Home / IN PRIMO PIANO / Paola, scultore chiede indietro statue di San Francesco

Paola, scultore chiede indietro statue di San Francesco


GS_inside_arPAOLA – Le enormi statue di oltre due metri, entrambe in bronzo, raffiguranti il Santo patrono della Calabria, San Francesco di Paola, dovranno forse tornare a casa.

green multiservice disinfezione

Una notizia che desta non poco clamore. Perché una di queste potrebbe essere quella di San Francesco degli Abissi. Si tratta della scultura che era misteriosamente scomparsa a fine dicembre 2011 per circa venti giorni, per poi essere ritrovata a 200 metri dal punto in cui era stata posizionata dai sub di Piero Greco. Successivamente è stata trasferita a Milano presso il laboratorio del maestro Michele Zappino, autore dell’opera, che ne ha curato il restauro, durato alcuni mesi, lavorando meticolosamente per restituirle il suo aspetto originario. Per poi infine essere calata nuovamente nei fondali.

L’autore adesso ne avrebbe richiesto la restituzione.

Almeno è quanto si legge nella missiva del legale dello scultore Michele Zappino che aveva consegnato in “visione” due statue su richiesta dell’ex sindaco Roberto Perrotta in occasione del quinto centenario della morte di San Francesco di Paola.

Zappino qualche anno fa si sarebbe recato in comune insieme al proprio consulente per riavere dietro le statue e in quell’occasione avrebbe ricevuto rassicurazioni con la “promessa” di pagare l’autore.

La richiesta del legale protocollata qualche giorno fa al comune è stata, a quanto pare, appresa con molta incredulità dagli attuali amministratori. La giunta Ferrari negli effetti non era al corrente della situazione. E non a caso ad oggi il comune non ha provveduto a comunicare al legittimo proprietario delle suddette opere d’arte la propria determinazione a trattenere le sculture dietro il compenso pattuito. L’invito che viene formulato all’ente è pertanto quello di pervenire alla loro restituzione comunicando ora e giorno in cui saranno effettuate.

Il fatto di disseminare ogni angolo del paese di statue di San Francesco di media e grande altezza sul web era diventato per alcuni mesi una sorta di analisi tra il critico e il faceto nei confronti dell’ex sindaco di Paola, Roberto Perrotta. Ripreso per i tanti soldi spesi per l’inaugurazione di piazze e vicoli anche remoti del paese. Una parte del conto è adesso servita. E se l’ente non paga le statue tornano a casa.



About Francesco Maria Storino

Attualmente collaboratore della Gazzetta del Sud ha lavorato per La Provincia, Comunità 2000, Edizioni master, Il Quotidiano della Calabria e Corriere dello Sport. Cura particolarmente la cronaca giudiziaria.

Check Also

È dovere, condannata ex dirigente regionale anticorruzione Calabria

Maria Gabriella Rizzo era finita in manette con una imprenditrice turistica del litorale vibonese nell’operazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright