Home / COMUNI / DIAMANTE / Mare pulito, accordo Arpacal-guardia costiera

Mare pulito, accordo Arpacal-guardia costiera


Una partnership tra Agenzia ambiente regionale e guardia costiera
Obbiettivo monitorare le acque del Tirreno da Tortora ad Amantea

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – Una partnership tra Arpacal e guardia costiera per il controllo ed il monitoraggio del litorale del Tirreno cosentino da Tortora ad Amantea.

La convenzione è stata siglata da  Francesco Falco, direttore del Dipartimento provinciale di Cosenza dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria, e il capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia Marina, colonnello Luigi Piccioli.

Grazie a questo accordo i tecnici Arpacal potranno imbarcarsi sulle motovedette della guardia costiera dislocate nei porti di Diamante, Cetraro, San Lucido ed Amantea, per effettuare prelievi mensili nell’ambito della campagna di balneazione 2011fino al 30 settembre. 

Le sessioni di campionamento, 42 in tutto, saranno effettuate in tutti i centri balneari del territorio per monitorare lo stato delle acque

 “Con questa sinergia – hanno spiegato Piccioli e Falco – si riuscirà  a fare in modo che il massimo risultato di efficienza per la collettività sia ottenuto da due organi dello Stato, con la massima professionalità che contraddistingue sia l’Arpacal sia la guardia costiera”.

Le unità navali della guardia costiera opereranno sotto il coordinamento del capitano Antonello Ragadale, capo servizio operativo della guardia costiera di Vibo Valentia Marina, mentre il personale che effettuerà i prelievi per conto dell’Arpacal opererà sotto il coordinamento della dottoressa Evelina Provenza, responsabile dell’esecuzione dei campionamenti.

Qualora non dovesse essere possibile rispettare il calendario di campionamento della convenzione, per eventuali avverse condizioni meteo marine, le missioni saranno recuperate appena le condizioni del mare lo consentiranno.

“Siamo convinti – aggiungono i responsabili Arpacal e della guardia costiera – che tale operato darà ottimi risultati in quanto le acque del Tirreno cosentino saranno analizzate con rigore scientifico, per ottenere una mappatura aggiornata delle acque di balneazione a favore dei turisti e bagnanti che affolleranno le spiagge”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Reddito di cittadinanza: cerco lavoro da due anni, ma sono troppo qualificato

Una storia reale dal Tirreno cosentino. Una come tante, infarcita di delusione e rabbia. “Mi …

One comment

  1. Considerando la situazione nelle passate estati, si spera che si possa avere un mare più pulito e balneabile! Maria 37