Home / COMUNI / AIETA / Ss 18, la politica locale chiede soluzioni

Ss 18, la politica locale chiede soluzioni


ss18-buche-arDIAMANTE – Un tavolo operativo al quale far sedere l’Anas per risolvere l’emergenza sicurezza della Ss 18 nel tratto relativo alla Riviera dei Cedri.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

La richiesta è stata inoltrata al Prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro, dai sindaci dell’Alto Tirreno cosentino e dall’assessore della provincia di Cosenza alla Viabilità, Arturo Riccetti, al termine di un vertice tenutosi a Diamante su iniziativa del sindaco Ernesto Magorno, sabato 19 gennaio.

Nel corso della riunione sono state evidenziate, per l’ennesima volta, le criticità del manto stradale della Ss 18 e le cause che hanno creato la serie di buche nell’asfalto che minano alla base la sicurezza degli automobilisti. Tra queste, la combinazione micidiale tra maltempo e traffico di mezzi pesanti deviati dall’autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria.

Nonostante le iniziative e le istanze rappresentate dagli amministratori del territorio – è scritto in un documento congiunto – l’Aanas non è pervenuta ad alcuna soluzione sistematica e significativa del problema e non ha, come chiesto dai sindaci in un documento dello scorso anno, posto la priorità nei suoi programmi annuali per gli interventi sulla Statale 18, al fine di assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria e conseguentemente garantire la sicurezza per la circolazione dei mezzi e delle persone”.

Al capitolo disagi, sono stati menzionati anche i cantieri nei comuni di Grisolia Lido, Sangineto e Paola, per la realizzazione di sottopassi viari.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, aggredisce carabinieri: turista milanese rispedito a casa

Reazione scomposta di un 24 enne a un controllo notturno dell’Arma sul lungomare della cittadina …

One comment

  1. io abito al confine tra calabria e Basilicata e devo fare una costatazione: perché l’asfalto fino al ponte del fiume noce lato calabria è pieno di buche e dopo il ponte lato Basilicata fino a Lagonegro è intatto anche se l’asfalto è stato fatto prima di quello calabrese? poi i rattoppi sono più pericolosi delle stesse buche perché il bitume non essendo stato rullato crea dei dossi molto pericolosi alla circolazione. le buche uno va piano e le scanza i dossi creati con i rattoppi no, sbandando pericolosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright