coinvolgimento dei comuni interessati.

Anche l’adozione del Piano del Parco è in itinere. Si tratta dello strumento, stabilito da apposita legge quadro, per la regolarizzazione socioeconomica e urbanistica del territorio attraverso una nuova suddivisione zonale.

Secondo i consiglieri di Nmt, la porzione tortorese del Parco potrebbe ricadere nella zona D che dovrebbe presentare meno vincoli per le popolazioni residenti.

Sulla complessità di questi processi burocratici che coinvolgono l’ente Parco, il Comune di Tortora ed il ministero dell’Ambiente Nmt chiede lumi tirando in ballo in particolare l’assessore preposto, Franco Chiappetta.

Altra interrogazione è stata depositata per avere chiarezza “In merito alla natura e all’entità dei servizi a supporto delle attività collegate al sisma del 1998” affidati per 12mila euro alla cooperativa sociale Artemisia di Buonvicino.

L’ultimo quesito è invece sulle borse lavoro. Per il prossimo civico consesso i consiglieri di Nmt si attendo risposte si “Criteri utilizzati per l’assegnazione delle Borse lavoro – è scritto nel documento protocollato in Comune – e se questi rispecchiano i principi del regolamento comunale per l’erogazione dei servizi socio-assistenziali”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Reddito di cittadinanza: cerco lavoro da due anni, ma sono troppo qualificato

Una storia reale dal Tirreno cosentino. Una come tante, infarcita di delusione e rabbia. “Mi …