Home / COMUNI / BELVEDERE / Belvedere Marittimo, omicidio Nocito: D’Aprile condannato in appello

Belvedere Marittimo, omicidio Nocito: D’Aprile condannato in appello


GS_inside_arBELVEDERE MARITTIMO – La Corte d’appello di Catanzaro ha condannato a 18 anni e sei mesi di carcere Filippo D’Aprile, l’uomo accusato dell’omicidio di Iolanda Nocito a Belvedere Marittimo.

Assolto, invece, dall’accusa di aggressione nei confronti di Marcello Riente, parroco cittadino, figlio della vittima.

L’uomo, nel rito abbreviato dello scorso 27 giugno 2014, era stato condannato dal Gup di Paola a 30 anni, ma il PM Maria Camodeca aveva chiesto l’ergastolo.

L’omicidio si era consumato a Belvedere, nella casa dell’anziana, il 4 gennaio del 2013. A ritrovare il corpo privo di vita era stato proprio il figlio. L’anziana era riversa a terra, legata e imbavagliata. Era stato proprio il nastro adesivo utilizzato per tapparle la bocca – aveva stabilito in seguito l’autopsia – a provocare il decesso per asfissia della signora Nocito.

Al termine delle indagini, durate alcuni mesi e condotte dai carabinieri del comando provinciale di Cosenza e della compagnia di Scalea, D’Aprile era stato arrestato su mandato della Procura della Repubblica di Paola.

Secondo gli inquirenti il benzinaio 52enne aveva ucciso la donna al termine di una tentata rapina e, in precedenza, aveva anche aggredito il figlio della donna conosciuto in città per essere il parroco della frazione Laise, accusa poi caduta nel secondo grado di giudizio.

Gli investigatori erano risaliti al benzinaio con la prova del Dna prelevato dagli uomini del Ris di Messina da una macchia di sangue rinvenuta sulla scena del delitto.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Praia a Mare, De Lorenzo: “Riaprire i termini per rateizzare i debiti comunali”

Commercianti morosi: verso la sospensione delle licenze. Il comune applica il regolamento verso chi non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright