Home / CRONACA / Praia a Mare, aggredisce medico e infermiere dopo esser stato soccorso

Praia a Mare, aggredisce medico e infermiere dopo esser stato soccorso


inside_pino_eco_PICCOLAPRAIA A MARE – Dopo essere stato soccorso, riprende i sensi, distrugge l’interno dell’ambulanza del 118 e aggredisce medico ed infermiere costringendoli alla fuga.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

È successo la scora notte a Praia a Mare. L’uomo, un 38enne del posto, pregiudicato, è stato arrestato con l’accusa di danneggiamento aggravato.

Probabilmente per abuso di alcol e sostanze stupefacenti, il ragazzo ha avuto un malore ed è caduto a terra privo di sensi. Immediata la richiesta dei soccorsi. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118. Il personale medico ha deciso di trasferirlo al Capti di Praia a Mare.

Così hanno caricato il ragazzo sull’ambulanza ancora privo di sensi ma, pochi minuti dopo il risveglio ha iniziato ad aggredire il medico e l’infermiere che avevano prestato soccorso, costringendoli a scappare.

Il ragazzo ha poi tentato di distruggere completamente l’interno dell’ambulanza “lanciando per strada – riferiscono i carabinieri – tutto ciò che riusciva ad afferrare, distruggendo infine, con un violento pugno il lunotto posteriore del mezzo”.

Necessario dunque, l’intervento dei carabinieri di Praia a Mare che sono riusciti a calmarlo e arrestarlo. Il ragazzo adesso è sotto sorveglianza speciale, in attesa del processo per direttissima al tribunale di Paola.

Lo scorso marzo l’uomo era stato arrestato in flagranza di reato mentre scassinava il distributore automatico di bevande all’interno dell’Asp di Scalea.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

san sago consiglio tortora

San Sago, il Comune di Tortora fa pressione su Regione Basilicata e Calabria

A Potenza chiesto di rivedere le proprie decisioni in favore della Cogife. A Catanzaro che …

error: Materiale protetto da copyright