Home / IN PRIMO PIANO / Banca a Tortora, la soddisfazione di Nmt

Banca a Tortora, la soddisfazione di Nmt


Possibile a breve uno sportello bancario a Tortora
Soddisfazione da Nmt: “È una speranza di riscatto”


TORTORA – Uno sportello bancario nel Comune di Tortora. Presto potrebbe essere realtà.

Secondo alcune indiscrezioni sarebbe vicino a concretizzarsi l’interessamento di un istituto bancario per l’apertura di una sede a Tortora. Su questa possibilità, arriva il giudizio positivo del gruppo culturale – politico Nuovamente Tortora (foto).

“In momenti di grave crisi economica come quello attuale scrive il direttivo Nmt in un comunicato – dove alle difficoltà delle imprese si aggiunge la pochezza della classe dirigente, incapace di porre un freno alla desertificazione del territorio, il fatto che più di un istituto di credito sia interessato ad investire in zona puntando all’apertura di una sede proprio nel comune di Tortora, vera cenerentola dell’Alto Tirreno cosentino, rappresenta una speranza di riscatto per l’intero territorio”.

All’interno di Nmt, da tempo, alcuni componenti hanno profuso impegno per creare le condizioni favorevoli all’apertura di uno sportello bancario a Tortora sfruttando anche le proprie professionalità.

“Il nostro movimento – sottolineano da Nuovamente – supporterà qualsiasi iniziativa di questo genere che possa portare benefici a Tortora ed ai suoi cittadini, nella speranza che questa volta le autorità preposte non creino ulteriori ostacoli”.

 


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

arresto praticò campi da tennis bar ristorante

Tortora, sabato 4 giugno una giornata dedicata al Tennis

Allo stadio comunale Umberto Nappi un evento sportivo che coinvolge grandi e piccoli a partire …

19 comments

  1. Se a chiacchere siamo arrivati a quota 2 stiamo bene……..

  2. oggi si parla che a Tortora aprono due Banche una sul corso Aldo Moro una al centro commerciale che ben vengano, ma bisogna stare attenti perchè così si riscahia che poi saranno costrette a chiudere perchè il mercato in questo momento è in forte crisi due sono troppe il rischio che poi ritorneremo punto e a capo.fate giungere il messaggio a chi di dovere.

  3. io chiederei ai tortoresi che vivono nelle frazioni montane se per loro è meglio lo sportello alla marina o dei collegamenti adeguati con il resto del paese,ben venga la banca,ma ricordo a tutti i “marinari” che abbiamo un entroterra potenzialmente molto produttivo,che si potrebbe valorizzare tutto l’anno,non come il mare che vive solo d’estate,pensate alle risorse naturali che abbiamo ma che non valorizziamo in nome di un turismo scadente fatto “ndà nu muzzicu di spiaggia”

  4. Banca si, banca no?!? Io credo fermemente che una banca a Tortora è necessaria!!! Ha ragione Luca scrivendo di aiutare la “nascente banca”, se così saraà, con aperture di cionti correnti legittimi e affidando anche “risparmi” a buon vantaggio per i risparmiatori, i tortoresi (alcuni) hanno la possibilità per farlo.
    Ma io lancio questa proposta: incominci il Comune di Tortora con affidare alla banca il serivizio tesoreria, allora già da sunito si vedranno risultati di servizi estesi non a 1o, a 100 ma molto di più, ovviamente dopo aver restituito l’ “anticipazione di cassa” concessa dalla’attuale tesoriere (attuale banca) e rispettando ovviamente i termini di scadenza dell’ultimo servizio di tesoreria (attuale banca). Se si fa subito si potranno vedere: qualità, quantità ma anche posti di lavoro da parte di privati, se no perchè negli altri paesi, paesini aprono nuove banche secondo le leggi attuali?!? Chiediamcelo!!! Ultima considerazione: non dimenticate l’impegno del Sen Tonino Gentile a proposito di banca per il mezzogiorno (vedi mia opinione del 24.11.2011 nel post; Tortora, in arrivo borse lavoro su blogTortorA).
    Franco Guerrera da Tortora

  5. finalmente si.una banca…non capisco una parte dell’articolo di nmt,, la pochezza dei dirigenti a chi è riferito alla classe dirigente bancaria?..o alla classe politica locale?

  6. e’ evidente a tutti che ci sia molto da lavorare, ben venga qualsiasi banca e’ “aiutamura cu qualche cunducurrenti ca sano’ chiudi prima di rapi”………..!!!!!!!

  7. Sono pienamente d’accordo con “ciccio”, ma una banca a tortora mancava, in inverno nn se ne sente bisogno ma in estate il paese ne aveva bisogno. poi per il resto bisogna lavorare molto per avere quello che di cui un paese” a vocazione turistica” dovrebbe avere!

  8. il paese necessita di infrastrutture (alberghi,strade,rete fognaria)per cercare di puntare sulla “vocazione turistica” il resto sono chiacchiere,non penso che l’apertura d uno sportello porti benessere per tutti,oppure “cridiezi a li ciucci ca volani” ?!

  9. è vero ieri sono venuti a vedere un magazzino dei mie zii vicini al centro commerciale alcuni di una banca popolare dl sud

  10. purtroppo non penso che la banca basti per accontentare le imprese ed i turisti ci vuole altro cose che sicuramente i nostri amministratori da due anni stanno facendo …vedi strade vedi mare vedi puzza depuratore adesso il nostro paesello sembra quasi un fiorellino o no’?

  11. se cosi sara’…finalmente per la prima volta quest’anno potro’ indicare una banca che e’ situata nel nostro paese…..per il resto tutte queste chiacchiere non hanno niente di costruttivo…eppure carnevale e’ passato…

  12. Quoto pienamente le parole di nua……..

  13. …una banca a Tortora…di “banchieri non convenzionali” ce ne sono tanti in giro o sbaglio? Chissà se l’avvento di un’altra banca vera sarà in grado di ostacolare il frequento ricorrere ai “banchieri” senza abi e cab….

  14. Ha regione sig. Ciccio, ma oramai sono lontani i tempi di Rivetti (Lanificio, Line e Lane e poi Marlane). Ci aveva portato la california poi….poi…..poi………….il crack degli imbecilli che tutti sanno……………
    Oggi. finita anche il boom dell’edilizia, c’è rimasto il turismo, il terziario, servizi sociali e similari ed è su questi volani che tutti puntano ma non bisogna dimenticare le vocazioni rurali: agro-silvo-pastorali-ambientali. Non meravigliamoci se da qui a poco importeremo anche le castagne dalla Romania, Bulgaria ed altri paesi dell’est, oggi europei. Il posto fisso, invece, è solo una chimera. La pianta organica di Tortora è ridotta, oramai, ai minimi termini, rispetto al valore perequativo (abitanti-territorio) quellia di altri comuni viciniori, invece, è esagerata, anzi, c’è il fenomeno del sovrannumero ed ogni mese c’è il rischio stipendio.
    I comuni, oramai, non sono più aziende, ammesso che lo siano stati.
    Lottiamo – comunque – per il lavoro per i giovani, per coloro che l’hanno perso non dimentichiamoci della realtà sanitaria-ospedaliera.
    Franco Guerrera da Tortora.

  15. salve sono un cittadino acquisito, vedo che si parla di banche, posti di lavoro, che non esisteranno mai secondo me,a tortora lavorano sempre le stese persone sia come autisti che altro, anche allo sportello del comune sempre le stesse faccie, pur facendo richiesta non mi hanno mai chiamato, ma intanto lavorano sempre le stesse persone chi me lo spiega?
    poi andrebbero fatti dei censimenti delle abitazioni, perche tanti propietari di appartamenti fittano a nero le case, e intanto percepiscono bonus mensa scolastica e trasporto a scuola,bonus fornitura elettrica ,bonus gas, bonus x affitto casa, borse lavoro e mi ripeto che sempre le stesse faccie lavorono, e mi parlate di sviluppo banche ecc, diamo una pulita al paese da questi personaggi e chi gli permette tutto questo. il dott lamboglia sta facendo un buon lavoro ma ci vogliono controlli incocriati, io mi sono costruito una casa, sapete che mi ha detto un soggetto che usufruisce di tutto sopra elencato, sei scemo io non pago nulla mi da tutto il comune gratis, mi sento offeso e solo dalle istituzioni. fate qualcosa facciamo pulizia e si vivrebbe meglio a tortora, salve dal soprano

  16. voglio dire che una volta c’era la Marlane,si dovrebbe puntare sulla creazione di “molti” posti di lavoro,non di pochi..che serve la banca se non abbiamo soldi da risparmiare?

  17. convengo con lei sig. Guerrera,ma non sarebbe meglio creare posti di lavoro partendo dal basso?

  18. Mi trovo d’accordo con l’i,pegno di Nmt. Aanch’io a proposito di banca a Tortora, il 24 novembre 2011 su questo blog ne avevo parlato sul post: Tortora, in arrivo borse lavoro, ritenendo valido il nesso tra lavoro e banca o meglio tra posti di lavoro-banca ed economia. Speriamo che, dopo 50 anni di buoni propositi, sia la volta buona!!!
    Franco Guerrera da Tortora

  19. non riesco a capire il nesso tra l’apertura di uno sportello bancario e il decollo dell’economia del nostro comprensorio,servono posti di lavoro!