Home / IN PRIMO PIANO / Lagonegro, l’ospedale unico ad un passo

Lagonegro, l’ospedale unico ad un passo


LAGONEGRO – L’ospedale unico di Lagonegro è sempre più vicino.


Nella mattina di lunedì, 25 giugno 2012, è stato infatti sottoscritto l’atto aggiuntivo per la sua realizzazione da parte di Regione Basilicata e Sol spa, concessionaria per la costruzione e gestione dell’opera.

“Con la firma dell’atto aggiuntivo – spiega la Regione in un comunicato – si potrà finalmente procedere all’approvazione del progetto definitivo, che ha già ricevuto tutte le autorizzazioni in Conferenza di Servizi, e poi all’apertura dei cantieri”.

Per l’opera sono stati stanziati circa 84 milioni di euro e sorgerà in un’area situata presso lo svincolo autostradale di Lagonegro Sud della Salerno-Reggio Calabria (foto). Oltre 200 i posti letto previsti per la nuova struttura per acuti.

“Si avvia così verso la realizzazione – ha commentato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata, Agatino Mancusi – un’importante struttura ospedaliera a servizio di tutta l’area Sud della Basilicata e che potrà diventare punto di riferimento anche per i territori di regioni confinanti”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Amici in Comune, il 31 gennaio 2022 la decisione sul rinvio a giudizio

Oggi le ultime discussioni delle difese dinanzi al Gup di Paola nel procedimento sui presunti …

One comment

  1. ecco la differenza tra Lucania e Calabria.
    Io pongo un quesito;ma noi Tortoresi e Praiesi ci sentiamo piu’ vicini culturalmente ed economicamente al Lagonegrese ed il basso Cilento oppure al Comprensorio Paolano e Cosentino,per non parlare di altre provincie meridionali della Calabria per le quali noi non esistiamo.
    I nostri interessi si spostano quasi sempre in ambito Lucano-Cilentano,specialmente per noi Tortoresi,sia per affinita’ che per ragioni economiche,secondo me 1 Tortotese su 4 ha parenti o antenati di Maratea,Trecchina,Lauria.
    La storia dice che gli abitanti di Julitta per sfuggure alle incursioni saracene si ritirarono nell’interno per fondare nuclei abitativi che oggi corrispondono a Lagonegro,Aieta e Tortora Paese,dalla costola della Blanda lucana nacque Julitta dalla quale gemmarono Aieta,Tortora,Lagonegro,beh fatemelo dire sarebbe bello riportare i confini come erano una volta,e cioe’ sul fiume Lao.