Home / IN PRIMO PIANO / Praia a Mare, entro il 5 agosto trasloco per i rimessaggi barche

Praia a Mare, entro il 5 agosto trasloco per i rimessaggi barche


inside_pino_eco_PICCOLAPRAIA A MARE – Smontare la propria attività nel clou della stagione economicamente vantaggiosa e ricostruirla in un altro posto.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

È quanto saranno costretti a fare gli imprenditori balneari di Praia a Mare concessionari di aree demaniali per il rimessaggio nautico.

C’è infatti una ordinanza del sindaco del Comune di Praia a Mare per spostare nel tratto di costa sotto l’area Marlane entro il 5 agosto tutti i rimessaggi nautici presenti sul territorio. I diretti interessati hanno già ricevuto il provvedimento.

La decisione è frutto dell’ennesimo sollecito mosso dalla Regione Calabria all’ente praiese. In una nota del dipartimento Ambiente risalente a giugno scorso si legge, in sostanza, che il comune è chiamato a sospendere in autotutela le concessioni demaniali che ricadono in aree Sic, Siti di interesse comunitario. In questo caso: negli specchi d’acqua compresi nel Sic denominato Fondali Isola di Dino – Capo Scalea. La motivazione risiede nella potenziale pericolosità di queste attività per il patrimonio ambientale.

A quanto si apprende, l’ente si è trovato costretto ad adottare l’ordinanza proprio nel bel mezzo della stagione estiva. All’ultimo sollecito ricevuto lo scorso 8 luglio, infatti, la Regione Calabria avrebbe potuto esercitare il potere di sostituirsi al Comune nel prendere provvedimenti.

Dal municipio praiese arrivano delle rassicurazioni.

“L’ordinanza – fa sapere il coordinatore di maggioranza, Antonio Giannotti – e tutte le altre azioni che saranno messe in campo da qui in poi, sono a tutela dei posti di lavoro e della sopravvivenza delle attività economiche interessate. Ovviamente – ha concluso – nel contemporaneo rispetto dell’ambiente”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Coronavirus Calabria, +180 positivi e +2 decessi

In ospedale hanno perso la vita due donne, una a Cosenza e una a Catanzaro. …

One comment

  1. Si rammenta che la Provincia di Cosenza, con Decreto n.2 del 4 settembre 2014, revocava il Decreto n.4 di approvazione del PCS del Comune di Praia a Mare, approvato (con votazione unanime favorevole) con delibera c. n.13 del 12/maggio/2010. Nello stesso Decreto n. 2 di revoca si legge: “”…nella redazione del Piano Comunale Spiaggia ed in modo particolare nella Tav.:F/1, non sono state utilizzate le mappe di perimetrazione dei SIC Isola di Dino e Fondali Isola Dino-Capo Scalea come approvate dalla Giunta Regionale della Calabria con la delibera n.948 del 9 dicembre 2008, ma delle mappe di perimetrazioni precedenti non aggiornate e quindi errate…””.Questi i fatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright