Home / CRONACA / Ospedale di Praia a Mare, soccorso notturno a rischio

Ospedale di Praia a Mare, soccorso notturno a rischio


Dal 6 febbraio dirigenti medici trasferiti allo Spoke di Cetraro
Allarme di chirurgi e anestesisti su pronto soccorso notturno

PRAIA A MARE – I chirurghi e gli anestesisti dell’ospedale di Praia a Mare sono assegnati all’Unità operativa di Cetraro a partire dal 6 febbraio.
Sarebbe questo il primo effetto della riorganizzazione della struttura sanitaria praiese verso la definitiva riconversione in Casa della salute messa in atto dall’Azienda sanitaria della Provincia di Cosenza con propria delibera dello scorso 31 gennaio.
Un effetto che pare non andare giù ai medici e agli anestesisti oltre che alla dirigenza ospedaliera di Praia.
Una conseguenza della soppressione dell’Unità operativa complessa di Chirurgia in regime di ricovero ordinario. Al suo posto, un servizio in Day surgery come deciso con la delibera Asp di programmazione della riconversione emanata dal direttore generale Gianfranco Scarpelli il 29 dicembre 2011.
Il dirigenti medici si chiedono come si valuteranno e stabilizzeranno nelle ore notturne e nei festivi i pazienti che arriveranno al Punto di primo intervento rafforzato h24, previsto dal medesimo atto, se non è garantita la presenza di anestesisti, chirurghi e cardiologi? E, per questo, motivo chiedono a Scarpelli di fare un passo indietro su questa decisione.
Tra gli altri effetti contenuti nell’atto Asp di Scarpelli che esplicherà i suoi effetti a partire dal 6 febbraio, il day surgery di Chirurgia prevede sedute operatorie settimanali programmate. I chirurghi e gli anestesisti in servizio a Praia sono assegnati rispettivamente alle unità operative di Chirurgia e Urologia e di anestesia e rianimazione dell’ospedale Spoke di Cetraro.
Restano attivi h12 il laboratorio analisi e il servizio Radiologia entrambi con reperibilità notturna e festiva.
Fino all’espletamento dell’avviso di mobilità interna Il direttore sanitario di Praia a Mare resterà Vincenzo Cesareo. Infine, anche quest’ultimo atto dio Scarpelli, ricorda la data fatidica della riconversione. Dal primo marzo 2012 saranno avviate con opportuno crono programma e secondo la normativa vigente le procedure definitive per il passaggio dall’ospedale alla casa della salute di Praia a Mare.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, la Giunta cerca soluzioni per la sede Inps

Riunione dell’esecutivo: si cercano locali da mettere a disposizione. A breve incontro con il direttore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright