Home / IN PRIMO PIANO / Praia a Mare, ancora un appello per Filomena

Praia a Mare, ancora un appello per Filomena


GS_inside_arPRAIA A MARE – “Lasciate che Filomena prosegua le sue cure con il personale dell’Aias di Lauria”.

È l’appello lanciato dalla famiglia Segnan alle istituzioni mediche locali che, di recente, si sono determinate in senso contrario. La commissione distrettuale Tirreno dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, infatti, ha deciso di non approvare il progetto di cure per la disabile praiese presso la struttura fuori regione, disponendo di rivolgersi alle strutture presenti sul territorio di competenza.

Da qui l’appello e le motivazioni che abbiamo raccolto della madre di Filomena.

Quando abbiamo fatto la domanda per il rinnovo – spiega Rosaria Mandato – ci è stato riferito che non potevamo fare più terapia nel centro di Lauria perché Filomena era ormai adulta e che avremmo dovuto rivolgerci a Scalea o Diamante. Nel primo caso ci hanno detto che la struttura era dedicata a soggetti minorenni, mentre a Diamante erano pieni. Chiediamo che Filomena possa proseguire le sue terapie con l’Aias di Lauria perché non abbiamo intenzione di lasciarla senza assistenza perché ne soffre. Una struttura comunale non esiste più (ne abbiamo parlato qui) mentre da Lauria le terapiste venivano a casa. E anche se nelle strutture del territorio trovassimo posto per lei, non siamo in condizioni di poterla accompagnare fuori Praia a Mare perché siamo a piedi e non possiamo permetterci l’acquisto di un’auto”.

Alla base delle richieste dei Segnan, dunque, ci sono motivi sia di opportunità che economici.

Il lato economico, tra l’altro, sarebbe vantaggioso anche per il Sistema sanitario regionale dal momento che le terapie per Filomena, svolte in Basilicata, costerebbero il 15 percento circa in meno. Attualmente – come informano dalla struttura lucana – sono più di 30 i soggetti residenti nell’Alto Tirreno cosentino che si avvalgono dei servizi dell’Aias di Lauria in una fascia di età che spazia dai 2 ai 70 anni.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Aieta, fervono i preparativi per il Presepe vivente

La prima edizione nel cuore del borgo montano andrà in scena il 26 e il …

One comment

  1. IO chiedo che fine hanno fatto tutte le proposte di voler andar via da questa regione matrigna, che non fa altro che trattarci come figli di un dio minore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright