Home / COMUNICATI STAMPA / APRIRE UN BED & BREAKFAST

APRIRE UN BED & BREAKFAST


Aprire un Bed & Breakfast in Italia: tra ospitalità e impresa economica.
Sono già diverse migliaia le famiglie italiane che riservano alcune stanze della propria abitazione per il servizio di Bed and Breakfast, fornendo agli ospiti l’occorrente per il pernottamento, mantenendo pulite le stanze e preparando al mattino un’abbondante colazione.
Il B&B non è più (come in passato) annoverato nella categoria degli affittacamere, ma ha ormai una dignità propria riconosciuta dalla legge.
Come si apre un B&B Il Bed&Breakfast è una struttura turistica che si basa sulla gestione di privati che si avvalgono dell’aiuto della famiglia, utilizzando la propria abitazione. Fondamentale infatti nel concetto di B&B è l’accoglienza di tipo familiare.
In Italia le leggi prevedono di mettere a disposizione fino ad un massimo di 3 camere, per 6 o 8 ospiti, tuttavia in alcune regioni è consentito anche un numero maggiore di stanze.
Dal punto di vista amministrativo aprire un B&B è molto semplice: basta recarsi presso l’ufficio turistico del proprio comune, depositare una denuncia di inizio attività con il quale si comunica il nome della struttura, il luogo, le camere messe a disposizione, nonché i pressi minimi e i prezzi massimi. L’attività a questo punto può iniziare, anche se il comune nei 60 giorni successivi può effettuare un controllo dei parametri stabiliti. Inoltre chi apre un B&B deve limitarsi a offrire solo la prima colazione, che nella grande maggioranza dei casi deve basarsi su alimenti preconfezionati: è infatti vietato fornire cena o pranzo.
Obblighi e partita IVA Non è necessario, per avviare un B&B, aprire una partita IVA, in quanto sono le stesse leggi regionali che indicano come quest’attività debba avere un carattere saltuario, non strettamente imprenditoriale, ma realizzato grazie anche alla collaborazione familiare. Nella maggior parte dei casi infatti il B&B non è la principale fonte di reddito di una famiglia, anche se costituisce comunque una importante integrazione economica.

Tuttavia, nel caso in cui ci sia un numeroso afflusso di ospiti, o si decida di promuoversi con un proprio sito internet o tramite agenzie, può essere opportuno aprire una partita IVA.

Un altro obbligo importante è quello di comunicare a carabinieri o polizia entro 48 ore i movimenti degli ospiti. Per quanto riguarda i bagni, le disposizioni cambiano da regione a regione, ma solitamente si deve mettere a disposizione almeno un bagno ogni due camere da letto.

Inoltre, se il B&B avesse sede in un condominio, è necessario verificare se il regolamento non proibisca questo genere di attività.
E se decollasse anche in Italia? Il B&B in Italia è in continua evoluzione. La domanda di questa nuova forma di alloggio è costantemente in crescita, con un trend migliore rispetto alle altre forme di ospitalità più tradizionali.

Da un sondaggio pubblicato nel dicembre 2006 risulta che il 50% degli intervistati preferisce il B&B perchè “si risparmia”, mentre l’altro 50% perchè ama l’ospitalità familiare. Il successo allora di questa nuova forma di ricettività è da ricercarsi tanto nella scelta di limitare il budget relativo al pernottamento, quanto nella cordiale ospitalità di chi decide aprire una struttura di B&B.

Sempre più persone, infatti, avvertono durante il viaggio la necessità di intraprendere rapporti umani genuini e di entrare in contatto con lo stile di vita della terra che li ospita, ricevendo dai padroni di casa preziosi consigli anche sulla ristorazione locale o su eventi speciali. Senza dimenticare che moltissimi B&B sono caratterizzati da ambientazioni uniche e da una particolare ricercatezza dell’arredamento, molto diverso dalle formule standard delle grandi catene alberghiere.

Per maggiori informazioni vail al sito:   http://www.jobonline.it/news.php?id=4227


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Santa Maria del Cedro, a Roberto Fico la cittadinanza onoraria

Il presidente della Camera dei Deputati presenzierà un consiglio comunale straordinario in programma venerdì 6 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright