Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, si torna in consiglio: corsa contro il tempo sul bilancio

Tortora, si torna in consiglio: corsa contro il tempo sul bilancio


inside_pino_eco_PICCOLATORTORA – La confusione impera nel campo operativo dei comuni grandi e piccoli e a volte gli amministratori sono costretti a correre contro il tempo.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

L’assessore al Bilancio del Comune di Tortora, Filippo Matellicani, spiega così il carattere di urgenza con cui è stato convocato in seduta straordinaria il prossimo Consiglio comunale, in programma giovedì 30 luglio 2015 alle 18 e 30.

La convocazione d’urgenza – entra nel dettaglio della questione Matellicani – è dettata dal termine di approvazione del bilancio fissato al 30 luglio. Termine che non è stato prorogato per i comuni dove si è votato a fine maggio come invece chiesto da più parti, l’Anci in particolare. Per cui – prosegue l’assessore al Bilancio – lo schema di bilancio è stato approvato nella giunta del 24 luglio e sarà discusso in consiglio decorsi i termini di 20 giorni previsti dal regolamento, mentre per le tariffe come la Tari è opportuno andare in consiglio entro il termine del 30. Un tecnicismo normativo che deriva da un quadro generale di assoluta confusione in cui si trovano oramai ad operare tutti i comuni”.

Tra i punti all’ordine del giorno ve n’è più d’uno relativo ad alcune fondamentali componenti dell’Imposta unica comunale, la Iuc.

Le aliquote per Imu e Tasi – spiega ancora Matellicani – rimangono le minime. Nel dettaglio, la Tasi sulla prima abitazione rimane azzerata mentre sulle utenze domestiche continuerà a beneficiare del bonus di raccolta differenziata con abbattimento della tariffa del 25 percento. Tuttavia – anticipa l’amministratore tortorese – le rate passeranno da 4 a 3 per favorire la riscossione nell’anno di competenza cosi come necessita il nuovo sistema di contabilità armonizzata”.

Tra i sei punti in discussione nel prossimo consiglio è prevista anche l’approvazione del piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per il 2015, del regolamento generale delle entrate comunali e la “Determinazione delle modalità di recupero del maggiore disavanzo derivante dal riaccertamento straordinario dei residui”.

Sarà ribadito quanto detto nel precedente consiglio – spiega in merito Matellicani –. Il maggiore disavanzo sarà recuperato con un accantonamento prudenziale fino ad un massimo di 30 anni per circa 18mila euro all’anno salvo adeguamenti. Sarà inoltre rivisto anche il regolamento delle entrate – conclude l’assessore al Bilancio – per abbassare il tasso d’interesse su dilazioni o ritardi nei pagamenti”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Meteo allerta rossa sul Tirreno cosentino, scuole chiuse: ecco dove

Previsioni: piogge diffuse e temporali per sabato 27 novembre 2021. I sindaci corrono aI riparI …