Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, in Consiglio il rendiconto 2010

Tortora, in Consiglio il rendiconto 2010


6 maggio ore 20 Consiglio sul rendiconto finanziario del 2010
Commissione del traffico: probabile assenza consiglieri Nmt

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – Il rendiconto dell’esercizio finanziario per l’anno 2010 all’attenzione del Consiglio comunale.

Torna a riunirsi il civico consesso di Tortora nel comune altotirrenico alle 20 di venerdì 6 maggio nella sala di via Panoramica al Porto.

Nel corso della seduta, convocata dal presidente del consiglio Giovanni De Paola, è dunque in esame il rendiconto, o bilancio consuntivo. Si tratta di un fondamentale documento economico predisposto dalla Giunta comunale ed approvato dal Consiglio solitamente entro il 30 aprile dell’anno finanziario successivo a quello cui si riferisce. In esso sono certificate le entrate e le spese sostenute dall’ente nell’esercizio finanziario precedente.

Ad esporlo, prima dell’approvazione, l’assessore al Bilancio del Comune di Tortora, Filippo Matellicani (foto).

Secondo ed ultimo punto all’ordine del giorno, l’elezione di un componente della minoranza nella commissione per l’efficientamento della circolazione stradale che dovrà modificare alcuni sensi di marcia nel quartiere Marina in particolare in arterie come via Da Vinci e corso Marconi oggetto da tempo di lavori di rifacimento tutt’ora in corso.

I lavori rientrano nel progetto per la realizzazione di opere per la raccolta di acque bianche, illuminazione, marciapiedi e rete idrica per le traverse e parallele al Lungomare Sirimarco già avviate dalla precedente amministrazione comunale con somme residue, circa 600mila euro, del mutuo da 900mila euro contratto nel 2007 per il prolungamento del lungomare stesso fino a via Panoramica al porto.

Della commissione consiliare fanno già parte i consiglieri di maggioranza Vincenzo Accardi, Domenico Gabriele, Angelo Fondacaro e il consigliere di minoranza Emilio De Filippo. Tutti eletti nel corso del Consiglio comunale di lunedì 18 aprile.

In quella occasione, la commissione è stata formata in maniera incompleta a causa delle assenze di ben tre componenti della minoranza su cinque: Biagio Benvenuto di Tortora città democratica e i due consiglieri di NuovaMente Tortora, Giovanni Pagano e Giuseppe Chiappetta.

Questi ultimi, non partecipano al civico consesso dallo scorso novembre per dissidi con la maggioranza dovuti al non rispetto dell’articolo 37 dello statuto comunale sulla programmazione consiliare. Della questione, è stato investito il dipartimento Autonomie locali del ministero dell’Interno che ha aperto un fascicolo ora al vaglio del Prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro.

Stando alle ultime indiscrezioni i consiglieri di Nmt, attesi martedì 10 maggio in prefettura proprio per questa vicenda, non dovrebbero partecipare all’assise neanche in questa occasione.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Incendi in Calabria, domato incendio a Castrolibero

Alimentato dal vento. In fiamme un bosco vicino ad alcune abitazioni. In azione vigili del …

One comment

  1. francoguerrera

    Premetto che a scrivere per me è un mio amico venuto a farmi visita in quanto ho fatto un mese fa un trapianto di cornea all’occhio destro e, quindi, sono ancora impossibilitato all’uso del pc.
    Parlando di politica locale questo amico mi ha riferito che stasera si terrà il Consiglio Comunale e si discuterà – fra l’altro – di “viabilità e circolazione stradale” prevedendo l’integrazione dell’apposita Commissione già nominata. Da ciò abbiamo preso spunto e vorrei sollevare un problema per i praticanti del ciclismo e di tutti coloro che utilizzano la bicicletta. A Tortora non esiste una pista ciclabile che permetterebbe di pedalare con tranquillità fra praticanti. Il motivo per cui non ci sia non lo conosco, quello che so è che la pista ciclabile esiste nella vicinissima Praja a Mare e proprio a quella, volendo, si potrebbe collegarla con un serio progetto che farebbe felici e contenti non solo i tortoresi ma anche numerosissimi turisti che frequentano ilnostro territorio con conseguenze,perché no, negative anche per il turismo. Il “ciclista tortorese e non” , per ovviare a questa mancanza, si trova costretto a transitare e a pedalare, con tutti i rischi, sulla Via Lungomare Col. Francesco Sirimarco, ma anche sulle vie imterne e parallele e a volte,caricare la bici sull’auto e migrare verso la pista ciclabile più vicina (Praja a Mare= oppure a pedalare sulle strade statali super trafficate con i conseguenti rischi, dovuti soprattutto alla mancanza di rispetto da parte degli automobilisti e vi assicuro che non è bello pedalare con il terrore di essere “investiti”. Lavorando nell’Ufficio Tecnicoo del Comune di Tortora – Settore lavori pubblici, ricordo che molti anni fa fu dato incarico ad un libero professionista di predisporre un progetto “piste ciclabili” che doveva essere presentato alla Regione Clabria per ottenerne i propedeutici finanziamenti, ma detto progetto non è stato mai caldeggiato e nemmeno altri progetti ex novi.
    Chissà se questo mio intervento può trovare attenzione da parte dell’Amminsitrazione Comunale. Chissà.
    Saluti da Franco Guerrera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright