Home / IN PRIMO PIANO / Praia a Mare, addio al Beach soccer

Praia a Mare, addio al Beach soccer


beach-soccer-ganz-arPRAIA A MARE – Qualcuno ha detto: “L’inverno è serie A e Champions League. Ma d’estate no. D’estate è Beach soccer”.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Un giro di parole per sottolineare che, nella pausa estiva, un buon modo per sopperire all’astinenza da calcio è il “calcio da spiaggia”.

Ma – aggiungiamo noi – ora non più. Ora non a Praia a Mare.

È notizia di queste ore, infatti, che i responsabili della tappa praiese del circuito Ibs (Italia beach soccer), la Fondazione Almerigo e Mario De Rosa ha deciso di non replicare quest’estate il fortunato appuntamento con i campioni italiani ed internazionali della specialità.

Questo il testo rilasciato dalla fondazione per spiegare i suoi motivi.

“Dopo anni di successi, di grande spettacolo, di divertimento ma anche di tanta fatica, la Fondazione Almerigo e Mario De Rosa dovrà rinunciare alla tappa praiese del Beach Soccer Ibs.

La conferma del cattivo presagio che aleggiava sulla manifestazione già a luglio durante lo svolgimento del torneo, è arriva nelle scorse ore tramite una comunicazione ufficiale che la stessa Fondazione ha inoltrato allo staff di Maurizio Iorio.

Si interrompe un cammino che negli anni aveva portato la manifestazione sull’alto Tirreno cosentino sempre con grandi risultati in termini di partecipazione di pubblico, di ospiti illustri e ovviamente di grandi calciatori.

Purtroppo la lontananza delle istituzioni accentuata dalla crisi economica che investe tutta la nazione non consentono alla Fondazione di potersi accollare tutti gli oneri di organizzazione. In questi anni soltanto l’aiuto di molti amici, partner privati, sponsor e collaboratori che hanno associato il loro nome a quello della Fondazione nell’avventura Beach Soccer ha permesso di offrire questo grande spettacolo.

Il profondo dispiacere è per loro che sono stati gli unici sensibili di fronte a questo evento e a tutto ciò che significa sotto tanti aspetti. Il territorio perde un’altra occasione di visibilità e un attrattore turistico di eccellenza nel panorama internazionale considerando che la manifestazione è seguita da network nazionali come Sky e dalle televisioni più importanti dei Paesi rappresentanti dalle nazionali alle varie tappe del torneo.

Unica tappa del Sud Italia per diversi anni, quella di Praia a Mare rimarrà un bel ricordo per quanti vi anno partecipato e per la stessa Ibs che non ha mai nascosto il grande apprezzamento per il lavoro svolto con professionalità e passione dalla Fondazione De Rosa che augura a Maurizio Iorio e a tutto il suo staff il più grande in bocca al lupo per il futuro”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

tari praia

Praia a Mare, Tari: voto contrario dell’opposizione, ecco perché

Amare Praia: “La previsione di spesa per l’anno in corso non tiene conto degli aumenti …