Home / IN PRIMO PIANO / Turismo, Praino lancia una campagna promozionale

Turismo, Praino lancia una campagna promozionale


Iniziativa dell’assessore al Turismo con partner dell’editoria
Si lavorerà a una campagna stampa per promuovere l’area

DI ANDREA POLIZZO

TORTORA – “Una campagna promozionale per il territorio attraverso i mezzi della comunicazione locali e nazionali”.

L’iniziativa è intrapresa dall’assessore al Turismo del Comune di Tortora, Biagio Praino. A questo scopo è stata convocata per mercoledì 30 novembre, alle 15 e 30, una riunione presso la sala consiliare del Comune di Tortora.

Al meeting sono stati invitati gli assessori al Turismo dei comuni del Tirreno cosentino, Aieta, Belvedere, Buonvicino, Diamante, Grisolia, Maierà, Orsomarso, Papasidero, Praia a Mare, Santa Domenica Talao, San Nicola Arcella, Santa Maria del Cedro, Scalea e Verbicaro.

“per l’occasione – annuncia Praino – sarà presente l’agenzia Piemme e la concessionaria di pubblicità della Caltagirone editore con 7 testate di stampa quotidiana. Sarà un occasione utile – conclude l’assessore tortorese – per confrontarci sul tema  della promozione turistica e trovare insieme una strategia comune per il rilancio della nostra bellissima terra”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Incendi in Calabria, domato incendio a Castrolibero

Alimentato dal vento. In fiamme un bosco vicino ad alcune abitazioni. In azione vigili del …

27 comments

  1. Carmelo D'Attoli

    Lodevole iniziativa ci mancherebbe,ma,e non me ne voglia l’assessore Praino persona che conosco e stimo, però da cittadino e da esercente di attività turistica balneare a mio avviso sarebbe prima opportuno sistemare il funzionamento dei depuratori e dare decoro all’ambiente rendendo il mare fruibile e un Paese a misura d’uomo oltre che creare tutte le condizioni per un piacevole soggiorno nella nostra cittadina, solo allora si può investire nel settore pubblicitario per il rilancio della “nostra terra”

  2. **** in ogni iniziativa intrapresa dovete trovare sempre il difetto.

    NOTA DEL GESTORE. **** Parte del commento è stata rimossa in ottemperanza alle regole della discussione

  3. Ogni iniziativa per il turismo è ben accetta, ma cosa promuoviamo?
    Tortora, meraviglia della natura, dove potrai camminare sullo splendido lungomare, decorato da una bellissima siepe discontinua, a degustare una bibita fresca mentre schivi i soliti ignoranti che girano in bicicletta e se ti va bene ti becchi una pallonata da quelli che giocano a pallavolo sul lungomare. Venite a trovarci, mare e spiagge candide come natura vuole, potrai trovare ospitalità in una bellissima casa estiva dove i confort delle reti sfondate fanno da padrona. L’opportunità di conoscere il nostro centro storico “multicolore” ti lascerà incantato, e potrai acquistare oggetti e ricordi nei tantissimi negozi di artigianato locale del paese. Se invece la sera vuoi distrarti solo e ripeto solo per chi viene dal 20 di luglio in poi sono disponibili tantissime feste di piazza, ed eventi socio culturali. Non mancare, cosa aspetti a venire?
    Si avvisa che non siamo responsabili dei furti, dei 15 vicini che occupano la casa con capienza 5 persone, delle scorribande notturne sul lungomare.
    E’ preferibile lasciare l’ombrellone sulla spiaggia per mantenere occupato il posto.
    Vi ringraziamo per la collaborazione.

  4. concordo con l’utente D’Attoli,bisognerebbe prima sistemare “l’ambiente” (depuratore,mare,discariche a cielo aperto ecc..) e poi proporre un’offerta turistica sui media locali e nazionali,pubblicizzando Tortora in queste condizioni,mi viene in mente un vecchio detto popolare in dialetto, “avantati culu mio,ca si cacàtu” e cioè non sempre si può fare vanto di una cosa che in realtà ha poco da essere pubblicizzata..

  5. Evidentemente…. l’assessore vive in un altro posto…
    Condivisibile l’idea pubblicitaria…
    Ma se prima non c’è il prodotto…cosa si pubblicizza?
    Siccome nella vita c’è gente che è altamente professionale, non vorrei che alla fine il nostro Comune sia citato di risarcimento danni per pubblicità ingannevole…. Bisogna offrire i servizi, migliorare le strutture, la viabilità e tutto quello che concerne per una corretta pubblicità!!!!!!

  6. ma scusate abbiamo il nuovo gusto di gelato di tortora poi i sette nuovi alberelli nella scuola poi abbiamo adesso non ricordo quindi ci sono tante cose nuove da visitare ed offrire

  7. Promuoviamo sì, ma attenzione a non eccedere molto con queste “campagne pubblicitarie”.
    Speriamo non ripetere ad esempio ciò che “Il Fatto Quotidiano”, appunto con l’edizione di oggi 25 novembre 2011, ci ha voluto ricordare con l’ articolo e video proposto su:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11/25/pannolini-mezzibusti-convention-imbarazzante/173156/

    Non dimentichiamo che le iniziative promozionali non debbano rimanere solo: “business” di questa, di quella o di altre editorie di turno.

    Assessore Praino promuovi pure ma con “lungimiranza” che non Ti manca e con rientri soprattutto di: “sviluppo economico” per la nostra Tortora e dell’intero comprensorio interessato.
    Ricorda e fai tesoro della favola di Collodi: “Pinocchio” con il “gatto e la volpe”.
    Con tanta stima quotidiana.
    Franco Guerrera da Tortora.

  8. questa e’ l’idea piu’ sensata che abbia mai sentito negli ultimi venti anni.
    altro che progetti milionari irrealizzabili.
    i privati dovrebbero accogliere questa idea con entusiasmo e soprattutto essere i primi a finanziarla.

  9. Sono curioso, e spero, che intervengano tutti i convocati. Una iniziativa che metta insieme una parte di territorio turisticamente omogeneo come e’ quello ricompreso nell’area del Golfo di Policastro e’ cosa valida e lungimirante.
    Mi piacerebbe che la stessa lungimiranza sia applicata ai gravi problemi ambientali che gravano su la stessa area che turisticamente si vuole promuovere.
    Non mi pare che i sindaci di questa area abbiano risposto con la stessa urgenza alle sollecitazioni dei procuratori della repubblica circa la costituzione di parte civile contro gli inquinatori del mare e dei fiumi con reflui non depurati o percolato tal quale e/o contro quegli amministratori che con le loro omissioni (sic!) hanno permesso lo scempio dei rifiuti sardi lungo le strade questa estate e tutte le estati precedenti.
    I sindaci si riuniranno, ne sono certo, il prossimo 15 luglio (2012!) per dire (……a chi non c’ e’) che qualcosa bisogna fare. Ma quali sono i compiti di un sindaco?

  10. Paolo parli della promozione degli assorbenti citata dal Sig. Franco?(che a volto non me ne voglia ma mica capisco il nesso logico dei suoi , comunque utili, interventi fatti di link e analisi che non possono essere proiettate nella realtà del nostro territorio)
    Ora vorrei sapere i commercianti, secondo il sig. Paolo, cosa altro debbano finanziare. Pagano il 51% di tasse allo stato, pagano l’acqua la spazzatura (aumentata grazie a un dissesto finanziario del comune) tasse sulle insegne pubblicitarie, Tosap per chi usufruisce di spazi pubblici e dovrebbero pure finanziare i progetti per il rilancio del paese? Al massimo potrebbero finanziarlo con le idee, perché se si spreme ancora il settore commercio, secondo me non esce neanche una goccia di sangue.
    Per promuovere il territorio, c’e’ bisogno di una serie di elementi che ci distinguono e ci rendono appetibili dal punto di vista turistico ricettivo. Cosa può offrire Tortora a differenza degli altri paesi della costa? Siamo realisti. Si possono fare tutte le riunioni che volete, con i commercianti con i sindaci, ma quale sarà il prodotto che vogliamo offrire a chi viene in vacanza a Tortora?
    Le iniziative sono tutte buone, ben vengano le promozioni ma dobbiamo guardare in faccia prima la realtà del nostro paese. Bisogna sostenere e aiutare il settore turistico e commerciale, agevolandolo e spronandolo a investire su se stesso aumentando così la qualità e in contemporanea ci vuole una sistemata al paese per dagli un aspetto decente e vivibile, ma per gestire questo c’e’ bisogno di professionalità.

  11. (non)cultura tortorese

    Io sono con chi crede che Tortora, prima debba essere sistemata e poi promossa. Non sono tanto utopico: non abbiamo faraglioni, isole, grandi monumenti o concentrazioni di locali notturni né spiagge atte alle feste. Tortora può diventare un paesino accogliente, ben curato, con buoni servizi e pulito per una estate di relax. Con la possibilità (concreta) di differenziare le vacanze mare/fiume/montagna. Insomma, sistemate le strade (fatto in parte, bravi), risolvete depurazione, randagismo, pulizia fiume, dotate il comune di un sistemino di viabilità alternativa per decongestionare il traffico e colpite i fittaioli di capanne (anche se ‘grandi elettori’). Quanto alla promozione, a mio giudizio, se venisse effettuata ora sarebbe una ‘pubblicità ingannevole’… un po’ come dire che la cacca nella quale si nuotava questa estate era solomucillagine, magari con effetti benefici per la salute. Scusate l’ironia.
    Ma per fare tutto questo, io credo, non siamo dotati della necessaria cultura.

  12. Signor Lincon, c’è nesso, altroche se non c’è nesso, attenda e vedrà da qui a qualche mese, pannolini e pannoloni a Tortora no, ma altro!!!
    Abbia pazienza di aspettare e poi giudicherà. Non per questo voglio e vorrò avere conferma e ragione, anzi all’assesore Praino, gli ho detto, gli dico e gli ripett: LUNGIMIRANZA e VALUTAZIONE!!!
    Franco Guerrera da Tortora.

  13. Sig. Guerrera, di lungimiranza dall’inizio se ne è vista poco……….

  14. turismo pubblicità ma cosa dite dove vivete aprite gli occhi non fantasticate calatevi nella realtà…..venderemo fumo

  15. ha ragione il GF ma dove vivete,io vivo a poiarelli,e la situazione non è delle più rosee,ricordo agli amministratori che si dovrebbe fare qualcosa anche per sistemare le strade qui su da noi,non esistono canalette di scolo per l’acqua piovana,durante le ultime piogge ci siamo quasi allagati davanti al portone di casa,per non parlare della differenziata che aspettiamo da Settembre,questa estate inoltre per cambiare una lampadina ad un lampione abbiamo aspettato oltre un mese,una lampadina!?!? quindi prima di pubblicizzare “Il nulla” cerchino di sistemare le varie piccole e grandi cose che non vanno nel paese..

  16. Pasquale Russo79

    Ok,nel caso tutto cio’ funzioni,ritorna il grande turismo,ditemi come si controlla?Non dimentichiamoci che l’estate a tortora nn esiste publica sicurezza,i carabinieri vanno in vacanza,il 112 se nn e’ un omicidio nn viene.Credo che bisognerebbe puntare ad un turismo differente ,ma i comuni si devono organizzare,se lo stato nn da forze dell’ordine, be credo ci debbano pensa loro.
    Non credo che molti siano disposti a venire in vacanza con la paura di avere a che fare con certa gente.

  17. il problema della sicurezza nel nostro paese non è nuovo,ogni anno da quando ho memoria almeno una volta si è verificata qualche rissa sul lungomare d’estate,specialmente tra napoletani,oppure tra napoletani che importunavano tortoresi o altri,se poi chiami i vigili o non vengono oppure dicono di lasciarli stare,oppure mi viene in mente come quando degli ausiliari del traffico furono presi a parolacce per aver fatto la multa giustamente,a dei loschi individui che vengono “in vacanza” da noi..

  18. ma rimango sconcertata da queste iniziative senza ne capo ne coda…..

  19. Pasquale Russo79

    ciao ciccio .il problema nn sono le piccole risse,ma quando si decise a tortora di fare il turismo di massa anni 80 inizi 90,a quei tempi giravano le pistole per strada. dopo gli anni di furore, perche secondo voi,il turismo e’ calato vistosamente?ed ora si vuole tornare a quei tempi?proviamo almeno per una volta con un turismo piu di qualita’.forse per chi a guidato e sta guidando il comune di tortora, pensare ad un turismo di qualita e’ troppo lavoro,meglio fare alla tortorese anni ottanta va sempre di moda.
    migliorare il paese con quello che si puo ,e poi si puo pensare ad una campagna publicitaria,una fabbrica che nn produce nn ha cosa vendere,il comune in tutti questi anni nn ha prodotto niente,cosa pensa di vendere alla gente con la publicita?aria? be se l’aria a un costo e veramente basso ,gli anni turistici 80/90 nn li vorrei piu vivere.

  20. Pasquale Russo79

    PER IL GESTORE: ciao Andrea,ti volevo chiedere se voi potreste filmare la riunione,io vivo all’estero e sarei comunque interessato ad assistere ma nn posso.Grazie ciao a presto.

  21. incompetenza solo incompetenza povera Tortora.

    Il nickname ‘Massimo’ è già in uso da altro utente. Il nick è stato modificato in Massimo 2011. L’utente è invitato a continuare ad usare quet’ultimo per non creare confusione o a segnalrci un nuovo nick di suo gradimento. Grazie per la collaborazione.

  22. Speriamo che i turisti che dovremmo acquistare non siano come il TURISTA TORTORESE della poesia apparsa un paio di anni fa su questo blog.

  23. Come ho avuto modo di dire: “ono d’accordo con queste iniziative e come non si può essere d’accordo se tutto ciò mira allo “SVILUPPO LOCALE DI TORTORA E DEL TERRITORIO”.
    Ma voglio dare un senso alle manifestate cautele da me accennate, ovvero: “LUNGIMERANZA E VALUTAZIONE”.
    “Lungimeranza e Valutazione”, a mio avviso possono esserci se a proporre queste cose, iniziative ed altre cose analoghe, ci sia sempre e comunque un “AVVISO PUBBLICO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA CAMPAGNA PROMOZIONALE” ed il cui “Programma è e resta sempre finalizzato alla valorizzazione turistica del territorio e alla promozione e sviluppo “TRAMITE LA PRESENTAZIONE DI PIU’ PROPOSTE”.
    Tutto ciò è sinonimo, prima di tutto, di “procedura aperta” e/o di “procedura negoziata multipla” ma soprattutto vuole essere: “TRASPARENZA, LEGALITA’ E RENDERE LA VITA POLITICA AMMINISTRATIVA DI UN PAESE (COMUNE) COGLIENDO L’OCCASIONE DI: “LUNGIMERANZA E VALUTAZIONE”, così da verificare l’eventuale disponibilità di due o più soggetti privati a partecipare al programma finalizzato alla valorizzazione turistica di Tortora e del territorio, per accertarsi sempre dei “requisiti di idoneità professionale” e che, senza dubbio, l’editoria “prescelta e/o selezionata” possiede.
    Ecco perché gli Organi comunali: Civico Consesso e Giunta Comunale, sempre, dico sempre, riscontrano, in ogni atto deliberativo, “………la validità ed opportunità nel rispetto dei principi di legalità, buon andamento ed imparzialità e dei criteri di economicità, efficacia e pubblicità dell’attività amministrativa del Comune ed in coerenza con i programmi dell’Amministrazione per il
    perseguimento dei fini statutari di sviluppo e di progresso civile, sociale ed economico della cittadinanza e di tutela delle risorse del territorio comunale…………….”, ovvero: “ovvero: “LUNGIMERANZA E VALUTAZIONE”.
    Franco Guerrera da Tortora.

  24. mah!!! che Dio ce la mandi buona…

  25. “lungimiranza, valutazione, trasparenza, campagna promozionale etc etc”!!! se il mare è sporco e il lungomare è peggio, se il paese intero è sommerso dalla spazzatura che vuoi valutare o promuovere?? quante tonnellate di spazzatura abbiamo prodotto!! oppure promuovere il percolato nostrano di san sago!!ma si continuiamo ad essere lungimiranti nel dire cavolate

  26. Franco Guerrera

    Signor Luigi, ma sui concetti: lungimiranza, valutazione, comparazione e trasparenza che assumano caratterizzazione peculiare, almeno perciò che devono trasformarsi in affidamenti ed incarichi è d’accordo o no?!?
    O questi concetti Le suonano male perché detti da me?!?
    Io ci credo in questi che sono “valori, metodi, metri e criteri” insostituibili per gli effetti che devono produrre, come fatto di “principio solenne” dove le cose si decidono e si eseguono. Poi preciso che nessuna intenzione da parte mia è sottointesa da pensare a: demagogia, demonizzazione, strumentalizzazione e/o sospetto e filosofia di dubbio, ciò non rientra nella mia cultura, né professionale e né nella mia vita privata!!!
    Franco Guerrera da Tortora.

  27. sig. Guerrera, il problema è che si fanno un sacco di parole (da parte della maggioranza dell’opposizione e dei nn schierati)ma di fatti nn se ne vedono dalla fine degli anni 80! poi si puo essere d’accordo sulle parole ma a tortora servono i fatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright