Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, la Giunta per l’Istituto comprensivo

Tortora, la Giunta per l’Istituto comprensivo


La Giunta delibera per l’Istituto comprensivo scolastico
Le scuole medie sottratte alla direzione di Praia a Mare

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – Tortora si tiene la sua autonomia scolastica. La Giunta comunale, infatti, ha recentemente deliberato in merito mediante l’istituzione dell’istituto comprensivo. 

La nuova organizzazione prevede scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Il tutto, nell’ambito della razionalizzazione della rete scolastica della Regione Calabria, in corso di elaborazione.

Alla base della decisione della Giunta Lamboglia alcune prese d’atto.

“Per i plessi scolastici di cui si chiede il mantenimento – si legge nella delibera di Giunta – esiste la disponibilità di locali con specifica destinazione L’andamento della crescita demografica dei nati negli ultimi anni assicura il mantenimento degli standards previsti dalle normative regionali”.

Inoltre l’esecutivo tortorese ritiene di buon livello l’attuale livello di servizio scolastico con riferimento al trasporto e alla mensa.

“Una diversa configurazione dell’organizzazione scolastica – è scritto ancora nel documento della Giunta – esporrebbe a sicuri fenomeni di dispersione, probabile abbandoni e disagi per gli utenti e le famiglie”.

La deliberazione è stata assunta e trasmessa all’assessorato alla Pubblica istruzione della Provincia di Cosenza per il prosieguo del procedimento, e ai dirigenti scolastici del Circolo didattico di Tortora e della scuola media statale di Praia a Mare.

“L’atto – ha commentato il sindaco Pasquale Lamboglia – rivede in effetti una delibera precedente e mira a riportare sotto una direzione scolastica interamente tortorese tutti i gradi distruzione comprese le scuole medie, oggi sotto la direzione di Praia a Mare. Ma non per campanilismo – aggiunge il primo cittadino – bensì per razionalizzare. Saremmo stati anche favorevoli – ha poi proseguito Lamboglia – ad un istituto unico per i due comuni, ma in caso contrario preferiamo che ognuno abbia il suo”.

Ora si attende la decisione in merito da parte della Provincia di Cosenza che intanto ha deciso per una proroga dei tempi per il Piano di dimensionamento scolastico per consentire anche ai comuni che non raggiungono la soglia dei 500 alunni di dotarsi di una propria direzione scolastica.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Coronavirus Calabria: 691 casi totali (+22), morte altre 3 persone

Dati 2 aprile 20202. 41 i decessi. Torna il segno “+” in tutte le voci, …

4 comments

  1. Franco Guerrera

    PER LA SCUOLA ORGOGLIOSAMENTE MUNICIPALISTI!!!
    Ma si, Sindaco, che ci taccino pure di “MUNICIPALISMO” su ciò che orgogliosamente avevamo sostenuto ed oggi sosteniamo: la gloriosa Scuola Media “Amedeo Fulco” sia di Tortora e non dipenda da Praja a Mare, ma nulla contro Praja.
    Un episodio: tanti anni fa ebbi un forte “scontro-verbale” con un Assessore comunale con delega alla Pubblica Istruzione accusandolo che chi (Lui Sic!!!) avrebbe dovuto difendere con denti stretti l’autonomia della Scuola Media di Tortora si dileguava e si nascondeva dietro le imperfette norme che disciplinavano l’organizzazione scolastica, tanto fu lo scontro che rivendicai l’autonomia in specie più io, con orgoglio, che Lui che ne aveva più titolo a farlo da più punti di vista.
    Tant’è che fui minacciato dallo Stesso Assessore di politicizzare, nella qualità di dipendente comunale, un episodio che non mi interessava affatto.
    Negli anni successivi ho frequentemente ripetuto che: “…….che il compianto Preside Prof. Amedeo Fulco, da lassù, non aveva sicuramente approvato quella sciagurata scelta fatta da una breve parentesi politica-amministrativa da parte di quell’Amministrazione Comunale ma soprattutto di quell’Assessore………..”.
    Oggi riprendiamoci ciò che è nostro ammettendo di essere ORGOGLIOSAMENTE MUNICIPALISTI!!!
    Franco Guerrera da Tortora.

  2. grande fratello

    mi scusi ma la novita qual’è?

  3. finalmente dire.. nessun comprensorio ne sport ne scuole la parola d ordine autonomia

  4. grande fratello

    vi dico io cosa cambia ulteriore spese per la collettività(nazionale)…..altro che ridurre i costi qui la politica(nazionale) sa solo fare i propri interesi e chi prende subito la palla al balzo senza fregarsene delle conseguenze…altro che comprensorio unione dei comuni ecc ognuno guarda al suo orticello La politica è a Zero anzi a sottozero e poi fanno i tagli sulla sanità.
    Penso che la nostra politica locale rispecchi in questo momento quella nazionale non ci capisce niente assecondandola in tutto e per tutto quando puo’ prendere prende quando deve dare dà(vedi ospedale di Praia a Mare)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright