Home / CRONACA / Santa Domenica Talao, impianto Mia: operai pronti allo sciopero

Santa Domenica Talao, impianto Mia: operai pronti allo sciopero


promo_insideSANTA DOMENICA TALAO – I lavoratori dell’impianto di selezione rifiuti di Santa Domenica Talao sono pronti ad incrociare le braccia.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

I quindici dipendenti della Mia Srl, società rappresentata da Massimo Rovito, nelle ultime settimane al centro di ispezioni e indagini da parte delle autorità competenti, hanno annunciato l’intenzione di indire uno sciopero se entro fine mese – così come era stato promesso – non avranno parte degli stipendi arretrati.

Tutto dipende dall’esito dell’incontro tra la ditta e il sindacato, la Fiom Cgil di Scalea, indetto per domani, giovedì 30 aprile alle 17.

Secondo i lavoratori di Santa Domenica Talao la Mia non riuscirà a mantenere fede all’accordo preso nei giorni scorsi con con il sindacato, al quale la ditta aveva inviato una comunicazione sulle modalità che aveva intenzione di adottare per pagare gli stipendi.

La Mia infatti aveva fatto sapere alla Cgil di aver autorizzato il Comune di San Nicola Arcella al pagamento diretto dello stipendio di gennaio 2015, ritenendo di vantare crediti.

Il sindaco Barbara Mele, che da poco ha rescisso il contratto per l’affidamento del servizio di igiene ambientale proprio con la società rendese, si era però riservata di far fare una verifica sui crediti che la ditta dice di vantare e solo in base alla disponibilità economica del comune avrebbe eventualmente pagato la mensilità ai lavoratori.

Sembrerebbe però che il comune di San Nicola Arcella non abbia la possibilità di chiudere i conti con la Mia.

“Ad oggi – informano dal sindacato – non è giunta nessuna comunicazione sulle volontà né della Multiservizi, né del sindaco Mele”.

L’azienda, inoltre, nella stessa nota inviata la scorsa settimana alla Cgil aveva espresso la volontà di redigere un piano per la corresponsione delle altre mensilità arretrate e proporlo ai lavoratori durante l’incontro di domani.

Tra l’altro, Rovito aveva comunicato al sindacato che si impegnava a pagare un’altra mensilità proprio entro il 30 aprile in ragione della riscossione di spettanze dal Conai.

Ma i lavoratori non sarebbero stati retribuiti secondo questi accordi. Finora avrebbero ricevuto solo un acconto sullo stipendio di gennaio 2015, quello che – per come era stato richiesto – avrebbe invece dovuto pagare il comune di San Nicola Arcella.



About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Diamante, con la ministra Bonetti per discutere di famiglia

Domenica 12 luglio alle 20 e 30 nel centro storico l’incontro per approfondire le misure …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright