Home / IN PRIMO PIANO / San Sago, Ecologica 2008 querela Pesce

San Sago, Ecologica 2008 querela Pesce


L’attore querelato per diffamazione a causa dei documentari
Il legale della ditta: “Partita a luglio ma ora le parti si parlano”

green multiservice disinfezione

DI ANDREA POLIZZO

RIVELLO – Ulderico Pesce è stato denunciato per diffamazione dai responsabili della Ecologica 2008 Srl nell’ambito della vicenda San Sago.

La denuncia, depositata presso il tribunale di Lagonegro, è scattata a causa dei video-inchiesta realizzati da Pesce e che mettono in correlazione il presunto inquinamento del fiume Noce con la presenza, tra l’altro, degli impianti di compostaggio e smaltimento rifiuti di San Sago gestiti da Ecologica 2008 e La recuperi Srl.

“La querela in questione – ha precisato Giuseppe Belvedere, legale difensore della Ecologica 2008 – risale alla Festa del fiume Noce, tenutasi nel luglio del 2011 a Castrocucco di Maratea. In quella occasione è stato trasmesso un video che conteneva frasi che la proprietà ha ritenuto offensive della propria onorabilità. In seguito c’è stato un incontro tra le parti proprio negli impianti di San Sago per cui bisogna ora capire se la volontà della proprietà, a proposito della querela, è mutata”.

L’attore ha fatto sapere di avere piena fiducia nella magistratura.

“Significa che Ecologica 2008 – ha scritto in un comunicato Pesce – sta perdendo terreno. Abbiamo fatto innervosire i proprietari che, da inquisiti, denunciano. Significa che siamo a buon punto rispetto alla nostra lotta: stiamo riuscendo ad allontanare il percolato da discarica campano e calabrese da uno dei posti più belli d’Italia”.

I documentari che hanno generato la querela riassumono anche i due procedimenti giudiziari aperti dalla Procura di Paola.

“È il colmo – ha scritto ancora Pesce – sono denunciato e indagato per aver riferito in pubblico la sentenza del Tribunale di Paola. E’ paradossale che le associazioni e i privati cittadini che denunciano illeciti subiscano processi penali mentre le ditte indagate continuano a lavorare con serenità sotto gli occhi di istituzioni, compresi i nostri Comuni, sempre più muti”.

L’attore e regista lucano, che negli ultimi mesi ha attirato l’attenzione delle istituzioni e dei cittadini della valle sulla qualità delle acque del fiume Noce, ha sostenuto di sentirsi accerchiato.

“Da una parte – ha commentato Pesce – ho i sindaci del Lagonegrese che hanno mostrato apertamente di non gradire il nostro lavoro in difesa del fiume e del mare di Maratea e Tortora. Dall’altro lato – ha aggiunto – ho un processo da sostenere per difendermi dalle accuse di Ecologica 2008. Insomma dalla mia parte spero di avere almeno i pochi pesci che rimangono vivi nel Noce e in prossimità della costa, se non altro perché mi chiamo come loro: Pesce”.

La lettera-comunicato stampa di Ulderico Pesce contiene anche le sensazioni del momento in cui la lettera di denuncia è stata consegnata.

“Ho davanti a me le facce dei padri con i figli minorenni ammalati di leucemia e gli occhi bagnati di lacrime dei figli che hanno perso le mamme o i padri per tumore a Trecchina, Tortora e Castrocucco. Tutta gente – ha scritto Pesce – che ha vissuto e vive in prossimità del Noce, a poche centinaia di metri dal luogo dove queste ditte che mi hanno denunciato operano. Per noi sarà difficile dimostrare il collegamento tra morti e malattie con i lavori di queste ditte, ma vorrei tanto che si aprisse un processo per disastro colposo come è avvenuto in altre città italiane per casi analoghi”.

I video di Ulderico Pesce sulle condizioni del fiume Noce sono stati realizzati dai volontari del gruppo ecologico cui fa capo Pesce e pubblicati sul sito internet dell’associazione www.valledelnoce.it. Sempre sul medesimo sito è possibile firmare la petizione lanciata dal gruppo di ecologisti lucani per chiedere, tra l’altro, la chiusura degli impianti di San Sago.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Ripartizione fondi Mes: I falsi innamorati del Sud

LOSCRIVITÙ ||| Il Nord fa bene a pretendere, mentre il Sud non ha rappresentanti capaci …

5 comments

  1. ulderico ulderico!!!!! ho davanti a me i padri le madri,cn gli occhi bagnati di lacrime…
    sappiamo tutti che sei un attore teatrale,
    dovresti cambiare genere…ti si addice di più
    il comico.

  2. e si sig. vincenzo!!che il problema come tutti sappiamo
    è il fiume noce….invece oggi di chi è????
    signor francooo…..che analogo destino!!!!poverini….
    ricordati che chi semina spine nn può camminare scalzo.

  3. Franco Guerrera

    Analogo destino lo ha avuto lo scrittore radicale Bolognetti di Melfi con il suo libro-dossier: “La Peste Italiana. Il caso Basilicata – Veleni lucani” che fu presentato ad Aieta durante la Fiera Mediterranea del Libro la scorsa estate e di cui “blogtortorA” si è occupato.

    Riflessione: “…..ciò che è strumento di lotta e di denuncia, si trasforma in bumerang…..”.

  4. grande fratello

    quanti commenti

  5. Esprimo solidarietà al Sig, Pesce in quanto ritengo sia stata l’unica e tra le poche persone a sollevare in modo serio il Problema dell’inquinamento del Fiume Noce che come sappiamo non riguarda solo San Sago ma tutto il percorso del Fiume Noce.
    Vincenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright