Home / IN PRIMO PIANO / Santa Maria del Cedro, i gettoni del Consiglio per lo studio

Santa Maria del Cedro, i gettoni del Consiglio per lo studio


agritek_indie_arSANTA MARIA DEL CEDRO – Borse di studio per gli studenti meritevoli grazie alla rinuncia dei componenti il Consiglio comunale di Santa Maria del Cedro ai gettoni di presenza.


La proposta del gruppo di minoranza Svolta positiva (ne avevamo parlato qui) passa in consiglio trovando la sponda della maggioranza.

È successo nella seduta di sabato 28 giugno 2014 nel corso della discussione proprio sulla determinazione dell’emolumento spettante ai consiglieri comunali e dopo la surroga del consigliere Emanuela Dito che, mantenendo la carica di assessore, ha dato spazio ad Angelo Agnone.

“Al nostro gettone – ha detto Andrea Napolitano di Svolta positiva – avevamo rinunciato nel corso del primo consiglio comunale. Abbiamo allargato questa iniziativa proponendo ai colleghi della maggioranza di fare lo stesso. Conti alla mano si tratta di circa mille euro all’anno. Tra le proposte di utilizzazione di queste somme – ha aggiunto – quella più percorribile ci sembrava quella di creare un plafond per premiare alunni meritevoli che saranno individuati dai professori tra le classi delle scuole medie cittadine. Questo perché crediamo nel merito e che questa iniziativa possa essere di stimolo per incentivare la concorrenzialità. Se anche la maggioranza in futuro dovesse intraprendere azioni in questa direzione avrà il nostro appoggio”.

La decisione dei consiglieri di maggioranza è stata assunta rapidamente a seguito di un brevissimo colloquio chiesto dal sindaco Vetere. Poi la votazione all’unanimità.

“Non abbiamo avuto problemi – ha commentato il primo cittadino di Santa Maria del Cedro – a sposare la proposta della minoranza. Il punto sono le finalità di una idea. Tutte le eventuali proposte della minoranza che riterremo valide per la crescita della nostra comunità saranno accettate. Anzi – ha poi aggiunto Vetere – abbiamo esteso loro l’invito a collaborare anche su temi più importanti di una decisione sul gettone di presenza, quantunque significativa”.

Nel corso della seduta, inoltre, il presidente del Consiglio comunale, Angelo Ciriaco, ha risposto al consigliere Napolitano su quanto deciso in merito alla devoluzione del proprio compenso dopo la rinuncia all’indennità effettuata nell’assise precedente.

“Non posso decidere – ha detto Ciriaco – dal momento che la rinuncia esclude a priori una gestione delle somme da parte mia. Il senso è che – ha poi concluso il suo intervento il presidente del consiglio – le cifre restano nella disponibilità dell’ente. Visto come è stata gestita la cosa pubblica nella precedente amministrazione, di cui questa rappresenta la continuazione, non potevo operare scelta migliore”


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …