Home / IN PRIMO PIANO / Ritardi nei soccorsi, Papa scrive al Prefetto

Ritardi nei soccorsi, Papa scrive al Prefetto

PRAIA A MARE – Raffaele Papa, coordinatore provinciale di Cosenza dell’Mpa, oggi ha chiesto al Prefetto Raffaele Cannizzaro di svolgere una verifica sui soccorsi prestati lo scorso 9 settembre a un 56enne di Praia a Mare, colto da infarto per strada ed in seguito deceduto.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

“Nello specifico – scrive Papa – sarebbe opportuno verificare se le modalità dei soccorsi sono quelle riportate dalla stampa su informazioni raccolte dai cittadini presenti oppure quelle successivamente comunicate dall’Asp di Cosenza”.

Il politico del Movimento per le autonomie chiede dunque al rappresentante del Governo di svolgere gli opportuni accertamenti presso gli enti preposti.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Perrotta sindaco scalea omicidio suicidio

Omicidio suicidio Scalea, Perrotta: “Comunità scossa”

Così il sindaco di Scalea Giacomo Perrotta dopo l’omicidio suicidio avvenuto nella notte in via …

2 comments

  1. Scellerata credo sia il termine più appropriato, se si vuole restare nel politicamente corretto. Non si può scrivere su un blog, quindi non lo scrivo, altrimenti sarebbe da definire “scelta da assassini”, assassini professionisti, poiché programmare una simile distruzione non è cosa da dilettanti.
    E ogni commento su questa materia deve concludersi con la speranza che fatti non prevedibili brucino loro le ali, costringendoli a toccare con mano il frutto del loro “lavoro”.

  2. hanno chiuso un ospedale in attivo di bilancio,con nessun caso di malasanità in 40 anni di servizio,unico centro ospedaliero in un comprensorio di 100mila abitanti che va da Tortora a Belvedere,e i nostri politicanti si sono calati le braghe,senza organizzare una lotta per far capire al super-mega-governatore che ha fatto un errore madornale,ed ora mandano le letterine di babbo natale perchè i soccorsi sono arrivati in ritardo,mah,cari politicanti la conoscete la strada statale 18?? piena di autovelox,con un percorso che entra nei centri abitati si veda Scalea,tortuosa e pericolosa,è normale che per portare un codice rosso a Cetraro si debba fare la Parigi-Dakar. lo si sapeva,e intanto come volevasi dimostare i commenti negativi che in questi mesi si sono susseguiti in questo blog e su internet in generale,avevano previsto eventi come quello occorso al povero uomo deceduto per una scellerata e personale gestione della sanità pubblica,tanyo lui il super-mega-iper governatore e i suoi simili si fanno curare nelle migliori cliniche con i soldi di noi poveri fessi che paghiamo tasse esose per morire in mezzo alla strada.