Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, Matellicani: “Con noi conti in ordine”

Tortora, Matellicani: “Con noi conti in ordine”


TORTORA – Conti in perfetto ordine e in equilibrio.


L’assessore al Bilancio del Comune di Tortora, Filippo Matellicani, descrive così la situazione economica e finanziaria dell’ente per l’anno 2012. E lo fa con un comunicato stampa che espone i risultati nella gestione delle casse comunali che conferma quanto promesso, in particolare, l’anno precedente [leggi qui] e, in generale, una tendenza inaugurata sin dall’insediamento. [leggi qui]

Nella nota Matellicani ricorda che i principali risultati amministrativi ottenuti nell’anno appena trascorso consistono nel non aver aumentato le aliquote Imu nonostante i drastici tagli ai trasferimenti statali e nel rispetto, anche per questo anno, del Patto di stabilità.

Un obbiettivo non semplice – commenta Matellicani – ottenuto grazie allo spazio finanziario concesso dalla Regione Calabria per il pagamento dei lavori pubblici, solo per il 2012 una cifra di 1 milione e 400mila euro, e – aggiunge l’amministratore tortorese – grazie all’attento monitoraggio dei flussi di cassa in entrata e in uscita e, quindi, a un efficace coordinamento tra riscossioni e pagamenti. Si registra, insomma, un fondo cassa in attivo e un consistente avanzo di amministrazione, in parte già vincolato per i prossimi lavori pubblici”.

Tra gli altri aspetti positivi segnalati da Matellicani vengono citati la puntualità nel pagamento delle spese correnti come gli stipendi e senza ricorrere ad anticipazioni di cassa “che – spiega l’assessore al Bilancio – come nel caso della delibera 2 del 9 gennaio scorso, viene richiesta al tesoriere a fini preventivi e cautelativi, ma sarà utilizzata solo in caso di effettiva necessità”.

Il responsabile della Programmazione conomica del Comune di Tortora vanta il non ricorso all’anticipazione sin dal 2010 “A differenza – sottolinea Matellicani – di quanto, purtroppo, è avvenuto fino al 2009 da parte dell’amministrazione precedente e di quanto accade in molti altri enti locali”.

Altri risultati esposti nel prospetto sul 2012 sono la riduzione della spesa improduttiva, i risparmi negli affidamenti di appalti e servizi, le economie derivanti dalla raccolta differenziata e la lotta all’evasione.

Siamo stati più incisivi – dichiara Matellicani – provvedendo all’accertamento delle utenze allacciate abusivamente al servizio fognario e di depurazione e degli edifici non dichiarati al catasto. Una lotta di giustizia e di equità tributaria che ha prodotto risorse aggiuntive per oltre 300mila euro”.

Una gestione oculata, dunque, che l’assessore al ramo pone in diretta relazione con i benefici derivati ai cittadini e rilancia in previsione del nuovo anno appena iniziato.

Per il 2013 – conclude Matellicani – stiamo già lavorando al bilancio di previsione e, nonostante le novità legislative tese ad aumentare ancora le tasse ai cittadini, vedi Tares, e a ridurre ulteriormente i trasferimenti statali ai Comuni, l’impegno sarà quello di non aggravare ulteriormente il carico tributario, ma di intervenire sempre più efficacemente nella riduzione delle sacche di evasione, sul conseguimento di risparmi nell’affidamento dei servizi e sulla riscossione di entrate non tributarie ma derivanti dal patrimonio produttivo dell’ente”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

barbecue

Scalea, barbecue sul marciapiede in via Lauro

Grigliata in strada in pieno centro città. La foto del barbecue è diventata virale sui …

3 comments

  1. ora che i conti del comune sono in perfetta regola…anche se conoscendoti non poteva essere diversamente….ora..come dice anche ele è urgente da parte vostra fare di più…risollevare tortora..ridare il sorriso ad un paese spento triste..un paese fantasma…ma capisco anche che non avrete mai la forza di rimettere a posto anche il bilancio di tantissime famiglie..oggi in gravissime difficoltà economiche..caro ass. le cose non vanno da noi…come non vanno nell’intera nazione…troppo facile come soluzione..ogni comune ha l’obbligo di capire quale siamo le fonti di guadagno..dove si può intervenire..seguire la via più breve…a fronte di una situazione economica disastrosa…oggi tortora non ha reddito..l’unico certo sono i pensionati..a maggioranza…il pensionato sociale..pochi sono i pensionati contributivi…purtroppo come sai ass. si è fermata l’edilizia .e come ben sai centinaia di famiglie..vivevano di reddito in questo settore..mancano i cantieri..mancano i grossi lavori…ass. caro e qui se tu vuoi puoi…non capisco come mai in una situazione cosi strana chiamiamola cosi..ancora si vedono ditte esterne..so che non è facile..ma perchè non far lavorare le ditte di tortora..a pochi km. di distanza.un sindaco.lo sta facendo..per non parlare nel turismo…da anni ormai ridotto a solo pochi giorni …troppo pochi per far fronte alle spese di un anno…e se non si incassa non si pagano nemmeno le tasse..bene la sistemazione del paese .ma a cosa servirà se nel paese non ce vita..date i numeri dei disoccupati di tortora..sono davvero in tanti i senza lavoro..e prova a pensare se per colpa della crisi andrà male anche l’estate..io insisto sulla locazione estiva è urgente modernizzare il sistema..tortora è uno dei paesi che può farlo..sono tantissime le abitazioni adibite al fitto estivo tante di non residenti….purtroppo ancora con il vecchio sistema del mese…date da subito un segnale forte..un’ordinanza urgente..ma non a giugno..ORA..credeteci..non penso che sulla differenziata avreste scommesso un euro..eppure oggi tortora è uno dei paesi più puliti della calabria se non di più..e perchè non dovrebbe farcela anche sulla rimodulazione del fitto..i Tortoresi capiranno l’importanza come hanno capito..quando era importante differenziare…allora Filippo caro..impegnati anche in questa brutta situazione economica..cosciente che tanto non dipende da voi..ma la speranza di potercela fare tocca a voi reasmetterla..
    con affetto rocco martino

  2. Johannes ALTHUSIUS

    Che i conti siano in regola, caro assessore, non può che farci piacere, mi creda. Per onor del vero però devo dirle che la tanto bistrattata gestione Silvestri ha prodotto tanto visto che a due anni dall’insediamento Lamboglia alcuni lavori pubblici appaltati non sono stati ancora ultimati. Ricordo anche che i tanto contestati debiti fuori bilancio circa 300.000 euro, tali non erano perchè al consuntivo risultava un avanzo di amministrazione di circa 250.000 euro, quindi erano solo debiti fuori bilancio e lei capisce cosa voglio dire. Circa l’anticipazione di cassa, della gestione Silvestri, non mi esprimo perchè non lo so. Voglio aggiungere però, senza urtare la sua sensibilità, che un commissario prefettizio quando viene nominato altro non fa che tenere i conti in regola. Tanto le dovevo.

  3. ma i conti dei cittadini e dell’economia tortorese come sono? lei se lo chiede qualche volta