Home / FOTO / Praia a Mare, in cenere una pineta

Praia a Mare, in cenere una pineta


Primo grande incendio dell’estate 2011 sull’Alto Tirreno cosentino
Le fiamme distruggono ettari di pineta e lambiscono le abitazioni

lido azzurro calabria santa maria cedro mare

DI GESTIONE

PRAIA A MARE – La rabbia degli amanti del verde per i tanti ettari di pineta inceneriti dal vasto incendio esploso nel pomeriggio di domenica 24 agosto in località Saracinello a Praia a Mare.

Pressoché inutile l’intervento del Corpo forestale, delle squadre Aib del Consorzio integrale di bonifica e dei vigili del fuoco di Scalea con mezzi di terra e d’aria.

elezioni regione calabria 2021

Attimi di apprensione quando le fiamme hanno lambito alcune abitazioni costringendo i residenti ad allontanarsi. I roghi proseguono anche nella mattinata di oggi, lunedì 25 luglio.

Nelle prossime ore, ulteriori aggiornamenti e una fotogallery del disastro al quale possono partecipare tutti i lettori inviando gli scatti a a.polizzo@email.it o ‘taggando’ Blogtortora Infopinione su facebook.

[imagebrowser id=11]

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

A Scalea per lavoro stagionale, arrestato campano accusato di rapina

Il pluripregiudicato è accusato per il furto di un Rolex nel porto di Genova. Catturato …

3 comments

  1. fin quando non si vigila in maniera concreta sul territorio boschivo ci saranno sempre atti di questo tipo,andrebbero inasprite le pene,e dati pieni poteri di polizia alle pattuglie di forestali che devono monitorare il terrtorio

  2. nn ci sono parole per commentare l’ennesimo scempio che il ns territorio subisce!!! solo tristezza ed amarezza

  3. Franco Guerrera

    Nonostante il segno di attenzione e controllo costante degli operatori, purtroppo, bisogna constatare che siamo già in estate inoltrata, e un importante servizio come quello antincendio non è stato efficace in modo omogeneo nel territorio della provincia di Cosenza e in particolare nell’ Alto Tirreno cosentino, ed ad oggi registriamo ciò che è successo ieri e anche stamattina.
    Volendo dare una valutazione al fatto c’è da ammettere che questo incendio, ma tutti gli incendi, rappresenteranno la principale causa dell’impoverimento e del degrado del patrimonio forestale e determinano gravi squilibri all’ecosistema forestale e all’ambiente ponendo, in alcuni casi, a rischio le popolazioni che, in ambito rurale, ma non solo, risiedono.
    Fondamentale il pronto intervento sui focolai di incendio per l’efficacia delle operazioni di spegnimento è stato, malgrado tutto, deludente.
    Deludente, quindi, gli investimenti di vari milioni di euro stanziati dalla Giunta regionale, tutto è andato “in fumo”.
    Franco Guerrera da Tortora.

error: Materiale protetto da copyright