Home / IN PRIMO PIANO / Scalea, rifiuti: segnalazione di inciviltà

Scalea, rifiuti: segnalazione di inciviltà


Ripreso da alcuni cittadini a scaricare un camion pieno di imballaggi in alcuni bidoni lungo la Ss 18.Tra cattive abitudini e voglia di ripartire ecco cosa peggiora il problema rifiuti a Scalea.

SCALEA – Non si è fatto alcuno scrupolo, in pieno giorno, a svuotare un camion pieno di plastica in alcuni bidoni noncurante delle regole della differenziata.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

È avvenuto oggi a Scalea. Alcuni cittadini lo hanno fotografato e filmato. Le immagini mostrano un uomo intento a disfarsi di una gran mole di imballaggi stipati in un camion. Al termine delle operazioni è salito a bordo del mezzo e si è allontanato indisturbato.

Traspare un senso di impunità. Come a dire: “Chi se ne fotte delle regole”.

Il gesto è stato compiuto lungo la Ss 18, di fronte a un parco turistico, nei pressi del confine con Santa Maria del Cedro. Ironia della sorte, a sole poche centinaia di metri da quel punto si trova l’isola ecologica comunale dove l’uomo avrebbe potuto disfarsi di quei rifiuti senza infrangere alcuna regola.

Come se non bastasse, è lecito credere che quegli imballaggi siano gli scarti di qualche attività commerciale o artigianale. Chi li ha prodotti, dunque, dovrebbe conoscere modalità di smaltimento e avere tutti gli strumenti necessari per rispettare le regole.

A peggiorare il tutto, nello stesso punto si trovavano anche altri rifiuti non correttamente smaltiti: televisori, calcinacci, materassi e altro.

Quello di oggi, tuttavia, è solo un caso esemplare. Comportamenti del genere si ripetono quotidianamente e non solo a Scalea. Qui, – come reso noto alcuni giorni fa – la Ecoross, ditta che gestisce il servizio, farà sparire anche questi bidoni, presenti al momento solo nelle zone periferiche. Anche queste aree saranno servite dal porta a porta e proprio in questi giorni partirà la distribuzione del materiale necessario alle utenze. (ne abbiamo parlato qui)

In definitiva, la constatazione su quanto avvenuto è che mentre Scalea, come altri comuni del territorio, tenta di mitigare il problema rifiuti, alcuni perseverano in comportamenti illegali facendo venire meno uno dei cardini di un sistema di raccolta funzionante: il rispetto delle regole, la civiltà e la collaborazione dei cittadini.

scalea_rifiuti_incivile_1scalea_rifiuti_incivile_1a


 

scalea_rifiuti_incivile_4 scalea_rifiuti_incivile_2

scalea_rifiuti_incivile_5 scalea_rifiuti_incivile_6


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Diamante, minaccia con pistola il vicesindaco: denunciato un uomo

Pino Pascale è stato fermato per strada da un concittadino che avrebbe “rafforzato” la sua …

2 comments

  1. fausto de bonis

    Diverse volte, personalmente, ho sollecitato il Commissario e quindi il Comando dei vigili urbani di Scalea di vigilare in due punti strategici del Comune che viene letteralmente invaso di rifiuti di tutti i generi. Le zone sono a nord dove sono i bidoni sulla vecchia statale ss18 nei pressi del Cash -località Petrosa/carpino- e sulla ss.18 nuova altezza parco Le cicale. In questi siti arrivano tutti gli abitanti di S.Nicola A. e anche qualcuno di Praia a gettare ogni genere di rifiuti, mentre la zona sud è quella di fronte la Q 8 Parco GreenBlu dopo il fiume LAO, dove arriva tutta la spazzatura indifferenziata e nociva di S.Maria del Cedro e dintorni. Occorrerebbe veramente poco far stazionare dei vigili urbani a giornate alterne nelle suddette zone e multare gli incivili che riempiono i nostri bidoni di ogni genere di scarti, anche nocivi per la salute. Allora che aspettate….?

  2. spero che il cittadino che ha fatto le foto, abbia impresso anche il numero di targa.. e consegnato il tutto alla polizia locale di Scalea…
    tutti noi siamo guardiani del nostro territorio.. ognuno di noi, deve segnalare, denunciare etc.. altrimenti questo scempio non finirà mai….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright