Home / CRONACA / Praia a Mare, 90 milioni per il porto

Praia a Mare, 90 milioni per il porto


Bando illustrativo per la darsena turistica di Praia
Adesso la parola ai privati che vorranno investire


DI MARTINO CIANO

PRAIA A MARE – Novanta milioni di euro, quasi 180 miliardi delle vecchie lire. Questa la cifra prevista per la realizzazione del porto turistico di Praia a Mare.

L’opera è stata già inserita nel Piano programmatico triennale delle opere pubbliche approvato nel corso del consiglio comunale del 31 marzo scorso.

L’intervento dovrà essere realizzato con fondi privati, il che apre le iscrizioni alla lotteria dei possibili investitori, i quali in questi tempi di crisi dovrebbero trovare davvero molti vantaggi per mettere mano al portafogli.

L’area dovrebbe sorgere nei pressi dell’ormai ex Marlane, la capienza minima prevista è di 500 posti barca, di cui massimo 100 posti riservati a natanti di lunghezza superiore a 15 metri e un massimo di 5 posti riservati a natanti di lunghezza superiore a 25 metri.

Dovrà essere prevista una pompa per il rifornimento di carburante e di conseguenza anche un’area attrezzata per la manutenzione dei natanti, con la realizzazione di almeno due serbatoi che garantiscano le riserve di acqua. A far da corollario alla darsena anche opere destinate alla ricettività alberghiera, alla ristorazione, nonché zone espositive e pronte ad ospitare manifestazioni a carattere fieristico.

Pertanto dovrà sorgere: una sala polifunzionale atta a contenere rappresentazioni teatrali, conferenze e spettacoli musicali. La sala dovrà avere minimo 500 posti a sedere, con la possibilità di frazionamento per ottenere spazi piccoli, e servizi generali per il ristoro e il tempo libero.

Se ciò non bastasse dovrà esserci anche un eliporto, aree sportive e per il relax, alloggi per gli addetti alle attività portuali, e un ampio parcheggio anche questo di minimo 500 posti, ossia uno ogni posto barca.

“Un progetto sicuramente pretenzioso – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici di Praia Maurizio Ariete – ma darebbe molto al territorio qualora andasse in porto. Significherebbe – ha concluso – posti di lavoro, opportunità per l’intero comprensorio e seria riqualificazione del comparto turistico – ricettivo”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

incidente stradale cedro bmw fiat

Santa Maria del Cedro, incidente stradale su via Degli Ulivi

Scontro tra due automobili nei pressi dello svincolo di Grisolia. Non ci sarebbero conseguenze per …

15 comments

  1. Porto Turistico: – Il Comune di Praja a Mare fa sul serio.
    La Giunta Comunale ha adottato l’atto deliberativo, avente ad oggetto:
    “Costituzione di darsena/porto turistico con annesse attività a terra, cantieristica, rimessaggio, assistenza, amministrativa, ecc. – autorizzazione all’indizione della gara per la ricerca del promotore – approvazione schema avviso indicativo di project financing di cui all’art.153 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n.163 e s.m.i. – approvazione schema estratto avviso indicativo di project financing per la pubblicazione su quotidiani – G.U.R.I. – G.U.C.E. – CIG : 3224943B24 – CUPb E19I11000020005”.

    Ed è già è stato pubblicato all’Albo Pretorio on-line la manifestazione di interesse:

    “AVVISO INDICATIVO DI PROJECT FINANCING COSTRUZIONE DI DARSENA/PORTO TURISTICO CON ANNESSE ATTIVITÀ A TERRA, CANTIERISTICA, RIMESSAGGIO, ASSISTENZA, AMMINISTRATIVA, ECC., MEDIANTE PROJECT FINANCING DI CUI ALL’ART. 153 E SEGUENTI DEL D.LGS. 12/04/2006 N. 163 E SMI. CIG: 3224943B24 CUP: E19I11000020005”.
    Chi vuole visionare integralmente l’avviso può collegarsi su: http://albopraiaamare.asmenet.it

    In tal senso il Comune di Praja a Mare dà inizio all’iter burocratico per la “sospirata” opera portuale. Un plauso.
    Franco Guerrera da Tortora.

  2. per Luca nomino il sindaco in qualità di assessore ai lavori pubblici motivazione le strade appaltate e con copertura finanziare dovevano essere finite prima dell’estate invece si è fatto una dormita(letargo ) il paese sicuramente sarebbe stato piu’ accogliente invece non è stato così e penso che molte persone non ritorneranno piu’ anche per questo ….poi a voi la votazione

  3. PS sono di parte perchè sono laureato in conservazione dei beni culturali (scusate l’OT)

  4. cmq fatto a dovere il parco archeologico è una buona cosa..sarò di parte ma non è un progetto tanto da bistrattare,tortora ha un patrimonio storico-archeologico,da far invidia a molte città italiane,ma non viene sfruttato,ed i reperti ospitati a palazzo casapesenna sono solo il 20% di quello che hanno portato alla luce gli scavi,tortora ha una storia plurimillenaria,dovremmo sfruttarle queste ricchezze,e dovremmo sfruttare anche le zone della “montagna” ricche di boschi e sorgenti,il porto lasciamolo ai “pisciaioli”,noi “avimu nu muzzicu” di mare (abbiamo poca spiaggia) e dove lo dovrebbero fare il porto..intanto sul palecastro il foro romano giace in condizioni pessime,ed i reperti sono alloggiati senza restauro nei magazzini in attesa di qualcuno che li riporti al loro antico splendore,le risorse fluviali e boschive le distruggiamo vedi l’affaire San Sago,gli alberi vengono distrutti dagli incendi dolosi,la spazzatura non viene raccolta in modo civile (manca la cultura della differenziata),l’acqua viene sprecata,l’ospedale lo stanno chiudendo,e noi abbiamo “il chiurito di culo” (passatemi la colorita espressione) di pensare al porto di Praia che FORSE nel 2060 si farà..

  5. tutto bene…manca come al solito la proposta…se ti va posso suggerirti visto che sei il grande fratello…al di sopra di tutti….di eleminarne uno a settimana con un televoto..per le nomination pensaci tu..dopo decidi i nuovi ingressi che saranno sicuaramente capaci di realizzare i sogni…un saluto al grande occhio….Luca Dulcetti

  6. arrivato a questo punto il porto sarà solo un sogno….
    -il nostro sindaco punta sul parco archeologico perchè oramai noi facciamo parte del passato e non del futuro-…..-il vicesindao punta per rilanciare il ns paese sulla nuova canzone senza parole, senza parole, senza parole e musica immaginaria-…..
    -l’assessore all’ambiente sul nuovo sistema di terme al fogno-……. l’assessore al bilancio sull’economia del parentato-……..-assessore alla cultura = mondocultura atena-…..assessore al turismo punta invece ma a praia……-il delegato alla viabilità punta sul nuovo modello di strisce all’arcobaleno ogni anno cambia colore-….pio abbiamo gli altri consiglieri che puntano pure loro sul passato infatti si sono fatti pietrificari con la mano alzata da portare al museo.

  7. Sarà meglio della Costa Azzurra dove vi sono 30 porticcioli turistici in poco più di cento chilometri, un vero record.

  8. Angelo Benvenuto

    Sarà un porto bellissimo…come quello di Tortora…

  9. ero piccolino e sentivo parlare di porto canale..porticciolo turistico..ho anche avuto la fortuna di vederlo (appeso al muro)…se abbiamo la fortuna di vivere con tutti gli scongiuri del caso,magari durante una partita a briscola o a mariangela parleremo di un porto che forse sara’ realizzato nel nostro paese o magari nella vicina Praia..sperando che in questo lasso di tempo qualche sceicco o finanziere russo ci faccia un bel regalo (per Natale sarebbe l’ideale)…ci sara’ il derby con Scalea….fra 40 anni sapremo chi avra’ vinto…luca dulcetti

  10. ——————–Signor Benvenuto, ci vuole spiegare gentilmente perché è: “una pagliacciata”?!?
    ——————–Liquidare così un eclatante evento non è di certo “una pagliacciata”, anzi tutt’altro!!!!!!!
    Franco Guerrera da Tortora.

  11. …….si dai anche Tortora e perché no….anche San Nicola ci vuole un porto….. che bello già vedo quel giorno quando una serie di personaggi illustri della TV e facoltosi imprenditori potranno approdare al Porto di Praia a Mare o a quello di Scalea……….
    Cortesemente non parliamo più di queste pagliacciate…
    A parte i tempi tecnici per la realizzazione ci sono tempi bibblici per le autorizzazioni, e per vedere qualcosina è buona cosa che i comuni limitrofi si uniscano. L’unione fa la forza

  12. Angelo Benvenuto

    una sola parola…CHE PAGLIACCIATA!

  13. Non è trascorsa nemmeno una settimana da quando è stata data una notizia (bella) per il popolo scaleoto e per l’intero comprensorio dell’Alto Tirreno cosentino che Scalea avrà il suo “porto turistico”!!!
    Scrivevo su questo stesso “blog” che la notizia (bella, rimarco) oramai è sulle pagine di tutti i giornali-quotidiani non solo a tiratura regionale ma anche a livello nazionale e diffusione della stessa è data ampiamente dalla radio-tv pubbliche e private e molto pubblicizzata da RETEDIGIESSE con tanta professionalità.
    A distanza di soli cinque giorni viene data – quindi – analoga notizia (bella) per il popolo prajese e per l’intero comprensorio dell’Alto Tirreno cosentino che anche Praja avrà il suo “porto turistico”!!!
    Amici prajesi (Amministrazione Comunale e Cittadinanza tutta) fate in modo che Praja possa realizzare il “porto-turistico” previsto nell’area “ex Marlane”, di sicuro sarà, insieme ad altre strutture, il volano dell’economia praiese e del circondario, tenendo debito conto che anche Maratea si accinge a costruire il suo “porto-turistico” nella vicina Castrocucco!!!

    Hai ragione “Albè”, quando hai scritto quella Tua considerazione per Tortora, oggi riportata, lo hai fatto in risposta al mio commento: è vero Tortora non aspetta da 20 anni ma da oltre 30.
    Ma perché ho voluto scrivere questa cosa, lo spiego subito.
    Peccato ancora una volta Tortora, la nostra Tortora perde l’occasione di poter realizzare il progetto del “Porto-Canale-Turistico” o semplicemente “porto-turistico” oltre trentennale – quindi – più volte aggiornato, modificato e riaggiornato.
    Non è oggi su questo post che farò la cronistoria del progetto del “Porto-Canale-Turistico” o semplicemente “porto-turistico” con mie opinioni, anche critiche (costruttive s’intendono – Sic!!!), se il Gestore me ne darà possibilità nei giorni che verranno essendo il sottoscritto dipendente del Comune di Tortora – Ufficio Tecnico Lavori Pubblici sin dal 2.gennaio.1983 e – quindi – a conoscenza della lunga e tormentata storia del “porto-canale-turistico” o semplicemente “porto-turistico”.
    Intanto è notorio a tutti che l’ultima Amministrazione Silvestri aveva predisposto un progetto di massima, preliminare, il cui titolo è: “TORTORA CITTA’ MARINARA”, progetto in stile integrato che non si limita alla realizzazione del solo “porto” ma comprende altre strutture per il territorio.
    Ne riparleremo!!!!!!!!!!!!!!!!
    Franco Guerrera da Tortora.

  14. Si è vero sarebbe stato meglio che il porto
    venisse costruito a tortora ma è anche vero che il lungomare tortorapraia sembrano un tutt’uno e penso ce comunque tortora ne guadagnera tanto da questa cosa

  15. Come volevasi dimostrare.

    Vi invito a leggere il mio breve intervento (premonizione?) del 12 settembre 2011 delle ore 20:55

    http://www.blogtortora.it/?p=5440&cpage=1#comment-9377