Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, collaborazioni esterne: ecco gli incarichi

Tortora, collaborazioni esterne: ecco gli incarichi


inside_pino_eco_PICCOLATORTORA – Maria Papaleo si occuperà di Politiche dell’infanzia e Servizi educativi, Biagio Benvenuto del servizio di Manutenzione del territorio, Domenico Gabriele di Viabilità, Traffico e Polizia municipale, Vincenzo Accardi di Politiche agricole e forestali e di Associazionismo.

Saranno i quattro candidati consiglieri non eletti tra le file della lista Impegno comune a collaborare con l’amministrazione comunale di Tortora dopo la delibera di Giunta che ha istituito l’affidamento di incarichi di supporto all’attività politico amministrativa dell’ente. L’atto è stato adottato su proposta del sindaco Pasquale Lamboglia e non dell’assessore alle Politiche sociali, Anna Fondacaro, come erroneamente riportato sul documento pubblicato nell’albo pretorio.

Papaleo e Benvenuto hanno già ricevuto l’incarico. L’ex Tortora città democratica sarà di supporto all’attività dell’ufficio di staff del sindaco e della Giunta, composto da Giovanni Grimaldi. (ne abbiamo parlato qui) L’esponente delle frazioni montane supporterà in particolar modo le attività e i progetti di alcune cooperative sociali operanti sul territorio tortorese.

A giorni saranno conferiti gli incarichi anche a Gabriele e Accardi. Il primo, in definitiva, mantiene le deleghe svolte nel quinquennio precedente in qualità di consigliere comunale. Conferme anche per Accardi, in particolar modo in merito ai rapporti con le associazioni.

“Non escludo – ha poi aggiunto Lamboglia – che a questi 4 componenti della lista, vengano coinvolti con incarichi altri soggetti che hanno già manifestato, o che lo faranno, l’intenzione di dare una mano, anche per periodi limitati”.

Tutti i conferimenti saranno fatti con decreto sindacale e sarà firmato un contratto tra le parti che prevede la collaborazione a titolo esclusivamente gratuito, senza compensi, assicurazione e contributi.

Alla base di tutto, il passaggio da 12 a 8 consiglieri comunali.

“Ci siamo resi conto da subito – spiega Lamboglia – che questa riduzione sarebbe stata traumatica e, ancora prima del voto, all’interno della compagine abbiamo sondato la disponibilità ad aderire a questa forma di collaborazione gratuita, mutuata da esempi di comuni vicini come Sapri e Maratea”.

In merito ha polemizzato il gruppo di opposizione Progetto di sviluppo che ha chiesto su quale base normativa è stata assunta la delibera. (ne abbiamo parlato qui)

“È vero – la risposta di Lamboglia – che non c’è una legge che lo consente, ma non ce n’è neanche una che lo vieta”.

 


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, la Giunta cerca soluzioni per la sede Inps

Riunione dell’esecutivo: si cercano locali da mettere a disposizione. A breve incontro con il direttore …

5 comments

  1. ” È vero che non c’è una legge che lo consente, ma non ce n’è neanche una che lo vieta “.
    Trasparenza verso la cittadinanza prima di tutto, premesso che le figure designate dal sindaco lavoreranno a titolo gratuito, io ancora non ho capito lo stanziamento di 100mila euro per pagare i servizi di collaborazione esterna, sarebbe interessante e di aiuto ai cittadini che da Via Panoramica al Porto qualcuno spieghi a noi “profani” con le parole più semplici cosa sarà dei 100 mila euro pubblici e nelle tasche di chi andranno, senza polemiche o strumentalizzazioni politiche.
    Invece di spendere questi soldi così, perché non creare una cassa per i giovani laureati tortoresi che scappano dal territorio perché non hanno futuro?!
    Si potrebbe creare un albo comunale dei laureati disoccupati e cercare di avviare delle iniziative di formazione( retribuita) coinvolgendo aziende ed enti così da ovviare all’emorragia di giovani che rappresentano una risorsa importante per Tortora e dei quali nessuno parla.

    • Ciao Ciccio. Come scritto in un’articolo precedente su questo tema, una cosa sono questi incarichi gratuiti, totalmente gratuti, e un’altra cosa è l’ufficio dello staff di sindaco e Giunta, in effetti costituito dal confermato Giovanni Grimaldi, che per tutto il mandato politico (mettiamo 5 anni) guadagnerà uno stipendio annuo commisurato sullo storico di circa 21mila euro. I circa 100mila euro di cui tu chiedi spiegazioni sono questi: 21mila euro per (ipotesi) 5 anni.

  2. Ok perfetto la ringrazio per la spiegazione

  3. La penso come lei, sarebbe come fare un passo nella direzione dei cittadini..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright