Home / COMUNI / GRISOLIA / Grisolia, il decoro urbano ai privati

Grisolia, il decoro urbano ai privati


GS_inside_arGRISOLIA – Saranno i privati a gestire le aree pubbliche del comune di Grisolia. Il progetto, lanciato qualche mese fa (ne avevamo parlato qui) adesso ha un regolamento che, nei giorni scorsi, è stato approvato dal consiglio comunale.


La proposta di affidare la gestione del decoro urbano ai privati adesso potrà essere formalizzata attraverso la stipula di convenzioni tra l’ente e chiunque fosse interessato. Aziende, imprenditori, associazioni, consorzi potranno adottare un’area verde o qualsiasi altro spazio pubblico di Grisolia. A proprie spese dovranno riqualificare la zona scelta e provvedere alla manutenzione sia ordinaria che straordinaria.

La durata della gestione e tutte le altre condizioni per ottenere “l’adozione” saranno concordati prima della firma della convenzione “che – come ha spiegato il consigliere di maggioranza Francesco Papa – avranno comunque una base progettuale. Gli interessati dovranno presentare un progetto che sarà poi sottoposto all’approvazione dell’amministrazione comunale”.

“Abbiamo deciso di fare questa operazione  – ha aggiunto Papa – perché siamo in forte difficoltà sia di uomini che di mezzi per gestire tutte le aree pubbliche del paese. Aree che sono raddoppiate con la realizzazione del lungomare e con la messa in sicurezza della Statale 18. Speriamo che questa operazione ci consentirà di risparmiare un po’ sulla manutenzione che è un capitolo della spesa di bilancio ch, in questo periodo, grava particolarmente sulle casse dell’ente”.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Reddito di cittadinanza: cerco lavoro da due anni, ma sono troppo qualificato

Una storia reale dal Tirreno cosentino. Una come tante, infarcita di delusione e rabbia. “Mi …