Home / IN PRIMO PIANO / Maratea, arriva la tassa di soggiorno

Maratea, arriva la tassa di soggiorno


La Giunta Di Trani pronta a introdurre la tassa di soggiorno
Le opposizioni comunali e operatori turistici sono contrari

MARATEA (PZ) – Una tassa di soggiorno a Maratea. Ci sta pensando l’amministrazione Di Trani, ma l’opposizione si dice contraria. A spalleggiarla anche buona parte degli operatori del settore.

Figlia del federalismo fiscale, strumento per far fronte ai minori trasferimenti a comuni dallo Stato, l’imposta di soggiorno è stata accompagnata da polemiche quasi ovunque è stata proposta. Il sindaco Mario di Trani e l’amministrazione comunale di Maratea ne hanno discusso lunedì 12 marzo a Villa Tarantini con gli operatori del settore.

È lo stesso primo cittadino ad ammettere che parte degli imprenditori turistici marateoti, in linea con le sigle di rappresentanza del settore a livello nazionale, si sono detti preoccupati dall’introduzione del balzello che oscillerebbe, come da legge, tra i 50 centesimi e i 5 euro giornalieri a pernottamento, a seconda della classificazione delle strutture ricettive.

“L’applicazione della tassa di soggiorno – ha detto Di Trani – più che una scelta politica è una necessità dettata dai minori trasferimenti statali. Contiamo di andare in Consiglio comunale – ha poi detto il sindaco di Maratea – entro fine mese per l’approvazione dei regolamenti”.

Di segno contrario il giudizio di Carmelo Ferrara del gruppo di minoranza Insieme per Maratea.

“Il periodo di crisi economica – ha detto – sconsiglia di intraprendere questa via. L’imposta – ha aggiunto Ferrara – a nostro giudizio scoraggerebbe i turisti. Il nostro gruppo, in collaborazione con gli operatori turistici, sta già lavorando a una serie di proposte da portare in Consiglio per limitare eventuali effetti negativi, ma di certo – conclude Carmelo Ferrara – chiederemo a gran voce di rimandare l’entrata in vigore della tassa di soggiorno all’estate 2013”.

Infine, tra le proposte già formulate da Insieme per Maratea, l’esclusione della convegnistica e regole certe sul reinvestimento dei ricavi dalla tassa.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Maratea, pescatori e ristoratori al lavoro sul Garum

Assopescatori, Wwf e Laboratorio gastronomico di Maratea lanciano l’idea progettuale: riscoprire e produrre la salsa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright