Home / COMUNI / Sanità, il “Massicci” loda la Calabria

Sanità, il “Massicci” loda la Calabria


scopelliti-tagli-arROMA – “Siete passati dall’epoca dei bilanci omerici ai complimenti”.

green multiservice disinfezione

Lo ha detto oggi Francesco Massicci a Giuseppe Scopelliti. Il dirigente del Ministero dell’Economia al presidente della Regione Calabria, commissario ad acta per la Sanità.

Da lui, da Massicci, ha preso il nome il “tavolo” interministeriale al quale sono periodicamente chiamate a confrontarsi le regioni italiane in regime di rientro dal deficit sanitario.

Nel corso della riunione al Tavolo Massicci, è stato ricordato che “La Calabria, prima del 2010, era una Regione che non presentava carte e documenti adeguati sulla sanità”.

Durante la riunione di oggi è stata sottolineata la buona performance della Regione nel risparmio sulla spesa farmaceutica e la drastica riduzione del personale, con un totale di circa 2mila 600 unità in meno.

Ma l’attesa era forte soprattutto per la presentazione al tavolo della bozza di Programma operativo 2013 – 2015, documento che costituisce la prosecuzione burocratica del Piano di rientro del triennio che volge al termine.

La bozza, conterrebbe, secondo indiscrezioni, la proposta di convertire nuovamente le strutture sanitarie di confine, Praia a Mare e Trebisacce, in ospedali di zona nonostante siano state trasformate da poco ( e neanche compiutamente, ndr) in Centri di assistenza primaria territoriale.

La bozza, tuttavia, è stata recepita dal Tavolo Massicci e sarà oggetto di confronto nelle prossime settimane perché vengano apportate le dovute migliorie.

Il Massicci ha chiesto al presidente Scopelliti di fare in modo che il Consiglio regionale non legiferi su temi riguardanti la sanità su cui la Regione non ha competenza, come è accaduto con la legge sui precari, che è stata impugnata dal Consiglio dei ministri.

Rimangono comunque alcune criticità che andranno chiarite prossimamente. La riunione di oggi, secondo quanto hanno riferito fonti della Regione, ha suscitato una buona reazione da parte dei vertici dei Ministeri e dimostra la tendenza da parte della struttura commissariale a ridurre il disavanzo producendo conti in ordine che trovano puntuale riscontro al Tavolo Massicci.

Sempre nella giornata di oggi, tuttavia, il gruppo regionale del Pd calabrese ha scritto una lettera proprio ai componenti del Tavolo Massicci, che si è riunito oggi a Roma, per chiedere “La sostituzione del governatore Giuseppe Scopelliti nella qualità di commissario ad acta per il piano rientro dal deficit sanitario in Calabria”.

È quanto è trapelato, a Lamezia Terme, a margine dell’incontro che il gruppo regionale democrat ha avuto con il ministro degli Affari regionali e delle autonomie, Graziano Delrio. Nella lettera, secondo quanto si è appreso, si sollecita la “sostituzione del Commissario ad acta” in riferimento a quanto previsto dalla normativa in materia “nel caso in cui la Regione abbia applicato per due esercizi consecutivi l’aliquota Irpef massima” e nel contempo “non abbia adempiuto agli obblighi del piano di rientro”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Coronavirus Buonvicino, deceduto paziente in terapia intensiva

Era stato ricoverato sin dalle prime battute del focolaio. Prima vittima nel territorio dell’Alto Tirreno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright