Home / IN PRIMO PIANO / Politica, Papa: “Non parlate di Meridione, non lo rappresentate”

Politica, Papa: “Non parlate di Meridione, non lo rappresentate”


raffaele-papa-ar

TORTORA – Sono a dir poco sorprendenti e sconcertati insieme le dichiarazioni rese dai leader del Nuovo Centro destra durante la manifestazione al Rendano di Cosenza.

green multiservice disinfezione

Pare che Alfano, Quagliariello, Schifani, Gentile e Scopelliti giunti direttamente da un paese straniero e lontano siano venuti come i Re Magi a dispensare immaginari doni ignari di ciò che soffre l’Italia e soprattutto la Calabria.

A tali figuranti per via dell’estraneità al territorio, occorre colmare l’ignoranza circa la gravità delle condizioni in cui vive l’intera regione calabrese, quindi informiamo loro che:

Questa è la terra che registra il più alto tasso di disoccupazione, specie giovanile e dalla quale si fugge pur di procurarsi da mangiare e vivere;

Questa è la terra dove negli ultimi quattro anni è stato annientato un già precario sistema sanitario che ha eliminato l’assistenza e condannato a morte migliaia di cittadini privati della possibilità di essere prontamente soccorsi anche in casi di estrema urgenza e gravità;

Questa è la terra dove, nonostante l’enorme mole di denaro speso, non si è ancora attuata una seria politica per la gestione e smaltimento di rifiuti tanto che in questi giorni è stato disposto il loro trasporto all’estero con incremento esorbitante di spesa a carico dei cittadini;

Questa è la terra che occupa i primi posti di povertà assoluta ed è posizionata quale fanalino di coda per la produzione di ricchezza;

Questa è la terra dove, si sa ma non si dice, trovano ricovero e riparo sottoterra, in acque dolci e salate rifiuti tossici e nocivi;

Questa è la terra ed il mare a cui l’attuale governo, dai novelli Re Magi ben rappresentato, per meriti acquisiti nell’acquiescenza ha riservato premi speciali quali: le armi chimiche siriane, la desertificazione delle linee ferroviarie, la chiusura di quasi tutti i tribunali.

Ah, dimenticavo: l’amico di governo e partito Maurizio Lupi in uno dei suoi primi atti da ministro per le infrastrutture, anziché sbloccare qualche opera per il sud, con certosina e capziosa arguzia è andato a scovare un vecchio progetto accantonato dal Cipe che, guarda caso, dovrà ancora collegare la pianura padana con il veneto, nonostante le autostrade a quattro corsie al nord e le mulattiere delle nostre parti.

E che ridere in quel teatro, per loro è la terra dei balocchi, dicevano di voler provvedere all’Italia ed al solo pensiero ridevano da soli, pensando a come hanno ridotto la Calabria.

Egregio senatore Gentile, queste sono le emergenze da trattare e risolvere e sui quali siamo disponibili ad un dibattito pubblico franco e leale, diversamente ridete pure, ma non parlate di tutelare, difendere, rilanciare il Sud, non lo rappresentate.

Questa terra l’avete abbandonata ed affossata, non vuole né risate, né parole, vuole i fatti che non siete stati in grado di produrre.

*esponente del Movimento per l’italia del Meridione



About Admin

Check Also

Altomonte, cannocchiale esperienziale sulla città d’arte

Installato in piazza Santa Maria della Consolazione offre ai turisti una vista panoramica sulla Valle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright