Home / IN PRIMO PIANO / Processo Marlane, le toghe incrociano le braccia: sesto rinvio

Processo Marlane, le toghe incrociano le braccia: sesto rinvio


Sciopero contro liberalizzazione professione porta al sesto rinvio
Il processo slitta al 30 marzo e stop ai termini per la prescrizione

green multiservice disinfezione

PAOLA – Gli avvocati scioperano e il processo Marlane fa registrare il sesto rinvio.

La prossima udienza del processo mai partito è stata fissata per il 30 marzo, ma è stata anche stabilita l’interruzione dei termini per la prescrizione dei reati.

Lo sciopero delle toghe si è verificato a causa della contestazione da parte degli avvocati delle norme sulla professione contenute nel provvedimento sulle liberalizzazioni.

I precedenti rinvii, invece, erano stati causati da errori di notifica di alcuni atti.

Alla sbarra, 13 imputati tra ex responsabili e dirigenti dello stabilimento Marlane di Praia a Mare, proprietà del gruppo Marzotto, dismesso nel 2004, accusati della morte per tumore di una cinquantina di lavoratori.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Diamante, solidarietà dell’amministrazione al vicesindaco Pascale

Dopo le minacce con pistola, nota di vicinanza da parte della maggioranza che parla di …

2 comments

  1. Grande Italia, terra di furbi, santi e poeti.

  2. Il defunto attore Tino Scotti in un messaggio promozionale terminava così: “perdindirindina, etc…………………….”. Sì è vero, per dindirindina, non ci avevo pensato, non so Voi, questa volta a far slittare il processo “MARLANE” è toccato alla casta degli avvocati, quella ricca, intoccabile, influenete e che si difende da sola. E’ una scelta di tempo, opportuna oppure, ed è così, veramente coincidente, legittima, lecita perchè ogna casta, tutti i lavoratori e perfino i banchieri (proprietari delle banche) hanno il loro sindacato e tutti noii abbiamo diritto di scioperare.
    Ma perdindirindina, a parte i termini di prescrizione, il grande Totò nel finale della “livella” si era già pronunciato: “……sti ppaggliacciate ‘e ffanno solo ‘e vive, nuie simmo serie….appartenimmo a morte!” ovvero: “……queste pagliacciate le fanno solo i vvi: noi siamo seri …..apparteniamo alla morte!”.
    Aspetteremo il 30 marzo prossimo.
    Franco Guerrera da Tortora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright