Home / IN PRIMO PIANO / Maratea, scongiurato lo sciopero alla “Maria consolatrice”

Maratea, scongiurato lo sciopero alla “Maria consolatrice”


inside_pino_eco_PICCOLAMARATEA – Entro metà luglio la fondazione Maria consolatrice verserà uno degli stipendi arretrati e presenterà un piano di risanamento dell’omonima casa di riposo di Maratea.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

Per questo motivo, i 37 dipendenti hanno desistito dai loro propositi di sciopero e questa mattina erano regolarmente a lavoro per accudire i circa 60 ospiti della struttura di via San Nicola.

È questo l’esito principale di un vertice avvenuto ieri sera tra il Consiglio d’amministrazione della fondazione, i sindacati e l’amministrazione comunale di Maratea.

Il pagamento degli stipendi, pare sin da marzo di quest’anno, è in ritardo e si è generata una situazione di disagio per i dipendenti della struttura suddivisi tra i 10 stipendiati diretti della fondazione Maria consolatrice e i 27 lavoratori di Nuovi orizzonti, una società esterna di servizi. Gli operatori sanitari hanno avanzato pretese anche in merito ai versamenti previdenziali.

I lavoratori avevano dunque minacciato di astenersi dal lavoro con i sindacati schierati al loro fianco che hanno proposto alla fondazione, in prima battuta, la soluzione di accesso al credito bancario, a gravare sulle sue proprietà immobiliari.

In merito, nei giorni scorsi, la Regione Basilicata aveva preso l’impegno di erogare un contributo regionale.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Coronavirus, in Calabria le scuole restano aperte

La regione non ha casi di contagio e la neoeletta governatrice si adegua alle indicazioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright