Home / CRONACA / Furto sulla A3, spariscono con una autogru di 36 tonnellate

Furto sulla A3, spariscono con una autogru di 36 tonnellate


PRAIA A MARE – Rubano una autogru di 36 tonnellate e spariscono nel nulla.


È successo nella notte tra il 13 e il 14 giugno, sulla A3 Salerno Reggio Calabria, allo svincolo di Lagonegro Nord, in località Carconi.

Probabilmente intorno alle tre del mattino, i malviventi si sono introdotti nel cantiere del macrolotto Salerno Reggio Calabria forzando la recinzione. Hanno dunque sottratto il mezzo pesante e sono usciti attraverso il varco principale per poi dileguarsi dopo aver percorso un tratto di autostrada, presumibilmente in direzione Salerno.

Secondo indiscrezioni, i ladri potrebbero aver lasciato la A3 tra i chilometri 102 e 109, in prossimità del varco di un altro cantiere autostradale, per poi utilizzare la ex Ss19. Il mezzo, dunque, potrebbe essere occultato nell’area percorsa dalla strada provinciale che comprende comuni come Battipaglia, Eboli, Polla, Sala Consilina e Montesano sulla Marcellana.

Ad accorgersi del furto, giovedì mattina, i proprietari della Bossio Francesco Sas, ditta di Praia a Mare nel ramo, tra gli altri, del noleggio di automezzi industriali. Sono stati loro ad allertare la polizia stradale che indaga con la Procura della Repubblica e i carabinieri di Lagonegro.

Ciò che colpisce del fatto è la dimensione dell’automezzo rubato. Si tratta, per la precisione, di una voluminosa autogru a tre assi gialla modello Gmk 3055 della Groove (foto). La targa è EL073VV. Probabilmente, anche gli inquirenti si saranno domandati come sia stato possibile dileguarsi nel nulla con un mezzo di questa grandezza. Inoltre, a quanto pare, i ladri avrebbero perso diverso tempo nell’accensione della autogru, dotata di un complicato sistema di avviamento dei motori,

Pesante il danno economico a carico della ditta.

“Non solo per il valore di 300mila euro della autogru – spiegano i responsabili della Bossio – quanto anche per i ritardi nel completamento dei lavori che ci sono stati commissionati”.

Oltre al danno la beffa. La ditta praiese, dunque, oltre al rischio di non ritrovare più il mezzo pesante per il quale ha effettuato un cospicuo investimento di denaro, rischia ora di perdere alcune importanti commesse nell’ambito dei lavori di completamento della nuova A3 nel tratto lucano.

“Per questo motivo – aggiungono ancora dalla Bossio Sas – saremmo disposti anche a ricompensare per eventuali segnalazioni, avvistamenti o notizie che possano facilitare il lavoro degli inquirenti”.

Questi i contatti della ditta con sede a Praia a Mare, in via delle industrie a Praia a Mare: 0985_777443, 3939367888 o giuseppe.bossio@libero.it.

Per i responsabili della Bossio, resta lo sgomento per quanto accaduto.

“Solitamente – spiegano – subiamo furti di gasolio. Succede anche a molte delle altre ditte che lavorano come noi sulla A3. È diventata quasi una prassi ormai. Ma è la prima volta che ci viene rubato un mezzo meccanico, e di questo valore peraltro. Saremmo davvero riconoscenti se qualcuno potesse aiutarci”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

incidente stradale cedro bmw fiat

Santa Maria del Cedro, incidente stradale su via Degli Ulivi

Scontro tra due automobili nei pressi dello svincolo di Grisolia. Non ci sarebbero conseguenze per …