Home / CRONACA / San Sago, indagine chiusa

San Sago, indagine chiusa


giordano_bruno_arTORTORA – La Procura della Repubblica di Paola ha chiuso le indagini sul depuratore di San Sago confermando l’impianto accusatorio per le tre persone indagate.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

Lo riporta il sito del Corriere della Calabria Giordano Bruno, procuratore capo e titolare dell’inchiesta sull’inquinamento del fiume Noce e del Tirreno cosentino, ha dunque chiuso il fascicolo sul depuratore della Ecologica 2008 sequestrato lo scorso dicembre dalla guardia di finanza.

Confermate le ipotesi di reato: danneggiamento, deturpazione delle bellezze naturali, mancato rispetto dei criteri di autorizzazione, disastro ambientale a carico di Debora Plastina, Raffaele Cavaliere e Agostino Gallo, amministratore e tecnici della società che gestisce il depuratore della contrada tortorese nella Valle del Noce.

Giorni fa, avevamo anticipato la notizia che i legali della Ecologica 2008 sono al lavoro per presentare una nuova istanza di riesame del sequestro dopo aver rinunciato alla prima richiesta fatta al tribunale della libertà di Cosenza e ottenendo così tutti gli atti di indagine.

Documenti contenuti nel fascicolo di Giordano e che tratteggiano uno scenario allarmante per il corso d’acqua che bagna Basilicata e Calabria prima di sfociare nel Tirreno, oltre che per la salute dei cittadini.

L’impianto, autorizzato al trattamento di rifiuti non pericolosi – secondo gli inquirenti – avrebbe procurato un pesante inquinamento all’ambiente ricevendo reflui come il percolato da discarica in quantità eccedenti quelle stabilite per legge e le avrebbe smaltite illegalmente bypassando i processi di depurazione. Veleno che – sostiene la Procura – sarebbe finto in mare, passando per il Noce e attraverso un suo affluente.

Un quadro che non corrisponderebbe a verità, secondo i legali della Ecologica 2008, pronti a dar battaglia pur avendo dichiarato di voler “Instaurare un rapporto collaborativo con la Procura e la Magistratura verso la quale – ha detto l’avvocato Giuseppe Belvedere – nutriamo la massima stima e fiducia”.   



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Santa Domenica Talao, taglia alberi senza autorizzazione: denunciato

Un uomo del posto ne avrebbe abbattuti 45, in gran parte ontani, in località Sant’Andrea, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright