Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, è scontro su strade e Stella Maris

Tortora, è scontro su strade e Stella Maris


L’amministrazione annuncia il riavvio dei lavori stradali
Critiche dalla opposizione anche su piazza Stella Maris

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – Asfalto, marciapiedi, condotte per le acque piovane. Fervono i lavori nel quartiere Marina di Tortora, ripresi proprio in questi giorni dopo un periodo di arresto a cavallo delle feste pasquali e legato a difficoltà della ditta appaltatrice.

La realizzazione delle opere è ripresa da via Leonardo Da Vinci, con la posa in opera di due nuove vasche di raccolta ed annesse pompe idrauliche.

“L’intera Da Vinci – ha dichiarato il sindaco di Tortora, Pasquale Lamboglia – sarà dotata di un sistema di raccolta delle acque bianche più efficiente per risolvere i problemi che si verificano ad ogni pioggia. Contiamo di terminare le opere previste prima dell’arrivo del flusso di turisti”.

I lavori indicati dal sindaco prevedono anche la posa dell’asfalto nel tratto mancante di viale Marconi, da qualche giorno riaperto al traffico, in via Fratelli Bandiera e in via Alcide De Gasperi.

“Purtroppo – ha aggiunto Lamboglia – i disagi sono inevitabili ma cercheremo di non arrecarne ulteriori nei mesi di luglio e agosto”.

Un punto di vista non tollerato dal gruppo di minoranza Tortora nel Cuore. Il capogruppo, Raffaele Papa, parla a tal proposito di amministrazione priva di programmazione e lontana dai problemi della collettività.

“Non si rendono conto – ha dichiarato – che al 9 giugno l’estate è già iniziata, avrebbero dovuto essere più attenti dal momento che le attività commerciali di queste strade vivono forti disagi e conseguenti perdite economiche”.

“Quel che è fatto è fatto – ha invece commentato Biagio Benvenuto di Tortora Città democratica – le polemiche sono inutili, serve guardare avanti e risolvere i problemi”.

Sempre in tema di opere pubbliche, dall’opposizione, Nuovamente Tortora critica le scelte su piazza Stella Maris dove il programma triennale delle opere prevede un appalto unico per la realizzazione di una struttura commerciale di ristoro.

“Favorendo un unico soggetto economico – dichiarano Pagano e Chiappetta di Nmt – si rischia di affossare le realtà locali più piccole già presenti.  Sarebbe auspicabile – aggiungono – progettare più strutture di dimensioni minori in modo da permettere a tutte le microimprese tortoresi di beneficiare delle possibilità offerte dalla piazza”.

Una posizione condivisa pienamente anche dagli altri due gruppi di minoranza e non esclusa del tutto dall’amministrazione comunale.

“Con la nomina del nuovo segretario – ha dichiarato il sindaco Lamboglia – predisporremo un bando con concorso di idee. Ciò che verrà realizzato dipenderà dalle proposte che verranno presentate dai partecipanti”.

In merito, Raffaele Papa di Tnc ha sottolineato in tono polemico che ad ogni disfunzione manifestata l’amministrazione comunale frappone la sostituzione del segretario comunale. “Come se Morabito – ha dichiarato Papa – fosse il capro espiatorio di ogni problema del paese. Ciò è ingiusto anche perché abbiamo sempre apprezzato il suo operato”.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Operazione Demetra, torna in libertà ex dipendente comunale

Il riesame ha rivisto la posizione dell’uomo che secondo gli investigatori favoriva lo sfruttamento di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright