Home / IN PRIMO PIANO / Praia a Mare, entro il 5 agosto trasloco per i rimessaggi barche

Praia a Mare, entro il 5 agosto trasloco per i rimessaggi barche


inside_pino_eco_PICCOLAPRAIA A MARE – Smontare la propria attività nel clou della stagione economicamente vantaggiosa e ricostruirla in un altro posto.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

È quanto saranno costretti a fare gli imprenditori balneari di Praia a Mare concessionari di aree demaniali per il rimessaggio nautico.

C’è infatti una ordinanza del sindaco del Comune di Praia a Mare per spostare nel tratto di costa sotto l’area Marlane entro il 5 agosto tutti i rimessaggi nautici presenti sul territorio. I diretti interessati hanno già ricevuto il provvedimento.

La decisione è frutto dell’ennesimo sollecito mosso dalla Regione Calabria all’ente praiese. In una nota del dipartimento Ambiente risalente a giugno scorso si legge, in sostanza, che il comune è chiamato a sospendere in autotutela le concessioni demaniali che ricadono in aree Sic, Siti di interesse comunitario. In questo caso: negli specchi d’acqua compresi nel Sic denominato Fondali Isola di Dino – Capo Scalea. La motivazione risiede nella potenziale pericolosità di queste attività per il patrimonio ambientale.

A quanto si apprende, l’ente si è trovato costretto ad adottare l’ordinanza proprio nel bel mezzo della stagione estiva. All’ultimo sollecito ricevuto lo scorso 8 luglio, infatti, la Regione Calabria avrebbe potuto esercitare il potere di sostituirsi al Comune nel prendere provvedimenti.

Dal municipio praiese arrivano delle rassicurazioni.

“L’ordinanza – fa sapere il coordinatore di maggioranza, Antonio Giannotti – e tutte le altre azioni che saranno messe in campo da qui in poi, sono a tutela dei posti di lavoro e della sopravvivenza delle attività economiche interessate. Ovviamente – ha concluso – nel contemporaneo rispetto dell’ambiente”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Covid Calabria, da oggi scatta obbligo mascherina anche all’aperto

Ordinanza del presidente della Regione Roberto Occhiuto in prossimità delle feste natalizie.

One comment

  1. Si rammenta che la Provincia di Cosenza, con Decreto n.2 del 4 settembre 2014, revocava il Decreto n.4 di approvazione del PCS del Comune di Praia a Mare, approvato (con votazione unanime favorevole) con delibera c. n.13 del 12/maggio/2010. Nello stesso Decreto n. 2 di revoca si legge: “”…nella redazione del Piano Comunale Spiaggia ed in modo particolare nella Tav.:F/1, non sono state utilizzate le mappe di perimetrazione dei SIC Isola di Dino e Fondali Isola Dino-Capo Scalea come approvate dalla Giunta Regionale della Calabria con la delibera n.948 del 9 dicembre 2008, ma delle mappe di perimetrazioni precedenti non aggiornate e quindi errate…””.Questi i fatti!