Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, le fonti alternative vanno a scuola

Tortora, le fonti alternative vanno a scuola


Finanziato impianto fotovoltaico sul tetto della scuola Cavaliere
Fondi regionali (75%) e comunali (25%) per un totale 93mila euro

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – Le fonti alternative vanno a scuola. Nel Comune di Tortora sarà realizzato un impianto fotovoltaico sul tetto della scuola elementare Cavaliere, nel quartiere Poiarelli, grazie a fondi regionali.

Lo rende noto una nota dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione economica, Filippo Matellicani (foto).

“Il nuovo governo comunale – è scritto nel comunicato stampa – così come da programma amministrativo e attraverso l’impegno fattivo dell’assessore all’Ambiente, Franco Chiappetta, e del consigliere delegato alle Fonti energetiche alternative, Biagio Lavilletta, è stato subito efficace nell’iniziativa di portare tecnologie innovative ed ulteriori risorse economiche sul territorio”.

L’impianto ha un valore di circa 93mila euro. Di questi, il 75 percento, pari a oltre 70mila euro, è finanziato dall’assessorato alle Attività produttive della Regione Calabria, il resto della somma è invece a carico dell’ente tortorese attraverso l’impegno di parte dell’avanzo di amministrazione relativo all’esercizio 2010.

È prevista una produzione annua di circa 26mila 800 kilowatt che contribuiranno ad un risparmio di oltre 3mila euro l’anno dal momento che, nello stesso lasso di tempo, la scuola ha un consumo di 25mila kilowatt.

“Il Comune, inoltre – specifica il comunicato stampa della Giunta – intende applicare il Conto energia sullo stesso impianto che dovrebbe garantire ulteriori risorse da parte del Gestore dei servizi energetici (Gse) per circa 8mila 500 euro annui per venti anni. Le tecnologie fotovoltaiche consentono, inoltre, di valutare il minore consumo di Tonnellate equivalenti di petrolio (Tep) che per l’impianto in esame è di circa 100 Tep in vent’anni. Quindi – conclude Matellicani – una risposta amministrativa concreta alla necessità di ridurre i costi ambientali e finanziari a favore delle generazioni future”.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Covid, rientri in Basilicata: Regione istituisce piattaforma

Sul web uno spazio dedicato ai cittadini che vogliono entrare in Basilicata e come alternativa …

3 comments

  1. si,bella notizia,aggiungo che questo sara anche molto educativo per gli alunni della scuola.
    spero ci saranno ancora piu iniziative a livello energetico ed ambientalistico,come cicco spero nell’avio della raccolta differenziata.

  2. iniziative di questo genere non fanno altro che far crescere tortora,bisogna continuare su questa strada,anzi serve maggiore impegno di tutti per cercare di salvaguardare il territorio,anche con la raccolta differenziata dei rifiuti,che spero da settembre sia operativa come da previsione..

  3. Franco Guerrera

    Bella notizia.
    Dopo la Scuola Media “A. Fulco” di Viale Marconi e l’edificio della Residenza comunale di Via Panoramica, un altro edificio (scuola) viene finanziato per l’attuazione di energia rinnovabile.
    Si è sulla buona strada.
    Bene alla risposta: “NO AL NUCLEARE”!!!!!!!!!!
    Franco Guerrera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright