Home / COMUNI / DIAMANTE / Elettromagnetismo a Diamante, chieste verifiche in viale Glauco

Elettromagnetismo a Diamante, chieste verifiche in viale Glauco


GS_inside_arDIAMANTE – Il Meet up dei grillini di Diamante chiede lumi sull’installazione di una nuova antenna in città, ma dal municipio rassicurano.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Nei giorni scorsi, il Meetup Diamante in MoVimento-Amici di Beppe ha protocollato una istanza nella quale sono state chieste delucidazioni e opportuni provvedimenti al sindaco e ai responsabili dell’ufficio di urbanistica e della polizia municipale.

Secondo gli attivisti pentastellati sull’albo pretorio on-line non c’è ancora traccia dei necessari adempimenti burocratici per l’installazione dell’antenna che da qualche tempo è visibile sul tetto di un palazzo di viale Glauco.

In un recente passato, nel caso relativo all’attivazione di una parabola telefonica in viale Europa, una istanza dello stesso tipo aveva condotto alla sospensione dei lavori dopo che le verifiche chieste avevano messo in evidenza la difformità fra il progetto presentato e le opere realizzate.

Senza dimenticare che sempre in viale Europa una voluminosa antenna sistemata sulla centrale Telecom ha necessitato di una annosa battaglia legale per la sua definitiva rimozione.

“Abbiamo ricevuto la richiesta del Meetup – fa sapere dal municipio il sindaco Gaetano Sollazzo – e a breve risponderemo per le vie istituzionali. Intano già da ora anticipo che abbiamo effettuato con gli uffici preposti e con la polizia municipale tutte le verifiche del caso, coinvolgendo anche l’Arpacal e ci risulta che l’impianto in questione sia a norma”.

Ma l’argomento elettromagnetismo non cessa di destare attenzione nella città dei murales. Come anticipato qualche giorno fa, se ne discuterà nel prossimo Consiglio comunale. L’assise, probabilmente in seconda convocazione per via dell’incompatibilità di 9 consiglieri su 13, adotterà il Piano strutturale comunale. Strumento urbanistico che dovrà contenere il cosiddetto Piano di localizzazione degli impianti radioelettrici per la redazione del quale il Comune si è affidato a un professionista spendendo 6mila euro.

“In occasione del prossimo consiglio – commenta il Meetup – scopriremo se esiste concretamente la volontà politica di porre un argine all’annoso problema del proliferare degli impianti nel territorio comunale, con gli evidenti danni alla salute con ogni probabilità riconducibili alle onde elettromagnetiche”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, registrato un nuovo incremento dei casi attivi Covid-19

+20 nuovi positivi nelle ultime 24 ore a fronte di sole 7 guarigioni. Il totale …